In questa storia che è la mia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
In questa storia che è la mia
album in studio
ArtistaClaudio Baglioni
Pubblicazione4 dicembre 2020
Durata77:35
Dischi1
Tracce20
GenereMusica d'autore
Pop
Jazz
EtichettaSony Music
ProduttoreClaudio Baglioni
ArrangiamentiPaolo Gianolio, Celso Valli e Claudio Baglioni
RegistrazioneForum Music Village
FormatiCD, 2 CD, 2 LP, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(vendite: 50 000+)
Claudio Baglioni - cronologia
Album precedente
(2018)
Logo
Logo del disco In questa storia che è la mia
Singoli
  1. Gli anni più belli
    Pubblicato: 3 gennaio 2020
  2. Io non sono lì
    Pubblicato: 6 novembre 2020
  3. Uomo di varie età
    Pubblicato: 18 dicembre 2020
  4. Mal d'amore
    Pubblicato: 12 febbraio 2021

In questa storia che è la mia è il diciassettesimo album in studio del cantautore italiano Claudio Baglioni, pubblicato il 4 dicembre 2020.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

A distanza di sette anni dal precedente lavoro di inediti, l'opera, come ha dichiarato lo stesso cantautore, è la sua autobiografia fatta in musica per lasciare un segno;[2] un album realizzato con uno stile anni settanta e suonato in maniera tradizionale con sonorità acustiche ed elettriche con pochissimi riferimenti elettronici e digitali,[3] come i suoi primi dischi, quasi a chiudere un cerchio che si ritrova al punto di partenza. Baglioni ha poi affermato:

«Questo disco ha molti rimandi a quello che ho già fatto, forse potrei anche individuare due genitori di In questa storia che è la mia, un padre e una madre: il padre potrebbe essere Oltre e la madre potrebbe essere Strada facendo

Il disco è un concept album che presenta di base 14 brani inediti, accompagnati da un'introduzione (Capostoria) e un finale (Finestoria) e intervallati da brani numerati che sono intermezzi piano e voce collegati tra di loro, proprio come in Strada facendo e Io sono qui che vanno a riunirsi in un unico brano arrangiato completamente, Uomo di varie età. Il primo inedito, Altrove e qui, è il riarrangiamento con testo della suite composta per la diretta televisiva di Al centro nel 2018.

Il disco è stato commercializzato in edizione standard (su CD, vinile e download digitale) e anche in versione deluxe CD con quattro bonus track acustiche (due nella versione deluxe vinile). Baglioni inoltre, per presentarlo ufficialmente, è stato ospite a Rai Radio 2 la sera del 3 dicembre 2020, in un'intervista condotta da Malcom Pagani dove ha ripercorso la sua biografia personale e artistica.[4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Claudio Baglioni.

  1. Capostoria – 1:06
  2. Altrove e qui – 4:30
  3. 1. Non so com'è cominciata – 0:59
  4. Gli anni più belli – 4:30
  5. Quello che sarà di noi – 5:15
  6. In un mondo nuovo – 5:07
  7. 2. Al pianoforte ogni giorno – 0:59
  8. Come ti dirò – 5:32
  9. Uno e due – 4:27
  10. Mentre il fiume va – 6:06
  11. 3. E firmo in fede un contratto – 1:00
  12. Pioggia blu – 5:44
  13. Mal d'amore – 5:06
  14. Reo confesso – 4:48
  15. 4. Adesso è strano pensare – 0:59
  16. Io non sono lì – 4:39
  17. Lei lei lei lei – 4:36
  18. Dodici note – 5:19
  19. Uomo di varie età – 5:27
  20. Finestoria – 1:26
CD bonus nell'edizione speciale
  1. Gli anni più belli (Acoustic, chitarra e voce) – 4:18
  2. Mal d'amore (Acoustic, chitarra e voce) – 4:30
  3. Io non sono lì (Acoustic, pianoforte elettrico e voce) – 4:39
  4. Dodici note (Acoustic, pianoforte elettrico e voce) – 4:53

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

In questa storia che è la mia ha ottenuto un buon successo in Italia sia a livello di streaming sia di vendite fisiche, totalizzando oltre due milioni e mezzo di stream e vendendo oltre 50 000 copie in due mesi.[5] Dopo aver debuttato al secondo posto della Classifica FIMI Album, il disco è rimasto per 13 settimane consecutive in classifica, di cui sette spese nella top 20.[6]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2020) Posizione
massima
Italia[7] 2
Svizzera[8] 43

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2020) Posizione
Italia[9] 24

Gli anni più belli[modifica | modifica wikitesto]

La quarta traccia del disco, Gli anni più belli, fu il primo singolo promozionale uscito il 3 gennaio 2020 e fu la canzone originale del film di Gabriele Muccino uscito a febbraio 2020, Gli anni più belli, a cui diede persino il titolo: il lungometraggio si sarebbe dovuto chiamare inizialmente I migliori anni.

Il singolo Gli anni più belli fu candidato ai Nastri d'Argento e ai David di Donatello come miglior canzone originale.

Film-opera[modifica | modifica wikitesto]

Il disco diventò un film-opera diretto da Luigi Antonini, registrato al Teatro dell'Opera di Roma, in cui Baglioni esegue in ordine tutti i brani contenuti nell'album con arrangiamenti e formazione originali. Il film però non è un semplice concerto ma una vera e propria opera, che ha visto l'intera sala, compreso il golfo mistico, la platea e i camerini, trasformati in ambiente scenico: insieme a lui, infatti, tanti ballerini, musicisti, performer e addirittura acrobati, sparsi sulla scena per dare vita a uno spettacolo totale che invade tutto lo spazio e lo trasforma in arte.

Il film fu disponibile per l'acquisto in esclusiva assoluta in streaming sulla piattaforma ITsArt dal 2 giugno al 2 dicembre 2021 e fu distribuito come evento speciale nei cinema il 2, il 3 e il 4 novembre 2021 da Medusa Film.

Uà - Uomo di varie età[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo Uomo di varie età contenuto nel disco diede vita a un programma televisivo italiano di genere musicale, varietà e comico andato in onda in prima serata su Canale 5 dal 4 al 18 dicembre 2021 per tre puntate di sabato, con la conduzione di Claudio Baglioni dal titolo Uà - Uomo di varie età.

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Uscito durante la pandemia da Covid-19, l'album attese più di un anno prima di poter essere portato in scena dal vivo: nel gennaio 2022, infatti, partì il tour Dodici Note Solo, che vide il ritorno di Baglioni nei teatri con un concerto assolo e che avrà una prosecuzione nell'autunno 2022 con Dodici Note Solo Bis, e a giugno 2022 partì il tour Dodici Note - Tutti su!, show in programma nell'estate 2020 col titolo di Dodici Note e posticipato per due anni a causa della pandemia, con la formazione orchestrale presente nell'album: big band, coro lirico, coro moderno, orchestra e solisti d'eccezione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In questa storia che è la mia (certificazione), su FIMI. URL consultato il 31 maggio 2021.
  2. ^ Il ritorno di Claudio Baglioni: "La mia autobiografia in musica, fatta per lasciare un segno", su TGcom 24, 1º dicembre 2020.
  3. ^ Paolo Giordano, Baglioni in stile "vintage". "Ho riscoperto l'energia che avevo negli anni '70", su il Giornale, 1º dicembre 2020.
  4. ^ In questa storia che è la mia – Speciale Claudio Baglioni – Rai Radio2, su RaiPlay.
  5. ^ Baglioni, con show all'Opera Roma porto teatro al pubblico, su ansa.it, ANSA, 3 marzo 2021. URL consultato il 24 marzo 2021.
  6. ^ (EN) Claudio Baglioni - In questa storia che è la mia, su italiancharts.com. URL consultato il 24 marzo 2021.
  7. ^ Classifica settimanale WK 50 (dal 04.12.2020 al 10.12.2020), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  8. ^ (DE) Claudio Baglioni - In questa storia che è la mia, su hitparade.ch, Schweizer Hitparade. URL consultato il 28 dicembre 2020.
  9. ^ Top of the Music 2020: 'Persona' di Marracash è l'album più venduto, su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana, 7 gennaio 2021. URL consultato il 7 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica