Igor' Netto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Igor' Netto
Igor Netto and Lev Yashin 1961.jpg
Igor' Netto con Lev Jašin
Nome Igor' Aleksandrovič Netto
Nazionalità URSS URSS
Altezza 179 cm
Peso 91 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore, centrocampista)
Ritirato 1966 - giocatore
1979 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1949-1966 Spartak Mosca 368 (36)
Nazionale
1952-1965 URSS URSS 54 (4)
Carriera da allenatore
1967 Omonia
1968 Šinnik
1970-1971 Iran Iran
1976-1977 Paniōnios
1979 Neftçi Baku
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Melbourne 1956
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Francia 1960
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 settembre 2007

Igor' Aleksandrovič Netto (cir. rus. Игорь Александрович Нетто; Mosca, 9 gennaio 1930Mosca, 30 marzo 1999) è stato un allenatore di calcio e calciatore sovietico, di ruolo difensore o centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giocò dal 1949 al 1966 nello Spartak Mosca, unica squadra della sua carriera, con cui vinse cinque titoli nazionali e tre Coppe dell'URSS. Nei diciassette anni di militanza con lo Spartak, Netto ha collezionato 368 presenze coronate da 36 reti.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio in Nazionale avvenne nel 1952, quando il ct Boris Arkadyev lo convocò in vista del torneo di calcio ai Giochi olimpici di Helsinki. Netto giocò da titolare fin dal primo turno, il 15 luglio contro la Bulgaria, battuta per 2-1[1]. Il cammino dell'URSS si sarebbe poi interrotto al secondo turno contro la Jugoslavia, futura medaglia d'argento[2].

Nel 1954, dopo l'addio alla Nazionale di Vsevolod Bobrov, Netto divenne capitano del team sovietico[3]. L'anno dopo, il 16 settembre in amichevole contro l'India (battuta 11-1), Netto realizzò il primo gol con la maglia della Nazionale[4].

Nel 1956, ai Giochi Olimpici di Melbourne, la sua squadra vinse la medaglia d'oro battendo in finale per 1-0 la Jugoslavia. L'impresa valse a Netto nel 1957 l'onorificenza dell'Ordine di Lenin per grandi meriti sportivi.

Nel 1958 Netto prese parte all'avventura sovietica ai Mondiali di Svezia: a causa di un infortunio[senza fonte] giocò solo una partita, la sconfitta per 2-0 contro il Brasile di Pelé.

Nella prima edizione del Campionato europeo di calcio nel 1960 la squadra vinse la finale contro la Jugoslavia per 2-1 dopo i tempi supplementari.

Nel 1962, ai mondiali cileni, l'avventura sovietica si chiuse nei quarti di finale contro il Cile padrone di casa.

L'anno seguente Netto chiuse la carriera in Nazionale, salvo un'ultima, isolata presenza, contro l'Austria il 16 maggio 1965, dopo 54 partite (e 4 gol) con la maglia dell'URSS.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ritiratosi dall'attività di calciatore nel 1966, Netto iniziò l'anno seguente quella di allenatore. I ciprioti dell'Omonia Nicosia furono il suo primo club, seguito dai connazionali dello Šinnik Jaroslavl' e dalla Nazionale iraniana.

Nel 1977 passò ai greci del Panionios, per poi fare rientro in Unione Sovietica, presso gli azeri del Neftchi Baku.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Spartak Mosca: 1952, 1953, 1956, 1958, 1962
Spartak Mosca: 1950, 1958, 1963, 1965

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Melbourne 1956
Francia 1960

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine di Lenin - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bulgaria football team lost to Soviet Union 1:2, 15 July 1952, eu-football.info. URL consultato il 13 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Soviet Union football team lost to Yugoslavia 1:3, 22 July 1952, eu-football.info. URL consultato il 13 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Soviet Union football team defeated Sweden 7:0, 8 September 1954, eu-football.info. URL consultato il 13 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Soviet Union national team v India, 16 September 1955, eu-football.info. URL consultato il 13 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Igor' Netto, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. (carriera da allenatore)
  • (DEENIT) Igor' Netto, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. (carriera da calciatore)
  • (ENRUCS) Igor' Netto, su EU-Football.info.
  • (EN) Igor' Netto, su National-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
Controllo di autorità VIAF: (EN75089699 · LCCN: (ENn00108587