Humanz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Humanz
ArtistaGorillaz
Tipo albumStudio
Pubblicazione28 aprile 2017
Durata49:19
Dischi1
Tracce20
GenereAlternative hip hop[1]
Musica elettronica[2]
EtichettaParlophone, Warner Bros.
ProduttoreGorillaz, The Twilite Tone of DAP, Remi Kabaka
FormatiCD, 2 CD, 2 LP, 14 LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro  Regno Unito[3]
(vendite: 100 000+)
Gorillaz - cronologia
Album successivo
(2018)
Singoli
  1. Saturnz Barz
    Pubblicato: 23 marzo 2017
  2. Andromeda
    Pubblicato: 23 marzo 2017
  3. We Got the Power
    Pubblicato: 23 marzo 2017
  4. Ascension
    Pubblicato: 23 marzo 2017
  5. Let Me Out
    Pubblicato: 6 aprile 2017
  6. Strobelite
    Pubblicato: 4 agosto 2017
  7. Busted and Blue
    Pubblicato: 1º settembre 2017
  8. Garage Palace
    Pubblicato: 31 ottobre 2017

Humanz è il quinto album in studio del gruppo musicale britannico Gorillaz, pubblicato il 28 aprile 2017 dalla Parlophone.[4]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della pubblicazione del quarto album The Fall, circolarono voci riguardo a dissidi tra i due membri fondatori del gruppo, Damon Albarn e Jamie Hewlett, i quali rivelarono di aver messo in pausa il progetto.[5][6]

Verso la fine del 2014, durante una festa svoltasi al termine di un concerto di Albarn per il suo album da solista Everyday Robots, lo stesso si è riavvicinato a Hewlett e di comune accordo hanno deciso di riprendere in mano i Gorillaz, mettendosi al lavoro poco tempo dopo.[7] Nel mese di ottobre di quell'anno Albarn ha rivelato di essere «nel processo di riattivare i Gorillaz per il 2016»,[8] iniziando il processo di registrazione nel successivo settembre 2015.[9] Anche Hewlett, dopo aver pubblicato nuovi disegni dei componenti virtuali dei Gorillaz su Instagram, ha confermato il ritorno in via ufficiale del gruppo.[10]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 gennaio 2017 i Gorillaz hanno pubblicato il videoclip per il brano Hallelujah Money, realizzato con la partecipazione vocale di Benjamin Clementine.[11]

Il successivo 23 marzo sono stati pubblicati contemporaneamente i singoli Saturnz Barz, Andromeda, We Got the Power e Ascension, dopo essere stati presentati in anteprima su alcune emittenti radiofoniche britanniche.[12] Il successivo 6 aprile è stato reso disponibile il quinto singolo Let Me Out, inciso con Mavis Staples e Pusha T.[13]

Il 10 giugno si è svolto il Demon Dayz Festival, primo festival creato dal gruppo durante il quale è stato proposto gran parte di Humanz.[14] Il 4 agosto è stato pubblicato Strobelite,[15] accompagnato pochi giorni più tardi dal relativo videoclip.[16]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche dei Gorillaz, eccetto dove indicato.

Edizione standard[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro: I Switched My Robot Off – 0:23
  2. Ascension (ft. Vince Staples) – 2:35 (Gorillaz, Vince Staples)
  3. Strobelite (ft. Peven Everett) – 4:32 (Gorillaz, Peven Everett)
  4. Saturnz Barz (ft. Popcaan) – 3:01 (Gorillaz, Popcaan)
  5. Momentz (ft. De La Soul) – 3:16 (Gorillaz, De La Soul)
  6. Interlude: The Non-Conformist Oath – 0:21
  7. Submission (ft. Danny Brown & Kelela) – 3:21 (Gorillaz, Danny Brown, Kelela)
  8. Charger (ft. Grace Jones) – 3:33 (Gorillaz, Grace Jones)
  9. Interlude: Elevator Going Up – 0:04
  10. Andromeda (ft. D.R.A.M.) – 3:17 (Gorillaz, D.R.A.M.)
  11. Busted and Blue – 4:37
  12. Interlude: Talk Radio – 0:19
  13. Carnival (ft. Anthony Hamilton) – 2:15 (Gorillaz, Anthony Hamilton)
  14. Let Me Out (ft. Mavis Staples & Pusha T) – 2:55 (Gorillaz, Mavin Staples, Pusha T)
  15. Interlude: Penthouse – 0:11
  16. Sex Murder Party (ft. Jamie Principle & Zebra Katz) – 4:19 (Gorillaz, Jamie Principle, Zebra Katz)
  17. She's My Collar (ft. Kali Uchis) – 3:29 (Gorillaz, Kali Uchis)
  18. Interlude: The Elephant – 0:11
  19. Hallelujah Money (ft. Benjamin Clementine) – 4:23 (Gorillaz, Benjamin Clementine)
  20. We Got the Power (Version 2:18:482) (ft. Jehnny Beth) – 2:17 (Gorillaz, Jehnny Beth)
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Interlude: New World – 1:23
  2. The Apprentice (ft. Rag'n'Bone Man, Zebra Katz & Ray BLK) – 3:55 (Gorillaz, Rag'n'Bone Man, Zebra Katz, Ray BLK)
  3. Halfway to the Halfway House (ft. Peven Everett) – 3:57 (Gorillaz, Peven Everett)
  4. Out of Body (ft. Kilo Kish, Zebra Katz & Imani Vonshà) – 3:44 (Gorillaz, Kilo Kish, Zebra Katz, Imani Vonshà)
  5. Ticker Tape (ft. Carly Simon & Kali Uchis) – 4:28 (Gorillaz, Carly Simon, Kali Uchis)
  6. Circle of Friendz (ft. Brandon Markell Holmes) – 2:09

Edizione super deluxe[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1
  • Lato A
  1. Intro: I Switched My Robot Off – 0:23
  2. Ascension (ft. Vince Staples) – 2:36 (Gorillaz, Vince Staples)
  • Lato B
  1. Long Beach – 3:23
Disco 2
  • Lato A
  1. Strobelite (ft. Peven Everett) – 4:33 (Gorillaz, Peven Everett)
  • Lato B
  1. Colombians – 3:57
Disco 3
  • Lato A
  1. Saturnz Barz (ft. Popcaan) – 3:02 (Gorillaz, Popcaan)
  • Lato B
  1. Duetz – 2:43
Disco 4
  • Lato A
  1. Momentz – 3:17 (Gorillaz, De La Soul)
  • Lato B
  1. Midnite Float (ft. Azekel) – 3:58 (Gorillaz, Azekel)
Disco 5
  • Lato A
  1. Interlude: The Non-Conformist Oath – 0:22
  2. Submission (ft. Danny Brown & Kelela) – 3:22 (Gorillaz, Danny Brown, Kelela)
  • Lato B
  1. Grilling with His Face – 2:14
Disco 6
  • Lato A
  1. Charger (ft. Grace Jones) – 3:35 (Gorillaz, Grace Jones)
  • Lato B
  1. Charger (Alternative Version ft. Pauline Black) – 2:57 (Gorillaz, Pauline Black, Anthony Khan)
Disco 7
  • Lato A
  1. Interlude: Elevator Going Up – 0:02
  2. Andromeda (ft. D.R.A.M.) – 3:18 (Gorillaz, D.R.A.M.)
  • Lato B
  1. Andromeda (D.R.A.M. Special) – 4:00 (Gorillaz, D.R.A.M.)
Disco 8
  • Lato A
  1. Busted and Blue – 4:37
  • Lato B
  1. Busted and Blue (Faia Younan Special) – 3:41 (Gorillaz, Faia Younan)
Disco 9
  • Lato A
  1. Interlude: Talk Radio – 0:20
  2. Carnival (ft. Anthony Hamilton) – 2:15 (Gorillaz, Anthony Hamilton)
  • Lato B
  1. Carnival (2D Special ft. Anthony Hamilton) – 2:15 (Gorillaz, Anthony Hamilton)
Disco 10
  • Lato A
  1. Let Me Out (ft. Mavis Staple & Pusha T) – 3:13 (Gorillaz, Mavis Staple & Pusha T)
  • Lato B
  1. Five Whales in a Dream – 2:37
Disco 11
  • Lato A
  1. Interlude: Penthouse – 0:12
  2. Sex Murder Party (ft. Jamie Principle & Zebra Katz) – 4:19 (Gorillaz, Jamie Principle, Zebra Katz)
  • Lato B
  1. Garage Palace (ft. Little Simz) – 2:30 (Gorillaz, Little Simz)
Disco 12
  • Lato A
  1. She's My Collar (ft. Kali Uchis) – 3:30 (Gorillaz, Kali Uchis)
  • Lato B
  1. She's My Collar (Kali Uchis Spanish Special) – 2:50 (Gorillaz, Kali Uchis)
Disco 13
  • Lato A
  1. Interlude: The Elephant – 0:08
  2. Hallelujah Money (ft. Benjamine Clementine) – 4:26 (Gorillaz, Benjamine Clementine)
  • Lato B
  1. Phoenix on the Hill (ft. Sidiki Diabate) – 3:22 (Gorillaz, Sidiki Diabate)
Disco 14
  • Lato A
  1. We Got the Power (ft. Jehnny Beth) – 2:18 (Gorillaz, Jehnny Beth)
  • Lato B
  1. Tranzformer – 2:40

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
  • Gorillazvoce, strumentazione
  • Ben Mendelsohn – voce narrante (tracce 1, 5, 9, 12, 15, 18 e 21)
  • Vince Staples – voce (traccia 2)
  • The Humanz – voci aggiuntive (tracce 2-5, 7, 14, 19, 24 e 26)
  • Peven Everett – voce (tracce 3 e 23), tastiera aggiuntiva (tracce 3 e 23)
  • Popcaan – voce (traccia 4)
  • De La Soul – voci aggiuntive (traccia 5)
  • Azekel – voce aggiuntiva (traccia 5)
  • Jean-Michel Jarresintetizzatore (tracce 5 e 20)
  • Danny Brown – voce (traccia 7)
  • Kelela – voce (traccia 7), voce aggiuntiva (traccia 11)
  • Graham Coxon – chitarra aggiuntiva (traccia 7)
  • Grace Jones – voce (traccia 8)
  • D.R.A.M. – voce (traccia 10), voce aggiuntiva (traccia 20)
  • Roses Gabor – voce aggiuntiva (traccia 10)
  • Anthony Hamilton – voce (traccia 13)
  • Mavis Staples – voce (traccia 14)
  • Pusha T – voce (traccia 14)
  • Jamie Principle – voce (traccia 16)
  • Zebra Katz – voce (tracce 16 e 22)
  • Kali Uchis – voce (traccia 17)
  • Benjamin Clementine – voce (traccia 19)
  • Jehnny Beth – voce (traccia 20)
  • Noel Gallagher – voce aggiuntiva (traccia 20)
  • Rag'n'Bone Man – voce (traccia 22)
  • Ray BLK – voce (traccia 22)
  • Kilo Kish – voce (traccia 24)
  • Imani Vonshà – voce (traccia 24)
  • Karli Simon – voce (traccia 25)
  • Kali Uchis – voce (traccia 25)
  • Cheick Tidiane – tastiera aggiuntiva (traccia 25)
  • Brandon Markell Holmes – voce aggiuntiva (traccia 26)
Produzione
  • Gorillaz – produzione
  • The Twilite Tone of DAP – produzione
  • Remi Kabaka – produzione
  • Stephen Sedgwick – ingegneria del suono, missaggio
  • Samuel Egglenton – assistenza tecnica agli Studio 13 (eccetto tracce 1, 6, 8, 9, 12, 15, 18 e 21), ingegneria del suono aggiuntiva (traccia 8)
  • KT Pipal – assistenza tecnica ai Mission Sound (tracce 2-5, 7, 17, 19, 22-26)
  • Michael Law Thomas – ingegneria del suono aggiuntiva ai 4220 Feng Shui Studios (traccia 2 e 24)
  • Casey Cuyao – assistenza tecnica ai 4220 Feng Shui Studios (traccia 2)
  • Morgan Garcia – ingegneria del suono aggiuntiva agli Upstair Studio Atlanta (traccia 6)
  • J.U.S. – ingegneria del suono aggiuntiva (traccia 7)
  • Paul Bailey – ingegneria del suono aggiuntiva ai Thomas Crown Studios (traccia 14)
  • Alex Baez – assistenza tecnica ai Chicago Recording Company (traccia 14)
  • Jonathan Lackey – assistenza tecnica ai Chicago Recording Company (traccia 14)
  • Fraser T Smith – produzione aggiuntiva (traccia 22)
  • Manon Grandjean – assistenza tecnica ai Matrix Studios (traccia 22)
  • Ben Taylor – ingegneria del suono aggiuntiva agli Hot Tin Roof Studios (traccia 25)
  • Wes Maebe – ingegneria del suono aggiuntiva agli Hot Tin Roof Studios (traccia 25)
  • John Davis – mastering

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2017) Posizione
massima
Australia[17] 4
Austria[17] 1
Belgio (Fiandre)[17] 1
Belgio (Vallonia)[17] 3
Canada[18] 2
Danimarca[17] 6
Finlandia[17] 10
Francia[17] 2
Germania[17] 3
Irlanda[19] 2
Italia[17] 3
Norvegia[17] 4
Nuova Zelanda[17] 3
Paesi Bassi[17] 6
Portogallo[17] 3
Regno Unito[20] 2
Regno Unito (download)[21] 2
Regno Unito (physical)[22] 1
Regno Unito (vinyl)[23] 1
Scozia[24] 1
Spagna[17] 4
Stati Uniti[18] 2
Stati Uniti (alternative)[18] 1
Stati Uniti (digital)[18] 1
Stati Uniti (rock)[18] 1
Svezia[17] 9
Svizzera[17] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Andrew Lockwood, Gorillaz - Humanz Album Review, su contactmusic.com, Contact Music, 31 maggio 2017. URL consultato il 30 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Gorillaz - Humanz Album Review, su chicagotribune.com, Chicago Tribune. URL consultato il 30 giugno 2018.
  3. ^ (EN) Humanz, su British Phonographic Industry. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  4. ^ Amy Phillips, Jazz Monroe, Gorillaz Announce New Album Humanz Featuring Grace Jones, Danny Brown, Mavis Staples, More, su pitchfork.com, Pitchfork, 23 marzo 2017. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) John Harris, Damon Albarn: Gorillaz, heroin and the last days of Blur, su theguardian.com, The Guardian, 7 aprile 2012. URL consultato il 21 marzo 2020.
  6. ^ (EN) Alex Young, Jamie Hewlett addresses future of Gorillaz, confirms new Blur album, su Consequence, 23 giugno 2013. URL consultato il 24 marzo 2017.
  7. ^ (EN) Lane Brown, Damon Albarn and Noel Gallagher on Their Gorillaz Team-Up, su vulture.com, Vulture, 25 aprile 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  8. ^ (EN) Andrew Drever, Damon Albarn turns into a solo man with Everyday Robots, su smh.com.au, The Sydney Morning Herald, 17 ottobre 2014. URL consultato il 21 marzo 2020.
  9. ^ (EN) Conor Duffy, Gorillaz to start work on first new album in five years, says frontman Damon Albarn, su abc.net.au, Australian Broadcasting Corporation, 16 luglio 2015. URL consultato il 21 marzo 2020.
  10. ^ (EN) Dean Van Nguyen, Gorillaz creator Jamie Hewllet: 'Yes Gorillaz Returns', su nme.com, New Musical Express, 31 gennaio 2015. URL consultato il 21 marzo 2020.
  11. ^ (EN) Jon Blistein, Hear Gorillaz' First Song in Six Years, 'Hallelujah Money', su rollingstone.com, Rolling Stone, 19 gennaio 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  12. ^ (EN) Gorillaz, IT'S HERE., su twitter.com, Twitter, 23 marzo 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  13. ^ (EN) Alex Young, Gorillaz bring together Mavis Staples and Pusha T on "Let Me Out" — listen, su Consequence, 6 aprile 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  14. ^ (EN) Gorillaz Launch Festival, Announce First Show Since 2010, su pitchfork.com, Pitchfork, 6 marzo 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  15. ^ Strobelite (feat. Peven Everett) [Radio Edit] - Single, su itunes.apple.com, iTunes. URL consultato il 21 marzo 2020.
  16. ^ (EN) Daniel Kreps, Watch Gorillaz Tear Up Dance Floor in 'Strobelite' Video, su rollingstone.com, Rolling Stone, 7 agosto 2017. URL consultato il 21 marzo 2020.
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Gorillaz - Humanz, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  18. ^ a b c d e (EN) Gorillaz - Chart history, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 25 settembre 2018.
  19. ^ (EN) Official Irish Albums Chart Top 100: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  20. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  22. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  23. ^ (EN) Official Vinyl Albums Chart Top 40: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  24. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 05 May 2017 - 11 May 2017, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]