Jamie Hewlett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jamie Hewlett a una conferenza alla British Library, 2014.

Jamie Christopher Hewlett (Londra, 3 aprile 1968) è un fumettista e character designer britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha conseguito una certa fama e successo nel 2001 quando insieme all'amico musicista Damon Albarn, frontman della nota band inglese Blur, decise di realizzare una cartoon band, dando vita ai Gorillaz. Hewlett ha così disegnato ed animato i quattro membri virtuali della band che sono Stuart 2D Pot, Murdoc Nicalls, Russel Hobbs e Noodle ed ha anche diretto i video musicali della cartoon band.

Ha ideato e realizzato insieme ad Alan Martin la serie a fumetti Tank Girl, che ha riscosso un buon successo a livello internazionale, e dalla quale è stato poi tratto un film con Lori Petty come protagonista.

Una tra le teoria più attendibili sull'identità di Banksy lo vorrebbe come il volto dietro al misterioso artista. Infatti un esperto forense ha affermato che Jamie Hewlett è senz'altro l'artista senza nome di Bristol. L'esperto, che ha chiesto di rimanere anonimo, dice che ha seguito tutti i flussi finanziari del maestro dei graffiti e ha potuto notare in modo inequivocabile che questi dati finanziari mostrano che un "J Hewlett" è associato a ogni azienda nota per essere collegata anche all'artista anonimo. Un famoso stencil dei gorilla di Banksy appare nel video musicale ufficiale dei Gorillaz per Tomorrow Comes Today. Inoltre Bansky è l'autore della copertina dell'album Think Tank per Albarn's Blur. La pubblicista di Banksy, Joanna Brooks, ha detto a The Metro in un'e-mail: "Posso confermare che Jamie Hewlitt non è l'artista Banksy". L'esperto ha fatto notare che: “È Jamie Hewlett, non Hewlitt". L'esperto, sulla trentina, ha scoperto la pista dopo aver cercato in Companies House, un sito che registra le informazioni aziendali al pubblico.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27202695 · ISNI (EN0000 0000 8106 0742 · Europeana agent/base/64797 · LCCN (ENno2005100704 · GND (DE1137352787 · BNF (FRcb13085389v (data) · BNE (ESXX4694703 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005100704