Clint Eastwood (Gorillaz)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Clint Eastwood
Gorillaz - Clint Eastwood.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaGorillaz
Tipo albumSingolo
Pubblicazione5 marzo 2001 Regno Unito
7 agosto 2001 Stati Uniti
Durata5:55
Album di provenienzaGorillaz
GenereAlternative hip hop
EtichettaParlophone
ProduttoreGorillaz, Dan the Automator
FormatiCD, 12", MC
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Gorillaz - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(2001)

Clint Eastwood è un singolo del gruppo musicale britannico Gorillaz, pubblicato il 5 marzo 2001 come primo estratto dal primo album in studio Gorillaz.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Clint Eastwood è un mix di musica elettronica e rock con campionamenti dalla musica di classici del western come Il buono, il brutto, il cattivo (che aveva per protagonista l'attore Clint Eastwood). Il testo è rappato da Del tha Funkee Homosapien, mostrato come un fantasma blu nel video, mentre il ritornello è cantato da Damon Albarn sotto le vesti di 2D.

Nelle performance dal vivo viene usato un testo alternativo per la parte rap, che viene cantata da Phi Life Cypher invece che da Del tha Funkee Homosapien.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip è stato realizzato a cartoni animati e diretto da Jamie Hewlett e Pete Candeland. Il video comincia con il logo dei Gorillaz in rosso su sfondo nero, e con la frase, tratta dal film del 1978 Zombi "Every dead body that is not exterminated, gets up and kills. The people it kills, get up and kill", in giapponese, quindi in inglese. In una versione censurata tale frase è stata omessa, perché ritenuta offensiva. Questa frase è utilizzata anche nella parte iniziale del testo della canzone Hip Albatross presente nella raccolta G Sides.

Il video e lo stesso nome del brano sono un riferimento al famoso film con l'attore Clint Eastwood Il buono, il brutto, il cattivo, il cui tema può essere sentito all'inizio del video. Il famoso ritornello del brano, "I ain't happy, I'm feeling glad. I got sunshine in a bag", è un riferimento ai soldi nella borsa che il personaggio di Clint Eastwood porta via con sé alla fine del film. Nel video il gruppo dei Gorillaz si trova ad affrontare delle scimmie-zombi, che si risvegliano all'interno di un cimitero, sotto la pioggia battente per mano dello spirito di Del uscito dalla testa di Russel. In una scena gli zombi eseguono la coreografia del video di Michael Jackson Thriller.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Europa)
  1. Clint Eastwood (Ed Case Refix Edit) – 3:42
  2. Clint Eastwood (Original Mix Edit) – 3:44
CD promozionale (Stati Uniti)
  1. Clint Eastwood (Original Mix Edit) – 3:44
  2. Clint Eastwood (Ed Case Refix Edit) – 3:42
  3. Clint Eastwood (Phi Life Cypher) – 4:57
  4. Clint Eastwood (Call Out Hook) – 0:17
CD singolo (Europa)
  1. Clint Eastwood – 5:54
  2. Dracula – 4:41
CD maxi-singolo (Australia, Europa), MC (Regno Unito)
  1. Clint Eastwood – 5:55
  2. Clint Eastwood (Ed Case Refix) – 3:41
  3. Dracula – 4:41
  4. Clint Eastwood (Enhanced Video) – 4:33 – assente nell'edizione MC
12" (Italia, Regno Unito)
  • Lato A
  1. Clint Eastwood – 5:55
  • Lato B
  1. Clint Eastwood (Ed Case Refix) – 3:41
  2. Clint Eastwood (Phi Life Cypher) – 4:57

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2001) Posizione
massima
Australia[2] 17
Austria[2] 2
Belgio (Fiandre)[2] 21
Belgio (Vallonia)[2] 11
Canada[3] 2
Danimarca[2] 16
Finlandia[3] 6
Francia[2] 17
Germania[2] 2
Italia[2] 1
Norvegia[2] 13
Nuova Zelanda[2] 12
Paesi Bassi[2] 26
Regno Unito[4] 4
Scozia[5] 4
Stati Uniti 57
Stati Uniti (alternative) 3
Stati Uniti (hot dance club play) 6
Svezia[2] 7
Svizzera[2] 3
Turchia[6] 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clint Eastwood (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m (NL) Gorillaz - Clint Eastwood, Ultratop. URL consultato il 1º luglio 2018.
  3. ^ a b "Nelly Furtado ft. Missy Elliott - Do It". aCharts.us.
  4. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 11 March 2001 - 17 March 2001, Official Charts Company. URL consultato il 1º luglio 2018.
  5. ^ (EN) Official Scottish Singles Chart Top 100: 11 March 2001 - 17 March 2001, Official Charts Company. URL consultato il 1º luglio 2018.
  6. ^ Turkish Airplay Chart Archiviato il 20 aprile 2008 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]