Heilbronn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Heilbronn
Città extracircondariale
Heilbronn – Stemma
Heilbronn – Veduta
Municipio
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Baden-Württemberg.svg Baden-Württemberg
DistrettoStoccarda
CircondarioNon presente
Amministrazione
SindacoHelmut Himmelsbach
Territorio
Coordinate49°09′N 9°13′E / 49.15°N 9.216667°E49.15; 9.216667 (Heilbronn)Coordinate: 49°09′N 9°13′E / 49.15°N 9.216667°E49.15; 9.216667 (Heilbronn)
Altitudine157 m s.l.m.
Superficie99,88 km²
Abitanti122 567[1] (31-12-2015)
Densità1 227,14 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale74001–74081
Prefisso07131, 07066
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis08 1 21 000
TargaHN
PatronoSan Chiliano
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Heilbronn
Heilbronn
Heilbronn – Mappa
Sito istituzionale

Heilbronn è una città extracircondariale tedesca situata nel Land del Baden-Württemberg.

Si trova sulle rive del fiume Neckar, è una città indipendente, fa parte del distretto governativo di Stoccarda ed è sede amministrativa del "Kreis" circondario di Heilbronn.

Heilbronn (lett. "pozzo della salute") è una città a forte densità industriale, con un'alta percentuale di immigrati e ben collegata, oltre che a Stoccarda, a Heidelberg e Karlsruhe. A Heilbronn nasce la storica azienda alimentare Knorr e poco fuori dalla città sorgono gli stabilimenti della nota casa automobilistica Audi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima menzione della città di Heilbronn risale al 747. Nel 1371 l'imperatore Carlo IV le accorda il privilegio di città libera dell'Impero e di autogovernarsi con istituzioni autonome.

Nel 1633 nella Guerra dei trent'anni la Francia, visto che la sorte del conflitto sembrava volgere a favore degli Asburgo, decise di aumentare l'appoggio offerto ai protestanti e, insieme ad Oxenstierna, patrocinò la formazione della Lega di Heilbronn, un'alleanza tra la Svezia e gli stati di Renania, Svevia e Franconia, con il supporto economico francese, per "le libertà tedesche e la soddisfazione svedese". Ma gli stati orientali, Sassonia e Brandeburgo, sollevarono obiezioni: la Sassonia rifiutò di unirsi alla lega, e Oxenstierna poté solo convincere Giovanni Giorgio ad unirsi alla campagna di primavera con operazioni separate in Slesia. Invece, Giorgio Guglielmo di Brandeburgo era in contrasto con la Svezia per il possesso della Pomerania, sulla quale accampava diritti ereditari; in seguito al rifiuto svedese di evacuare la regione, il Brandeburgo e i Circoli della Bassa e Alta Sassonia rifiutarono di unirsi alla Lega di Heilbronn, che rimase quindi confinata alla Germania sud-occidentale.

Heilbronn rimase città imperiale del Sacro Romano Impero, fino alla mediatizzazione del 1802-1803.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di san Chiliano a Heilbronn
Palazzo Deutschhof di Heilbronn

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN169808364 · GND (DE4024025-3 · BNF (FRcb11937263m (data)
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania