Dinkelsbühl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dinkelsbühl
comune
Dinkelsbühl – Stemma
Dinkelsbühl – Veduta
Localizzazione
StatoGermania Germania
LandFlag of Bavaria (striped).svg Baviera
DistrettoMittelfranken Wappen.svg Media Franconia
CircondarioAnsbach
Territorio
Coordinate49°04′15″N 10°19′10″E / 49.070833°N 10.319444°E49.070833; 10.319444 (Dinkelsbühl)Coordinate: 49°04′15″N 10°19′10″E / 49.070833°N 10.319444°E49.070833; 10.319444 (Dinkelsbühl)
Altitudine442 m s.l.m.
Superficie75,19 km²
Abitanti11 538[1] (31-12-2015)
Densità153,45 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale91550
Prefisso09851
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis09 5 71 136
TargaAN, DKB
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Dinkelsbühl
Dinkelsbühl
Sito istituzionale

Dinkelsbühl è una città tedesca situata nel circondario di Ansbach, nel land della Baviera.

La città si trova sul percorso della cosiddetta Romantische Straße e il suo centro storico è caratterizzato dalla presenza di edifici risalenti al medioevo, case a graticcio e da ben 16 torri. La cattedrale di San Giorgio è una delle più belle cattedrali tardogotiche di tutta la Germania. Di notte viene ancora rispettata l'usanza del guardiano notturno che compie la sua ronda nel centro storico illuminato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La cittadina ricevette nel 1305 dall'imperatore Enrico V gli stessi diritti municipali di Ulma. Nel 1351 fu riconosciuta città libera dell'Impero e la saggezza del suo governo è documentata nella collezione di leggi conosciuta come "Diritto di Dinkelsbühl". Con la riforma protestante divenne come altre città una città imperiale paritaria (Paritätische Reichsstadt, ufficializzando con la Pace di Vestfalia la sua amministrazione di pari diritti tra cattolici e protestanti (Gleichberechtigung) fino alla sua mediatizzazione nel 1802, quando fu annessa dalla Baviera.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Qui nel 1974 venne girato L'enigma di Kaspar Hauser, un film del regista tedesco Werner Herzog.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN139577953 · GND: (DE4012358-3 · BNF: (FRcb11973549r (data)
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania