Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Formula 1 stagione 1963.

Stati Uniti Gran Premio degli Stati Uniti d'America 1963
119º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 8 di 10 del Campionato 1963
Watkins Glen International Track Map-1960-1970.svg
Data 6 ottobre 1963
Nome ufficiale VI United States Grand Prix
Circuito Watkins Glen International
Percorso 3,701 km
circuito permanente
Distanza 110 giri, 407,110 km
Clima sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Graham Hill Regno Unito Jim Clark
BRM in 1'13"4 Lotus - Climax in 1'14"5
Podio
1. Regno Unito Graham Hill
BRM
2. Stati Uniti Richie Ginther
BRM
3. Regno Unito Jim Clark
Lotus - Climax

Il Gran Premio degli Stati Uniti 1963 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 6 ottobre 1963 sul Circuito di Watkins Glen. La gara fu vinta da Graham Hill, alla guida di una BRM.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Scuderia Costruttore Tempo Distacco
1 1 Regno Unito Graham Hill Owen Racing Organisation BRM 1'13"4
2 8 Regno Unito Jim Clark Team Lotus Lotus - Climax 1'13"5 +0"1
3 23 Regno Unito John Surtees Scuderia Ferrari Ferrari 1'13"7 +0"3
4 2 Stati Uniti Richie Ginther Owen Racing Organisation BRM 1'14"0 +0"6
5 5 Australia Jack Brabham Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 1'14"2 +0"8
6 6 Stati Uniti Dan Gurney Brabham Racing Organisation Brabham - Climax 1'14"5 +1"1
7 9 Regno Unito Trevor Taylor Team Lotus Lotus - Climax 1'15"6 +2"2
8 17 Stati Uniti Masten Gregory Reg Parnell Racing Lola - Climax 1'15"6 +2"2
9 24 Italia Lorenzo Bandini Scuderia Ferrari Ferrari 1'15"8 +2"4
10 4 Sudafrica Tony Maggs Cooper Car Company Cooper - Climax 1'15"8 +2"4
11 3 Nuova Zelanda Bruce McLaren Cooper Car Company Cooper - Climax 1'15"9 +2"5
12 11 Svezia Jo Bonnier Rob Walker Racing Team Cooper - Climax 1'16"3 +2"9
13 10 Messico Pedro Rodríguez Team Lotus Lotus - Climax 1'16"5 +3"1
14 14 Svizzera Jo Siffert Siffert Racing Team Lotus - BRM 1'16"5 +3"1
15 25 Stati Uniti Phil Hill Automobili Turismo e Sport ATS 1'16"5 +3"1
16 16 Stati Uniti Jim Hall British Racing Partnership Lotus - BRM 1'17"1 +3"7
17 18 Stati Uniti Rodger Ward Reg Parnell Racing Lotus - BRM 1'19"2 +5"8
18 22 Stati Uniti Hap Sharp Reg Parnell Racing Lotus - BRM 1'20"0 +6"6
19 12 Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort Ecurie Maarsbergen Porsche 1'22"3 +8"9
20 26 Italia Giancarlo Baghetti Automobili Turismo e Sport ATS 1'25"2 +11"8
21 21 Canada Peter Broeker Canadian Stebro Racing Stebro - Ford 1'28"6 +15"2
WD 7 Stati Uniti Walt Hansgen Privato Lotus - Climax
WD 15 Regno Unito Innes Ireland British Racing Partnership BRP - BRM
WD 19 Canada Ernie de Vos Canadian Stebro Racing Stebro - Ford

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Prima del via Clark rimase fermo sulla griglia a causa di un problema alla batteria, perdendo così un giro rispetto ai rivali. Alla partenza Hill e Ginther presero il comando della corsa, ma entrambi furono poi sopravanzati da Surtees, che al 7º giro passò in prima posizione. Hill, Surtees e Gurney, che aveva avuto la meglio su Ginther nelle prime fasi, si contesero le prime posizioni per gran parte della gara, ma dopo 42 tornate il pilota della Brabham fu costretto al ritiro per dei problemi al telaio.

Surtees rimase saldamente in testa fino all'ottantatreesimo passaggio, quando sulla sua Ferrari si ruppe il motore; Hill ritornò in prima posizione, conducendo fino al traguardo e conquistando la seconda vittoria stagionale davanti a Ginther, Clark (autore di una grande rimonta e del giro più veloce), Brabham, Bandini e de Beaufort, ultimo dei piloti a punti.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 1 Regno Unito Graham Hill BRM 110 2h19'22"1 1 9
2 2 Stati Uniti Richie Ginther BRM 110 +34"3 4 6
3 8 Regno Unito Jim Clark Lotus - Climax 109 +1 giro 2 4
4 5 Australia Jack Brabham Brabham - Climax 108 +2 giri 5 3
5 24 Italia Lorenzo Bandini Ferrari 106 +4 giri 9 2
6 12 Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort Porsche 99 +11 giri 19 1
7 21 Canada Peter Broeker Stebro - Ford 88 +22 giri 21
8 11 Svezia Jo Bonnier Cooper - Climax 85 +25 giri 12
9 23 Regno Unito John Surtees Ferrari 82 Motore 3
10 16 Stati Uniti Jim Hall Lotus - BRM 76 Cambio 16
11 3 Nuova Zelanda Bruce McLaren Cooper - Climax 74 Iniezione benzina 11
Rit 14 Svizzera Jo Siffert Lotus - BRM 56 Cambio 14
Rit 18 Stati Uniti Rodger Ward Lotus - BRM 44 Cambio 17
Rit 4 Sudafrica Tony Maggs Cooper - Climax 44 Motore 10
Rit 6 Stati Uniti Dan Gurney Brabham - Climax 42 Telaio 6
Rit 10 Messico Pedro Rodríguez Lotus - Climax 36 Motore 13
Rit 9 Regno Unito Trevor Taylor Lotus - Climax 24 Accensione 7
Rit 17 Stati Uniti Masten Gregory Lola - Climax 14 Motore 8
Rit 22 Stati Uniti Hap Sharp Lotus - BRM 6 Problema meccanico 18
Rit 25 Stati Uniti Phil Hill ATS 4 Pompa dell'olio 15
Rit 26 Italia Giancarlo Baghetti ATS 0 Pompa dell'olio 20

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

  • 7° vittoria per la BRM
  • 50º Gran Premio per la Lotus
  • 1° e unico Gran Premio per la Stebro

Motori[modifica | modifica wikitesto]

  • 7° vittoria per il motore BRM
  • 1º Gran Premio per il motore Ford

Giri al comando[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti[3]
1 Regno Unito Lotus - Climax 51 (56)
2 Regno Unito BRM 35 (37)[2]
3 Italia Ferrari 24
4 Regno Unito Cooper - Climax 21
5 Regno Unito Brabham - Climax 18
6 Regno Unito BRP - BRM 6
7 Germania Porsche 5
8 Regno Unito Lotus - BRM 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Solo i sei migliori risultati ottenuti da ciascun pilota erano conteggiati al fine dell'assegnazione del Titolo Piloti. I numeri tra parentesi indicano i punti totali conquistati, quelli fuori dalle parentesi i punti conteggiati per l'assegnazione del Titolo.
  2. ^ a b I quattro punti del terzo posto conquistato nel Gran Premio di Francia non furono conteggiati a Graham Hill e alla sua squadra perché il pilota della BRM era stato spinto in partenza.
  3. ^ Nel Campionato Costruttori erano considerati validi solo i punti ottenuti dal pilota meglio piazzato di ciascun Costruttore; solo i sei migliori risultati stagionali erano conteggiati per il risultato finale. I numeri tra parentesi indicano i punti totali conquistati, quelli fuori dalle parentesi i punti conteggiati per l'assegnazione del Titolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1963
Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico (1934-1968).svg Flag of South Africa (1928-1994).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1962
Gran Premio degli Stati Uniti d'America
Edizione successiva:
1964
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1