Giuseppe Chiarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Chiarelli
Giuseppe Chiarelli.jpg

Presidente della Corte costituzionale
Durata mandato 22 novembre 1971 –
16 febbraio 1973
Predecessore Giuseppe Branca
Successore Francesco Paolo Bonifacio

Giuseppe Chiarelli (Martina Franca, 15 giugno 1904Roma, 25 luglio 1978) è stato un magistrato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Professore universitario, nominato giudice costituzionale dal presidente della Repubblica Italiana Giovanni Gronchi il 2 febbraio 1961, giura il 16 febbraio 1961. È eletto presidente il 22 novembre 1971 e cessa dalla carica il 16 febbraio 1973.[1]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Lapide nel Municipio di Martina Franca.
Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Giudice costituzionale»
— 29 aprile 1961[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giudici costituzionali dal 1956, Corte costituzionale. URL consultato il 20 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2012).
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
Predecessore Preside della Facoltà di Economia e Commercio
Sapienza Università di Roma
Successore Sapienza stemma.png
Nicola Garrone dal 1952 al 1961 Livio Livi
Controllo di autorità VIAF: (EN90292114 · SBN: IT\ICCU\RAVV\064286 · ISNI: (EN0000 0000 6252 0264 · BNF: (FRcb119663727 (data) · BAV: ADV12490501