Riccardo Chieppa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riccardo Chieppa

Presidente della Corte costituzionale
Durata mandato 5 dicembre 2002 –
23 gennaio 2004
Predecessore Cesare Ruperto
Successore Gustavo Zagrebelsky

Riccardo Chieppa (Roma, 24 maggio 1926) è un magistrato italiano, presidente della Corte costituzionale dal 5 dicembre 2002 al 23 gennaio 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magistrato del Consiglio di Stato, capo del "Servizio affari giuridici e rapporti con gli organi costituzionali" della Presidenza della Repubblica, è stato eletto giudice costituzionale il 17 dicembre 1994; ha giurato il 23 gennaio 1995. È stato eletto presidente il 5 dicembre 2002 ed è cessato dalla carica il 23 gennaio 2004.[1] È stato anche presidente dell'Alta corte di giustizia sportiva.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 1977[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN75543726 · LCCN: (ENn94051901 · SBN: IT\ICCU\MILV\067375 · ISNI: (EN0000 0000 3215 1250