Eyalet di Basra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eyalet di Basra
Eyalet di Basra – Bandiera
Basra Eyalet, Ottoman Empire (1609).png
Dati amministrativi
Nome completoEyalet-i Basra
Lingue ufficialiturco ottomano
Lingue parlateturco ottomano, arabo
CapitaleBasra
Dipendente daImpero ottomano
Politica
Forma di StatoEyalet
Forma di governoEyalet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di StatoSultani ottomani
Nascita1538
Fine1862
Territorio e popolazione
Bacino geograficoBasra
Massima estensione25.570 km2 nel XIX secolo
Economia
Commerci conImpero ottomano
Religione e società
Religioni preminentiIslam
Religione di StatoIslam
Religioni minoritarieCristianesimo, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto daSafavid Flag.svg Dinastia Safavide
Succeduto daImpero Ottomano Vilayet di Baghdad

L'eyalet di Basra (in turco: Eyalet-i Basra) o eyalet di Bàssora, fu un eyalet dell'Impero ottomano nella regione dell'attuale città di Basra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Basra era stata un governo ereditario (mulkiat) per diverso tempo, ma era stata ridotta ad un eyalet ordinario dopo la conquista ottomana ad opera del sultano Maometto IV.[1] Nel 1534, quando gli ottomani catturarono Baghdad, Rashid al-Mughamis, l'emiro beduino che controllava allora Basra, si sottomise spontaneamente ai turchi.[2] Basra divenne una provincia ottomana nel 1538,[3] ed il primo governatore ottomano venne nominato ufficialmente nel 1546.[2] L'eyalet venne successivamente subordinato a quello di Baghdad durante il Governo mamelucco in Iraq e venne separato nuovamente da Baghdad dal 1850 al 1862.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]