Eyalet di Aidin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eyalet di Aidin
Eyalet di Aidin – Bandiera
Eyalet di Aidin - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Eyalet-i Aydın
Lingue ufficiali turco ottomano
Lingue parlate turco ottomano, arabo
Capitale Aidin (1827-1841; 1843-1846)
Izmir (1841-1843; 1846-1864)
Dipendente da Impero ottomano
Politica
Forma di Stato Eyalet
Forma di governo Eyalet elettivo dell'Impero ottomano
Capo di Stato Sultani ottomani
Nascita 1827
Fine 1864
Territorio e popolazione
Bacino geografico Penisola anatolica
Territorio originale Turchia
Economia
Commerci con Impero ottomano
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Religione di Stato Islam
Religioni minoritarie Cristianesimo, Ebraismo
Evoluzione storica
Preceduto da Fictitious Ottoman flag 2.svg Eyalet d'Anatolia
Succeduto da Fictitious Ottoman flag 2.svg Vilayet di Aidin

L'Eyalet di Aidin (in turco:Eyalet-i Aydın) era un eyalet dell'Impero ottomano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che il corpo dei giannizzeri venne abolito nel 1826, la divisione amministrativa dell'impero subì profondi cambiamenti, e l'Eyalet di Anatolia venne diviso in quattro parti distinte, tra cui l'Eyalet di Aidin. Nel 1841 la capitale dell'Eyalet di Aidin venne spostata a İzmir, per poi essere riportata ad Aydın nel 1843. Tre anni più tardi, nel 1846, la capitale venne spostata a Izmir ancora una volta. Con l'adozione della legge del vilayet nel 1864, l'eyalet venne ricreato come Vilayet di Aidin.[1]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Sanjak dell'Eyalet di Aidin a metà del XIX secolo:[2]

  1. Sanjak di Saruhan (Manisa)
  2. Sanjak di Sighala (Izmir)[3]
  3. Sanjak di Aydın
  4. Sanjak di Menteşe (Muğla)
  5. Sanjak di Denizli

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Peter Benedict, Ula: An Anatolian Town, BRILL, 1974, p. 80, ISBN 978-90-04-03882-0.
  2. ^ (EN) James Henry Skene, The three eras of Ottoman history, a political essay on the late reforms of Turkey, considered principally as affecting her position in the event of a war taking place, Chapman and Hall, 1851, p. 74.
  3. ^ Dictionnaire géographique de l'Empire ottoman by Konstantin Georgievich Mostras. Page 14