Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Eleonora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eleonora è un nome proprio di persona italiano femminile[1].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dallìoccitano Aliénor[1] o Ailenor[2], la cui origine è piuttosto dubbia. Una teoria diffusa attribuisce ad Eleonora d'Aquitania il nome di battesimo Aenor o Anor (che è probabilmente la forma latinizzata di un nome germanico di origine ignota[3]), il quale era portato già da sua madre, Aénor di Châtellerault. Secondo tale teoria, il popolo provenzale cominciò a chiamare la figlia alia Aenor, "l'altra Aenor", per distinguerla dalla madre, e divenne così la prima a chiamarsi Eleonora[1][4][5]; tale tesi è però contrastata dalla presenza di altre donne con questo nome antecedenti ad Eleonora d'Aquitania[4], come ad esempio Eleonora di Blois, nata vent'anni prima, per la quale non vi sono ragioni di dubitare che si chiamasse effettivamente così. Rimane il fatto che i due nomi erano usati intercambiabilmente nel Medioevo[4], e ad ogni modo il gioco di parole su "l'altra Aenor" potrebbe essere stato usato di proposito dai genitori di Eleonora d'Aquitania, pur non costituendone la reale etimologia[4].

Teorie alternative indicano Aliénor come, effettivamente, una variante di Aenor[4], o ancora come una forma provenzale di Elena[4][6][7] o, ancora, identificano in Aliénor la radice germanica al ("tutto")[6], il provenzale aloi ("lega metallica")[5] oppure il greco èleos ("compassione", quindi "compassionevole")[7][8].

Il nome conobbe ampia diffusione durante il Medioevo proprio grazie alla popolarità di Eleonora d'Aquitania e anche di Eleonora di Provenza ed Eleonora di Castiglia[1][6].

Va notato che diverse delle sue forme ipocoristiche sono condivise anche con altri nomi: ad esempio, Nora con Onoria e Onorata ed Elle e Nell con Elena.

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia generalmente il 21 febbraio in memoria di Eleonora di Provenza, regina d'Inghilterra, variamente ricordata come santa o come beata[8][9][10] (sebbene il suo culto non sia mai stato ufficializzato[10]). Con questo nome si ricorda ancha la beata Eleonora di Castiglia, regina e mercedaria, festeggiata il 25 gennaio[10].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Eleonora.

Variante Eleanor[modifica | modifica wikitesto]

Variante Elinor[modifica | modifica wikitesto]

Variante Leonora[modifica | modifica wikitesto]

Variante Leonor[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar (EN) Eleanor, su Behind the Name. URL consultato il 17 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Eleanor, Online Etymology Dictionary. URL consultato il 20 luglio 2012.
  3. ^ (EN) Aenor, su Behind the Name. URL consultato il 17 marzo 2012.
  4. ^ a b c d e f Sheard, p. 47.
  5. ^ a b Wheeler, Carmi Parsons, p. 243
  6. ^ a b c (EN) Eleanor, su Baby Names Pedia. URL consultato il 17 marzo 2012.
  7. ^ a b (EN) Eleanor, su Think Baby Names. URL consultato il 17 marzo 2012.
  8. ^ a b Burgio, p. 139.
  9. ^ (EN) Blessed Eleanora, su CatholicSaints.info. URL consultato il 18 marzo 2012.
  10. ^ a b c Sante di nome Eleonora, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 18 marzo 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi