Dustin Poirier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dustin Poirier
DustinPoirier.png
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 175 cm
Peso 66 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Jiu jitsu brasiliano
Categoria Pesi leggeri
Pesi piuma
Squadra Stati Uniti American Top Team
Carriera
Soprannome The Diamond
Combatte da Stati Uniti Lafayette, Stati Uniti
Vittorie 25
per knockout 12
per sottomissione 7
per decisione 6
Sconfitte 5
per knockout 2
per sottomissione 1
per decisione 2
No contest 1
 

Dustin Glenn Poirier (Carencro, 19 gennaio 1989) è un lottatore di arti marziali miste statunitense.

Combatte nella categoria dei pesi leggeri per l'organizzazione UFC, nella quale è campione ad interim dal 2019.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Poirier debutta come professionista nel maggio 2009 con alcuni tornei in Louisiana combattendo nella divisione dei pesi leggeri; qui inanella una serie di vittorie che lo aiutano ad essere segnalato come un ottimo prospetto.

World Extreme Cagefighting[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010, con alle spalle un record personale di 7-0, fa il suo esordio nella prestigiosa organizzazione WEC: l'esordio è tuttavia amaro in quanto si deve arrendere ai punti contro il più esperto Danny Castillo. Si rifà nell'incontro successivo mettendo KO al primo round il marine Zach Micklewright.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011, con l'acquisto della WEC da parte della UFC, Poirier entra a far parte del roster dell'organizzazione guidata da Dana White e decide di scendere nella divisione dei pesi piuma: qui ha subito una grande possibilità potendo affrontare il veterano della WEC Josh Grispi, che avrebbe dovuto sfidare il campione in carica José Aldo ma quest'ultimo risultò indisponibile causa infortunio. Poirier s'impone ai punti.

Successivamente sconfigge per decisione il britannico Jason Young, che rimpiazzava l'infortunato Rani Yahya; ben più convincente la seguente vittoria per sottomissione contro "lo spaventapasseri" Pablo Garza, uno dei pochi pesi piuma sopra i 180 cm di altezza.

Nel gennaio 2012 viene inserito tra i primi dieci lottatori della sua categoria dal sito Sherdog.com e addirittura un top 5 da MMAWeekly.com; quell'anno avrebbe dovuto affrontare un top fighter come Erik Koch, ma quest'ultimo si infortunò e venne sostituito prima da Ricardo Lamas e poi dal debuttante Max Holloway, che Poirier sconfisse per sottomissione al primo round venendo premiato con il premio Submission of the Night.

In maggio sfidò il forte sudcoreano Jung "The Korean Zombie" Chan-Sung, uno dei primi dieci pesi piuma al mondo, in un incontro che sapeva di sfida per un posto come contendente al titolo di Aldo: Poirier venne tuttavia sconfitto nettamente. Torna alla vittoria nel dicembre 2012 quando sottomette al primo round Jonathan Brookins, vincitore della dodicesima stagione del reality show The Ultimate Fighter.

Nel febbraio affrontò il numero sei di categoria Cub Swanson e venne sconfitto ai punti; lo stesso anno tornò alla vittoria con due ottime prestazioni contro il numero 10 Erik Koch e contro il più abbordabile Diego Brandão.

Nel 2014 sconfigge per KO lo svedese Akira Corassani in un incontro che venne premiato come Fight of the Night; lo stesso anno affrontò l'astro nascente Conor McGregor, venendo sconfitto al primo round; in seguito a tale sconfitta Poirier prese la decisione di salire nella divisione dei pesi leggeri.

Passaggio ai pesi leggeri[modifica | modifica wikitesto]

Al suo primo incontro nella nuova divisione affrontò il brasiliano Carlos Diego Ferreira riuscendo a sconfiggerlo per KO alla prima ripresa ottenendo anche il premio Performance of the Night; a maggio ottiene la sua seconda vittoria nei pesi leggeri sconfiggendo per KO tecnico Yancy Medeiros al primo round, anch'essa premiata come Performance of the Night.

A ottobre avrebbe dovuto affrontare l'irlandese Joseph Duffy ma a soli tre giorni dall'evento Duffy subì un leggera commozione cerebrale durante una sessione di sparring causando la cancellazione dell'incontro; successivamente la UFC decise di spostare l'incontro a UFC 195, che Poirier vinse per decisione unanime.

Il 4 giugno 2016 affrontò Bobby Green a UFC 199 vincendo l'incontro per KO tecnico alla prima ripresa; il 17 settembre affrontò Michael Johnson: dopo un minuto e mezzo Poirier tentò una combinazione ma venne colpito al volto con due velocissimi pugni, cadde a terra e venne finalizzato per KO.

Nel 2017 ottiene due importanti vittorie contro il veterano Jim Miller e l'ex campione dei pesi leggeri Anthony Pettis (entrambe premiate come Fight of the Night) inframezzate da un No Contest contro Eddie Alvarez, che provocò l'interruzione dell'incontro dopo aver colpito Poirier con una ginocchiata alla testa mentre era a terra.

Nel 2018 continua la striscia positiva con altre due vittorie contro Justin Gaethje e nel rematch contro Alvarez (Fight of the Night e Performance of the Night).

Campione dei pesi leggeri UFC ad interim[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 aprile 2019 affronta per la seconda volta Max Holloway (al quale aveva inflitto la prima sconfitta in carriera al debutto in UFC nel 2012) con in palio il titolo ad interim dei pesi leggeri: al termine di cinque riprese serratissime, con entrambi gli atleti seriamente feriti e sanguinanti, Poirier viene proclamato vincitore per decisione unanime. L'incontro venne più tardi giudicato Fight of the Night.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 25-5 (1) Stati Uniti Max Holloway Decisione (unanime) UFC 236: Holloway vs. Poirier 2 13 aprile 2019 5 5:00 Stati Uniti Atlanta, Stati Uniti Vince il titolo dei pesi leggeri UFC ad interim, Fight of the Night
Vittoria 24-5 (1) Stati Uniti Eddie Alvarez TKO (pugni) UFC Fight Night: Poirier vs. Alvarez 2 28 luglio 2018 2 4:05 Stati Uniti Calgary (Alberta), Stati Uniti Performance of the Night
Vittoria 23-5 (1) Stati Uniti Justin Gaethje TKO (pugni) UFC on Fox: Poirier vs. Gaethje 14 aprile 2018 4 0:33 Stati Uniti Glendale, Stati Uniti Fight of the Night
Vittoria 22-5 (1) Stati Uniti Anthony Pettis TKO (infortunio alle coste) UFC Fight Night: Poirier vs. Pettis 11 novembre 2017 3 2:08 Stati Uniti Norfolk, Stati Uniti Fight of the Night
No Contest 21-5 (1) Stati Uniti Eddie Alvarez No Contest (ginocchiate illegali) UFC 211: Miocic vs. dos Santos 2 13 maggio 2017 2 4:12 Stati Uniti Dallas, Stati Uniti Alvarez colpì Poirier con delle ginocchiate alla testa mentre questi era a terra
Vittoria 21-5 Stati Uniti Jim Miller Decisione (maggioritaria) UFC 208: Holm vs. de Randamie 11 febbraio 2017 3 5:00 Stati Uniti Brooklyn, Stati Uniti Fight of the Night
Sconfitta 20-5 Stati Uniti Michael Johnson KO (pugni) UFC Fight Night: Poirier vs. Johnson 17 settembre 2016 1 1:35 Stati Uniti Hidalgo, Stati Uniti
Vittoria 20-4 Stati Uniti Bobby Green KO Tecnico (pugni) UFC 199: Rockhold vs. Bisping 2 4 giugno 2016 1 2:53 Stati Uniti Inglewood, Stati Uniti
Vittoria 19-4 Irlanda Joseph Duffy Decisione (unanime) UFC 195: Lawler vs. Condit 2 gennaio 2016 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 18-4 Stati Uniti Yancy Medeiros KO Tecnico (calcio al corpo e pugni) UFC Fight Night: Boetsch vs. Henderson 6 giugno 2015 1 2:38 Stati Uniti New Orleans, Stati Uniti Incontro Catchweight 72,34 kg, Performance of the Night
Vittoria 17-4 Brasile Diego Ferreira KO (pugni) UFC Fight Night: Mendes vs. Lamas 4 aprile 2015 1 3:45 Stati Uniti Fairfax, Stati Uniti Passa ai Pesi Leggeri, Performance of the Night
Sconfitta 16-4 Irlanda Conor McGregor KO Tecnico (pugni) UFC 178: Johnson vs Cariaso 27 settembre 2014 1 1:46 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 16-3 Svezia Akira Corassani KO Tecnico (pugni) UFC Fight Night: Bisping vs. Kennedy 16 aprile 2014 2 0:42 Canada Québec, Canada
Vittoria 15-3 Brasile Diego Brandão KO Tecnico (pugni) UFC 168: Weidman vs. Silva 2 28 dicembre 2013 1 4:54 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 14-3 Stati Uniti Erik Koch Decisione (unanime) UFC 164: Henderson vs. Pettis 31 agosto 2013 3 5:00 Stati Uniti Milwaukee, Stati Uniti
Sconfitta 13-3 Stati Uniti Cub Swanson Decisione (unanime) UFC on Fuel TV: Barão vs. McDonald 16 febbraio 2013 3 5:00 Regno Unito Londra, Regno Unito
Vittoria 13-2 Stati Uniti Jonathan Brookins Sottomissione (D'Arce choke) The Ultimate Fighter 16 Finale 1º dicembre 2012 1 4:15 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 12-2 Corea del Sud Jung Chan-Sung Sottomissione (D'Arce choke) UFC on Fuel TV: Korean Zombie vs. Poirier 15 maggio 2012 4 1:07 Stati Uniti Fairfax, Stati Uniti
Vittoria 12-1 Stati Uniti Max Holloway Sottomissione (armbar triangolare) UFC 143: Diaz vs. Condit 4 febbraio 2012 1 3:23 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 11–1 Stati Uniti Pablo Garza Sottomissione (D'Arce choke) UFC on Fox: Velasquez vs. Dos Santos 12 novembre 2011 2 1:32 Stati Uniti Anaheim, Stati Uniti
Vittoria 10–1 Regno Unito Jason Young Decisione (unanime) UFC 131: Dos Santos vs. Carwin 11 giugno 2011 3 5:00 Canada Vancouver, Canada
Vittoria 9–1 Stati Uniti Josh Grispi Decisione (unanime) UFC 125: Resolution 1º gennaio 2011 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC, Pesi Piuma
Vittoria 8–1 Stati Uniti Zach Micklewright KO Tecnico (pugni) WEC 52: Faber vs. Mizugaki 11 novembre 2010 1 0:53 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 7–1 Stati Uniti Danny Castillo Decisione (unanime) WEC 50: Cruz vs. Benavidez 2 18 agosto 2010 1 0:57 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in WEC
Vittoria 7–0 Stati Uniti Derek Gauthier KO (pugno) Ringside MMA: No Escape 18 giugno 2010 1 0:57 Canada Montréal, Canada
Vittoria 6–0 Stati Uniti Derek Krantz Sottomissione (armbar) USA MMA: Night Of Champions 2 6 marzo 2010 2 3:35 Stati Uniti Lafayette, Stati Uniti
Vittoria 5–0 Stati Uniti Ronnie Lis Sottomissione (armbar) USA MMA: Border Wars 2 13 novembre 2009 1 0:51 Stati Uniti Lake Charles, Stati Uniti
Vittoria 4–0 Stati Uniti Daniel Watts KO (pugni) Bang Fighting Championships 31 ottobre 2009 1 1:26 Stati Uniti Greenville, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Joe Torrez KO Tecnico (pugni) USA MMA 8: Natural Disaster 3 1º agosto 2009 1 2:37 Stati Uniti New Iberia, Stati Uniti
Vittoria 2–0 Stati Uniti Nate Jolly Sottomissione (armbar) Cajun Fighting Championships 26 giugno 2009 2 3:54 Stati Uniti New Iberia, Stati Uniti
Vittoria 1–0 Stati Uniti Aaron Suarez KO (pugni) USA MMA 7: River City Rampage 16 maggio 2009 1 1:19 Stati Uniti Shreveport, Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN254341882 · LCCN (ENno2012116208