Dana White

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dana White nel marzo del 2015

Dana Frederick White Jr., noto semplicemente come Dana White (Manchester, 28 luglio 1969), è un imprenditore, commentatore e attore statunitense, attuale presidente della federazione di arti marziali miste della Ultimate Fighting Championship (UFC).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dana White nasce a Manchester, nel Connecticut, il 28 luglio 1969; ha origini irlandesi e cresce con la sorella nella famiglia della madre tra Las Vegas e Levant, nel Maine. Durante la sua infanzia si sposta ripetutamente tra Boston e il Maine e a diciassette anni comincia ad allenarsi nella boxe; nel 1987 si diploma alla Hermon High School nel Maine.

Successivamente frequenta la University of Massachusetts a Boston senza tuttavia terminare gli studi; in questo periodo lancia comunque un programma di boxe per i giovani della città. Nel 1992 fonda la Dana White Enterprises a Las Vegas: qui conduce classi di aerobica in tre diverse palestre e inizia a gestire i lottatori di arti marziali miste Tito Ortiz e Chuck Liddell.

Mentre lavora come manager, White viene a sapere che la Semaphore Entertainment Group, la compagnia fondatrice della UFC, sta cercando per essa un acquirente. White contatta il suo amico d'infanzia Lorenzo Fertitta, un dirigente dei casinò statali ed ex commissioner della commissione atletica del Nevada, e meno di un mese dopo Lorenzo e suo fratello maggiore Frank acquistano la UFC con White come presidente. White attualmente possiede il 9% di Zuffa, la società creata dai fratelli Fertitta per possedere e gestire l'UFC[1]. Nel luglio 2016 la UFC viene ceduta ad un gruppo di investitori guidato dalla WME-ING per una cifra vicina ai quattro miliardi di dollari e White mantiene la carica di presidente della UFC.

È inoltre l'ideatore e il commentatore, assieme a Matt Serra, del reality Lookin' for a Fight, che ha lo scopo di individuare i migliori prospetti delle MMA.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dana White è sposato con Anne: i due hanno due figli e una figlia[2]. Si dichiara ateo ma sottolinea di essere affascinato dalle religioni[3].

Nel 2011 sua madre ha pubblicato una sua biografia non autorizzata in cui lo descrive in modo molto negativo mentre nel maggio del 2013 lo stesso White ha dichiarato di essere affetto dalla sindrome di Menière.

Nel 2016 ha appoggiato il candidato repubblicano Donald Trump, che vincerà poi le elezioni presidenziali statunitensi.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Promoter of the Year (2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010)
  • Leading Man of the Year (2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013)
  • Nevada Sportsman of the Year (2009)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Battles yield winning 'Fighter', su usatoday.com.
  2. ^ UFC boss fights clock, su lvrj.com. URL consultato il 15 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2009).
  3. ^ (EN) Dana White Tells Playboy About His Atheism, Steroid Use and Love for Donald Trump, su mmafighting.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233089662 · LCCN (ENno2012030582 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012030582
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie