Danny Castillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Danny Castillo
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 175 cm
Peso 70,0 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Jiu jitsu brasiliano
Categoria Pesi Leggeri
Squadra Stati Uniti Team Alpha Male
Carriera
Soprannome Last Call
Combatte da Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittorie 17
per knockout 6
per sottomissione 4
per decisione 7
Sconfitte 10
 

Daniel Alfonso Castillo, meglio conosciuto come Danny Castillo (San Francisco, 25 agosto 1979), è un lottatore di arti marziali miste statunitense, cintura marrone di Jiu jitsu brasiliano.

Combatte nella divisione dei pesi leggeri per la promozione statunitense UFC. Combatte da Sacramento, Stati Uniti e si allena con Urijah Faber.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Castillo cominciò ad allenarsi nelle arti marziali miste quando si unì alla squadra di wrestling del liceo a Sacramento. Dopo aver lascito la scuola privata, Castillo si diplomò alla Laguna Creek High School e andò al Menlo College; successivamente nel 2004 divenne l'All American nella NAIA. Il suo soprannome "Last Call" gli venne dato al liceo, dopo che riusciva a svolgere molto decentemente gli allenamenti mattutini dopo aver bevuto molto alcol il giorno precedente fino allo sfinimento (Last Call).

Fece il suo debutto nella MMA come professionista nel novembre del 2007, combattendo due volte in un mese e vincendo entrambi gli incontri al primo round per sottomissione. Dopo aver firmato il 3 a 0, Castillo entrò a far parte della settima card della Palace Fighting Championship, dove affrontò Andy Salazar e vinse sempre per sottomissione.

Ottenne la sua quinta vittoria dopo aver sconfitto il veterano della Strikeforce, Isaiah Hill. Subito dopo firmò un contratto con la WEC.

World Extreme Cagefighting[modifica | modifica wikitesto]

Castillo debutto in WEC 34 contro Donald Cerrone, sostituendo l'infortunato Rich Crunklin. Cerrone lo sconfisse al primo round con una armbar.

Affrontò Rafaël Dias all'evento WEC 36, vincendo per KO Tecnico al secondo round.

Quattro mesi dopo si scontrò con Phil Cardella all'evento WEC 39. Castillo vinse per decisione non unanime.

Successivamente sconfisse Ricardo Lamas, vincendo il suo terzo incontro di fila in WEC.

Castillo venne sconfitto a WEC 44 da Shane Roller.

Danny cercò la sua redenzione affrontando Anthony Pettis a WEC 47, ma venne sconfitto per KO dopo essere stato colpito da un calcio in testa.

Il 18 agosto del 2010, riuscì a sconfiggere il nuovo entrante Dustin Poirier per decisione unanime a WEC 50.

Subito dopo affrontò Will Kerr il 16 dicembre, 2010 a WEC 53. Vinse l'incontro per KO al primo round.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 ottobre del 2010, la WEC fu acquistata dalla Ultimate Fighting Championship; tutti i lottatori della WEC vennero trasferiti alla UFC. Il 31 dicembre 2010, Castillo divenne ufficialmente un lottatore della UFC firmando un contratto per quattro incontri.

Fece il suo debutto in UFC, il 3 marzo 2011 contro Joe Stevenson all'evento UFC Live: Sanchez vs. Kampmann. Castillo controllò l'intero match e vinse per decisione unanime.

Castillo affrontò Jacob Volkmann il 14 agosto 2011, all'evento UFC on Versus 5. Perse l'incontro per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28).

Vinse contro Shamar Bailey il 19 novembre 2011 a UFC 139, per KO tecnico al primo round.

Castillo affrontò Anthony Njokuani il 30 dicembre 2011, a UFC 141 sostituendo cinque settimane prima Ramsey Nijem. Durante l'incontro effettuò ottimi suplex bloccando l'avversario al tappeto. Vinse il match per decisione non unanime.

Castillo affrontò John Cholish il 5 maggio 2012, a UFC on Fox 3. Sconfisse Cholish per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27).

Castillo doveva affrontare Michael Johnson il 1º settembre 2012, a UFC 151. UFC 151 venne però cancellato, e il match venne spostato il 5 ottobre 2012, a UFC on FX 5. Dopo aver dominato il primo round e aver quasi sottomesso l'avversario, venne sconfitto per KO al secondo round.

Castillo affrontò Paul Sass il 16 febbraio 2013, a UFC on Fuel TV: Barao vs. McDonald. Castillo usò la sua esperienza nel ground and pound e vinse il match e decisione unanime.

Castillo doveva affrontare Bobby Green il 27 luglio 2013, a UFC on Fox 8. Ma, a metà luglio, Green subì un infortunio e fu sostituito da Tim Means. Castillo vinse per decisione unanime.

Castillo affrontò Edson Barboza il 14 dicembre 2014, a UFC on Fox 9. Dopo aver dominato il primo round, Castillo perse il secondo e anche il terzo, perdendo infine il match per decisione maggiorativa. Entrambi ottennero il bonus, Fight of the Night.

Castillo doveva scontrarsi con Isaac Vallie-Flagg il 26 aprile 2014, a UFC 172. La UFC rimosse Vallie-Flagg dalla card, e Castillo dovette affrontare Charlie Brenneman. Castillo vinse l'incontro per KO al secondo round.

Castillo doveva affrontare Tony Ferguson il 2 agosto 2014, a UFC 176. L'evento venne però cancellato, e l'incontro fu sposta il 30 agosto 2014, a UFC 177. Castillo perse l'incontro per decisione non unanime.

Nel 2015 avrebbe dovuto affrontare Rustam Khabilov ma quest'ultimo ebbe problemi ad ottenere un visto d'ingresso e di conseguenza venne sostituito dal debuttante Paul Felder: Castillo venne sconfitto per mezzo di uno spettacolare pugno girato in rotazione.

Il match con Khabilov venne riorganizzato per l'evento UFC on Fox: Dillashaw vs. Barão, ma ancora una volta il russo ebbe problemi con il visto d'ingresso per gli Stati Uniti, quindi la UFC decise di sostituirlo con Jim Miller. Castillo venne sconfitto per decisione non unanime.

A dicembre dovette affrontare Nik Lentz. Dopo un incontro molto equilibrato, venne sconfitto per decisione unanime portando così la sua striscia negativa a 4.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Sconfitta 17-10 Stati Uniti Nik Lentz Decisione (non unanime) UFC on Fox: dos Anjos vs. Cerrone 2 19 dicembre 2015 3 5:00 Stati Uniti Orlando, Stati Uniti
Sconfitta 17-9 Stati Uniti Jim Miller Decisione (non unanime) UFC on Fox: Dillashaw vs. Barão 2 25 luglio 2015 3 5:00 Stati Uniti Chicago, Stati Uniti
Sconfitta 17-8 Stati Uniti Paul Felder KO (pugno girato) UFC 182: Jones vs. Cormier 3 gennaio 2015 2 2:09 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 17-7 Stati Uniti Tony Ferguson Sottomissione (rear naked choke) UFC 177: Dillashaw vs. Soto 30 agosto 2014 3 5:00 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 17-6 Stati Uniti Charlie Brenneman KO (pugni) UFC 172: Jones vs. Teixeira 26 aprile 2014 2 0:21 Stati Uniti Baltimora, Stati Uniti
Sconfitta 16-6 Brasile Edson Barboza Decisione (maggioranza) UFC on Fox: Johnson vs. Benavidez 2 14 dicembre 2013 3 5:00 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti Fight of the Night
Vittoria 16-5 Stati Uniti Tim Means Decisione (unanime) UFC on Fox: Johnson vs. Moraga 27 luglio 2013 3 5:00 Stati Uniti Seattle, Stati Uniti
Vittoria 15-5 Inghilterra Paul Sass Decisione (unanime) UFC on Fuel TV: Barao vs. McDonald 16 febbraio 2013 3 5:00 Inghilterra Londra, Inghilterra
Sconfitta 14-5 Stati Uniti Michael Johnson KO (pugni) UFC on FX: Browne vs. Bigfoot 5 ottobre 2012 2 1:06 Stati Uniti Minneapolis, Stati Uniti
Vittoria 14-4 Stati Uniti John Cholish Decisione (unanime) UFC on Fox: Diaz vs. Miller 5 maggio 2012 3 5:00 Stati Uniti East Rutherford, Stati Uniti
Vittoria 13-4 Nigeria Anthony Njokuani Decisione (non unanime) UFC 141: Lesnar vs. Overeem 30 dicembre 2011 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 12-4 Stati Uniti Shamar Bailey KO Tecnico (pugni) UFC 139: Shogun vs. Hendo 19 novembre 2011 1 4:52 Stati Uniti San Jose, Stati Uniti
Sconfitta 11-4 Stati Uniti Jacob Volkmann Decisione (unanime) UFC Live: Hardy vs. Lytle 14 agosto 2011 3 5:00 Stati Uniti Milwaukee, Stati Uniti
Vittoria 11-3 Stati Uniti Joe Stevenson Decisione (unanime) UFC Live: Sanchez vs. Kampmann 3 marzo 2011 3 5:00 Stati Uniti Louisville, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 10-3 Stati Uniti Will Kerr KO (pugni) WEC 53: Henderson vs. Pettis 16 dicembre 2010 1 1:25 Stati Uniti Glendale, Stati Uniti
Vittoria 9-3 Stati Uniti Dustin Poirier Decisione (unanime) WEC 50: Cruz vs. Benavidez 2 18 agosto 2010 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 8-3 Stati Uniti Anthony Pettis KO (calcio in testa e pugni) WEC 47: Bowles vs. Cruz 6 marzo 2010 1 2:17 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti
Sconfitta 8-2 Stati Uniti Shane Roller Sottomissione (rear-naked choke) WEC 44: Brown vs. Aldo 18 novembre 2009 3 3:32 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 8-1 Stati Uniti Ricardo Lamas KO Tecnico (pugni) WEC 42: Torres vs. Bowles 9 agosto 2009 2 4:15 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 7-1 Stati Uniti Phil Cardella Decisione (non unanime) WEC 39: Brown vs. Garcia 1 marzo 2009 3 5:00 Stati Uniti Corpus Christi, Stati Uniti
Vittoria 6-1 Brasile Rafael Dias KO Tecnico (pugni) WEC 36: Faber vs. Brown 5 novembre 2008 2 2:54 Stati Uniti Hollywood, Stati Uniti
Sconfitta 5-1 Stati Uniti Donald Cerrone Sottomissione (armbar) WEC 34: Faber vs. Pulver 1 giugno 2009 1 1:30 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti Debutto in WEC
Vittoria 5-0 Stati Uniti Isaiah Hill Sottomissione (rear-naked choke) CCFC: Mayhem 17 maggio 2008 1 2:46 Stati Uniti Santarosa, Stati Uniti
Vittoria 4-0 Stati Uniti Andy Salazar Sottomissione (pugni) Palace FC 7 20 marzo 2008 1 1:02 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti
Vittoria 3-0 Stati Uniti Noah Shinable KO Tecnico (pugni) Cage Combat FC 16 febbraio 2008 2 2:42 Stati Uniti Sonoma, Stati Uniti
Vittoria 2-0 Stati Uniti Gigo Jara Sottomissione (rear-naked choke) GC 73: High Noon 22 settembre 2007 1 3:45 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 1-0 Stati Uniti Billy Terry Sottomissione (rear-naked choke) GC 71: Lock-n-Load 11 settembre 2007 1 2:10 Stati Uniti Porterville, Stati Uniti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie