Dario Ballantini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dario Ballantini

Dario Ballantini (Livorno, 13 ottobre 1964) è un imitatore, attore e pittore italiano.

Comico ed imitatore[modifica | modifica wikitesto]

È noto al grande pubblico per la collaborazione con il programma televisivo Striscia la notizia. Il suo debutto in televisione è avvenuto nel programma Ciao Gente di Corrado nel 1983.

Inviato come imitatore a feste, incontri e occasioni mondane, veste i panni di alcuni personaggi noti: Donald Trump, Valentino, Gianni Morandi, Valentino Rossi, Vasco Rossi, Papa Francesco, Anna Maria Cancellieri, Luca Cordero di Montezemolo, Roberto Maroni, Michela Vittoria Brambilla, Nanni Moretti, Gino Paoli, Ignazio La Russa, Tony Renis, Matteo Renzi, Angelino Alfano, Margherita Hack, Giulia Bongiorno, Guido Bertolaso, Antonio Fazio, Susanna Camusso, Matteo Salvini ed altri personaggi.

Pittore[modifica | modifica wikitesto]

Si diploma nel 1984 conseguendo la maturità artistica.

Nel 2001 realizza una mostra presso la Galleria Ghelfi di Verona curata da Giancarlo Vigorelli, in seguito la mostra farà tappa a Genova e Milano. Nel 2007 riceve da Achille Bonito Oliva il premio «A.B.O. d'Argento per la pittura», realizza le scenografie per il Tour di Ivano Fossati L'Arcangelo e viene pubblicata dalla Silvana Editoriale la sua prima monografia, In Arte Dario Ballantini 1980-2006.

Partecipa alla mostra torinese del Padiglione Italia della 54ª Biennale di Venezia curata da Vittorio Sgarbi[1].

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Dario Ballantini nei panni di Gianni Morandi.

Nel 1991 compare brevemente come comparsa all'inizio del film Zitti e mosca di Alessandro Benvenuti come imitatore di Ray Charles e Lucio Dalla. Nel 1999 recita nei film Baci e abbracci di Paolo Virzì e Il pesce innamorato, diretto e interpretato da Leonardo Pieraccioni. Nel 2008 recita nella serie televisiva di Canale 5 Carabinieri. Nel 2010 è diretto da Paolo Virzì nel film La prima cosa bella, Nel 2011 appare nel film Manuale d'amore 3, diretto da Giovanni Veronesi.

A marzo 2014 debutta a Roma con il suo spettacolo teatrale Da Balla A Dalla.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 54ª Edizione della Biennale di Venezia – Sala Nervi di Torino Esposizioni, su beniculturali.it. URL consultato il 1 settembre 2017.
  2. ^ Premio alla Voce, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Caprile - Oltre lo sguardo catalogo mostra 2003
  • Giancarlo Vigorelli - Oltre lo sguardo catalogo mostra 2003
  • Franchino Falsetti" - Visioni Sommerse catalogo di Parigi 2009
  • Arte - Giorgio Mondadori Editore maggio 2009
  • Alice Barontini - Il Tirreno 9 maggio 2009
  • Artimes magazine di arte contemporanea - Dario Ballantini
  • Tony di Corcia, Valentino: ritratto a più voci dell'ultimo imperatore della moda, Torino, Lindau, 2013, ISBN 9788867081547

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN263932621 · SBN: IT\ICCU\FERV\076679 · ULAN: (EN500345597