Connie Nielsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Connie Inge-Lise Nielsen (Elling, 3 luglio 1965) è un'attrice danese.

Attrice complessa e camaleontica, generalmente sottovalutata e poco riconoscibile proprio grazie alla sua grande capacità di adattarsi e scomparire completamente nei personaggi da lei interpretati, cambiando aspetto, accento e approccio fisico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Connie nasce a Frederikshavn, Danimarca, il padre Brent Nielsen era un autista danese mentre la madre lavorava in un'impresa di assicurazioni. Connie crebbe in un piccolo villaggio mormonico chiamato Elling. Ha iniziato la sua carriera lavorando a fianco di sua madre sulle riviste locali. A 18 anni si è recata a Parigi, in Francia, dove ha lavorato come attrice e modella, che poi l'ha portata a lavorare e a studiare in Italia a Roma e a Milano in una master class con Lydia Styx, un insegnante del Piccolo Teatro di Milano. Ha vissuto in Italia per molti anni, prima di trasferirsi negli Stati Uniti, dove ancora risiede prima a New York e poi a San Francisco.

La Nielsen ha un figlio, Sebastian nato il 2 giugno 1990, dalla relazione con l'attore italiano Fabio Sartor conosciuto sul set della serie TV Colletti bianchi del 1988. Dal 2004 al 2012 è stata legata sentimentalmente a Lars Ulrich, batterista dei Metallica; il 21 maggio 2007 la coppia ha avuto un figlio, Bryce Thadeus Ulrich-Nielsen. La coppia e il figlio, Bryce, così come i due figli di Ulrich avuti dal precedente matrimonio, Myles e Layne, hanno vissuto nella zona di San Francisco.

Carriera da attrice[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto artistico avviene con il film francese Par où t'es rentré? On t'a pas vu sortir (1984) al fianco di Jerry Lewis, seguito da un ruolo nella mini serie italiana Colletti bianchi (1988). È apparsa nel film italiano Vacanze di Natale '91 (1991), nel film TV americano Voyage (1993) girato a Malta e nel film TV francese Le paradis absolument (1994). Si è trasferita negli Stati Uniti nel 1996, su suggerimento del regista sceneggiatore statunitense Lawrence Kasdan, che la consiglia dopo averle effettuato un provino in Francia per il film French Kiss (ruolo poi andato a Meg Ryan). La Nielsen fa la sua prima apparizione in un importante film cinematografico in lingua inglese ne L'avvocato del diavolo del 1997, al fianco di Al Pacino e Keanu Reeves, dove interpreta il personaggio luciferino di Cristabella Andreoli. Ha avuto piccolissimi ruoli nei film Permanent Midnight (1998) con Ben Stiller e Rushmore (1998) con Bill Murray, prima di tornare coprotagonista nel fantascientifico Soldier (1998), inedito in Italia, al fianco di Kurt Russel.

Nel 2000 la Nielsen diventa nota al pubblico di tutto il mondo come la principessa Lucilla coprotagonista del film epico vincitore dell'Oscar Il gladiatore di Ridley Scott, interpretato da Russell Crowe e Joaquin Phoenix. Da allora ha recitato in svariati e importanti film americani dai riscontri altalenanti, tra cui Mission to Mars (2000), One Hour Photo (2002), The Hunted - La preda (2003) e Basic (2003). Contemporaneamente porta avanti una carriera internazionale recitando nel film francese Demonlover (2002), diretto da Olivier Assayas, dove interpreta una ambigua spia informatica e nel 2004 fa il suo debutto cinematografico nel cinema danese con il dramma Brødre (noto anche come Brothers) di Susanne Bier, per il quale ha vinto il premio come miglior attrice danese, il Bodil, così come migliore attrice al Festival Internazionale del Cinema di San Sebastian. Inoltre è stata nominata come miglior attrice agli European Film Awards.

Nel 2006 la Nielsen è apparsa in diversi episodi di Law & Order: Special Victims Unit interpretando il detective Dani Beck; l'attrice ha sostituito la protagonista Mariska Hargitay, in congedo di maternità al momento delle riprese. Tra le altre interpretazioni apprezzate dalla critica ci sono quella di una condannata a morte forse innocente nel film L'ora della verità (2004) e quella di una anticonvenzionale madre irlandese che adotta un adolescente orfano nel film indipendente La magia della vita (2009)

Ritorna alla ribalta e all'attenzione dei mass-media con la serie TV Boss del 2011, interrotta alla seconda stagione nel 2012. Ritornerà ancora in TV nel gennaio 2014 nell'attesa seconda stagione della serie The Following. Nel 2013 ha recitato nel film Nymphomaniac del regista danese Lars Von Trier, e l'anno successivo nel triller spionistico 3 Days to Kill, dove è la moglie di un ex agente speciale in trasferta parigina, interpretato da Kevin Costner.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Connie Nielsen è stata doppiata da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85584101 · LCCN: (ENn00113769 · ISNI: (EN0000 0001 0921 7474 · GND: (DE129751189 · BNF: (FRcb142111552 (data)
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema