Christian Benítez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristian Benítez
Christian Benitez America.jpg
Nome Christian Rogelio Benítez Betancourt
Nazionalità Ecuador Ecuador
Altezza 170 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Carriera
Squadre di club1
1997-2006 El Nacional El Nacional 84 (29)
2007-2009 Santos Laguna Santos Laguna 60 (31)
2009-2010 Birmingham City Birmingham City 30 (3)
2010-2011 Santos Laguna Santos Laguna 35 (20)
2011-2013 America América 79 (52)
2013 Al-Jaish Al-Jaish 0 (0)
Nazionale
2005-2013 Ecuador Ecuador 58 (24) [1]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Cristian Rogelio Benítez Betancourt (Quito, 1º maggio 1986Doha, 29 luglio 2013[2]) è stato un calciatore ecuadoriano, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato Chucho,[3] era il figlio di Ermen Benítez, anch'egli calciatore.

Il 29 luglio 2013, a 27 anni, viene colpito da un infarto nella sua casa in Qatar, dove si era da poco trasferito. L'attacco cardiaco è fatale per il calciatore, il quale lascia una moglie e due figli. La sua morte suscita numerose dimostrazioni di solidarietà da parte di alcuni grandi protagonisti del calcio internazionale, come Radamel Falcao colombiano e Luis Antonio Valencia, anch'egli ecuadoriano e compagno di Nazionale di Benítez, e getta nella sconforto l'intero popolo dell'Ecuador, che vedeva nel Chucho un autentico eroe sportivo nazionale.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Santos Laguna[modifica | modifica wikitesto]

Passate tre stagioni in Ecuador nell'El Nacional, si trasferì al Santos Laguna nel 2007. Sempre nel 2007 fu premiato come migliore giocatore ecuadoriano militante in un campionato esterno all'Ecuador,[4] e nella seconda stagione segnò 10 gol contribuendo alla vittoria del Clausura 2008. Inoltre era stato il quarto giocatore ecuadoriano ad aver vinto il campionato messicano dopo Ítalo Estupiñán, Álex Aguinaga e Agustín Delgado.

Birmingham City[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 giugno 2009 il Birmingham City ufficializzò il suo ingaggio in prestito con diritto di riscatto per una cifra compresa tra i 6 e i 9 milioni di sterline.[5] Il 16 agosto 2009 debutta con la nuova maglia, nella sconfitta per 0-1 contro il Manchester United. Il 9 novembre seguente segna il suo primo gol in Premier League, nel pareggio per 2-2 contro il Liverpool, raccogliendo un assist di Scott Dann. A fine stagione il club non riscatta il suo cartellino ed il giocatore fa quindi ritorno al Santos Laguna.[6]

América e Al-Jaish[modifica | modifica wikitesto]

Il 1° luglio 2011 viene acquistato dall'América per 8 milioni di euro. Con la maglia delle Aquile disputa tre campionati, realizzando 52 reti in 79 partite, ma la squadra non va oltre una semifinale nell'Apertura 2012 e Benítez esprime la sua volontà di trasferirsi altrove.[7]

Il 7 luglio 2013 passa al club qatariota dell'Al-Jaish, che lo acquista per 12 milioni di euro, tuttavia non riesce a disputare neanche una partita con la nuova squadra a causa della sua morte prematura.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale di calcio dell'Ecuador aveva partecipato ai Mondiali 2006 in Germania. Segnò il suo primo gol in Nazionale il 6 settembre del 2006 in un'amichevole contro il Perù terminata 1-1[8]. Complessivamente aveva totalizzato 58 presenze e 24 reti.

In seguito alla sua prematura scomparsa, la federazione calcistica dell'Ecuador ha deciso di omaggiare la sua memoria con il ritiro della maglia numero 11 della Nazionale.[9]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

El Nacional: Clausura 2005, 2006
Santos Laguna: Clausura 2008
Club América: Clausura 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) El Chucho es el grito de gol, hoy.com.ec. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  2. ^ a b Muore Christian Benitez, a 27 anni in Qatar: era nazionale dell'Ecuador, La Gazzetta dello Sport, 29 luglio 2013. URL consultato il 29 luglio 2013.
  3. ^ Mercato: il Levante piomba sul Chucho Benitez per puntare all’Europa, calciosudamericano.it, 29 dicembre 2011. URL consultato il 21 giugno 2014.
  4. ^ (ES) Cristian Benítez premiado por AER como mejor Ecuatoriano en el exterior, Federación Ecuatoriana de Fútbol, 13 dicembre 2007. URL consultato il 30 luglio 2013.
  5. ^ (EN) Birmingham City smash club transfer record to sign Ecuador striker Christian Benitez, The Telegraph, 3 giugno 2009. URL consultato il 29 luglio 2013.
  6. ^ (EN) CHUCHO LEAVES BLUES, bcfc.com. URL consultato il 14-05-2010.
  7. ^ Ya me habría ido del América: Christian Benítez, mediotiempo.com, 18 dicembre 2012. URL consultato il 21 giugno 2014.
  8. ^ (EN) FRIENDLY EQUALIZER. URL consultato il 9 ottobre 2011.
  9. ^ (ES) El 11 será siempre de 'Chucho', Fifa.com, 1º agosto 2013. URL consultato il 3 agosto 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]