Carlo Duse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Duse in una scena del film Don Camillo e l'onorevole Peppone

Carlo Duse, nome d'arte di Carlo Artemio Vittorio Duse (Udine, 5 gennaio 1898Roma, 9 agosto 1956), è stato un attore, regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Udine all'interno di una grande famiglia di attori, cugino di Eleonora e fratello minore di Eugenio, inizia a calcare i tavoli dei teatri come attore giovane, nelle compagnie di Virgilio Talli, Maria Melato, Antonio Gandusio, e successivamente in quelle di Ermete Zacconi, Dina Galli e Amedeo Chiantoni, lavorando anche come autore di testi di commedie.

Debutta nel cinema muto nel kolossal storico del 1926, Gli ultimi giorni di Pompei, per la regia di Carmine Gallone e Amleto Palermi.

Solo all'inizio degli anni '30 l'attività di attore cinematografico diverrà prevalente, soprattutto come attore caratterista, in parti di cattivo e spietato, per quasi tutta la lunga filmografia che si interrompe nel 1956 con la sua morte.

In due occasioni si cimentò anche come regista cinematografico: nel 1940 con la pellicola storico-epica Fanfulla da Lodi co-diretta assieme a Giulio Antamoro (di questo film Duse fu anche sceneggiatore ed attore in un ruolo minore), e nel 1952 con il melodramma popolare La colpa di una madre.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN29794467 · ISNI (EN0000 0000 4337 5217 · LCCN (ENno2006118404 · BNF (FRcb14677835r (data)