Pietro Francisci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pietro Francisci (Roma, 9 settembre 1906Roma, 1º marzo 1977) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in giurisprudenza, a cavallo fra gli anni trenta e quaranta realizzò una serie di documentari[1] e cortometraggi talvolta notevoli, che gli valsero premi e riconoscimenti anche all'estero.[2]

Passato al cinema, a partire dagli anni cinquanta si dedicò a iniziative più commerciali[3], ad esempio la continuazione dell'allora fortunatissimo filone basato su personaggi storico-leggendari, in particolare su quelli dall'incredibile forza: Maciste, Ercole, Ursus ed altri.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dunja Dogo, Il mito bolscevico, Bianco & nero: rivista quadrimestrale del Centro Sperimentale di Cinematografia. Fascicolo 560, 1 2008.
  2. ^ Francisci, Pietro, di Federica Villa, in « Enciclopedia del Cinema Treccani », 2003.
  3. ^ Caminati, Luca Caminati, Alberto Cavalcanti e il documentario narrativo: il ruolo della tradizione documentaristica nella formazione del cinema neorealista, Bianco & nero: rivista quadrimestrale del Centro Sperimentale di Cinematografia: 567, 2, 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pino Farinotti Dizionario dei registi, SugarCo, Milano, 1993
  • Giulio Bolaffi Catalogo Bolaffi del cinema italiano, Giulio Bolaffi Editore, Torino, 1979

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90383871 · LCCN: (ENnr2005006559 · SBN: IT\ICCU\UBOV\490066 · ISNI: (EN0000 0001 1683 9394 · GND: (DE137503636 · BNF: (FRcb14098748f (data)