Lotte nell'ombra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lotte nell'ombra
Titolo originaleLotte nell'ombra
Paese di produzioneItalia
Anno1939
Durata88 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, spionaggio, fantascienza
RegiaDomenico M. Gambino
SoggettoDomanico M. Gambino
SceneggiaturaSergio Amidei, Domenico M. Gambino
ProduttoreTullio Taormina
Casa di produzioneDiana Film S.A.
Distribuzione in italianoI.C.I. (1939)
FotografiaTommaso Kemeneffy
MusicheUlisse Siciliani
ScenografiaGiorgio Pinzauti
Interpreti e personaggi

Lotte nell'ombra è un film del 1939 diretto da Domenico M. Gambino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

«Spie straniere rubano la formula di un rivoluzionario esplosivo ideato da uno scienziato italiano e per decrittarne il codice segreto rapiscono la sua segretaria che ne è a conoscenza. Poiché la donna non intende parlare, i malviventi la ricattano minacciando di torturare il suo fidanzato, anch'egli assistente dell'inventore e anch'egli caduto nelle loro mani. Attraverso mille peripezie, il giovane riesce, però, a liberarsi, a salvare la ragazza, a mettere al sicuro la formula e, infine, a sgominare la banda.»

(Fantafilm[1])

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto dalla Diana Film S.A. di Tullio Taormina, girato a Cinecittà nella primavera del 1939, la pellicola uscì in prima nazionale il 23 novembre 1939. Il film fu il primo ad essere iscritto al PRC (Pubblico Registro Cinematografico) presso la SIAE, istituito per legge nello stesso anno. La registrazione dei film era ritenuta necessaria per dare ordine al mercato, ai relativi diritti d'autore, commerciali e fiscali.

Il film fu proiettato a New York nel giugno 1939, prima dell'uscita italiana, recensito nelle pagine dello spettacolo del New York Times.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

«[...] Lotte nell'ombra non è inferiore per resa spettacolare agli intricati serial americani: la coerenza narrativa è, certamente, un po' sacrificata, ma l'attenzione dello spettatore è sempre mantenuta alta da un susseguirsi frenetico di inseguimenti mozzafiato e colpi di scena a non finire.»

(Fantafilm[1])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Lotte nell'ombra, in Fantafilm. URL consultato il 5 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema