Black-ish

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Black-ish
Black-ish.png
Immagine dalla sigla della serie televisiva
Titolo originaleBlack-ish
PaeseStati Uniti d'America
Anno2014 – in produzione
Formatoserie TV
Generesitcom
Stagioni4
Episodi72
Durata22 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
NarratoreAnthony Anderson
IdeatoreKenya Barris
Interpreti e personaggi
Produttore esecutivoAnthony Anderson, Brian Dobbins, Helen Sugland, Kenya Barris, Larry Wilmore, Paul Young, Laurence Fishburne, Peter Principato, Tom Russo
Casa di produzioneABC Studios, Khalabo Ink Society, Wilmore Films, Cinema Gypsy Productions, Principato-Young Entertainment
Prima visione
Dal24 settembre 2014
Alin corso
Rete televisivaABC
Opere audiovisive correlate
Spin-offGrown-ish

Black-ish (stilizzato blackish) è una sitcom statunitense ideata da Kenya Barris[1][2][3], trasmessa dal 24 settembre 2014 su ABC.[4][5][6]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un padre di famiglia lotta per ottenere un senso di identità culturale mentre cresce i suoi figli in un quartiere prevalentemente bianco, di classe medio-alta.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 24 2014-2015 inedita
Seconda stagione 24 2015-2016 inedita
Terza stagione 24 2016-2017 inedita
Quarta stagione 24[7] 2017-2018 inedita

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Andre "Dre" Johnson Sr. (stagioni 1-in corso), interpretato da Anthony Anderson
  • Dr. Rainbow "Bow" Johnson (stagioni 1-in corso), interpretata da Tracee Ellis Ross
  • Zoey Johnson (stagioni 1-3, ricorrente 4-in corso), interpretata da Yara Shahidi
  • Andre Johnson Jr. (stagioni 1-in corso), interpretato da Marcus Scribner
  • Jack Johnson (stagioni 1-in corso), interpretato da Miles Brown
  • Diane Johnson (stagioni 1-in corso), interpretata da Marsai Martin
  • Josh Oppenhol (stagione 2, ricorrente 1, 3-in corso), interpretato da Jeff Meacham
  • Ruby Johnson[8] (stagioni 2-in corso, ricorrente 1), interpretata da Jenifer Lewis
  • Leslie Stevens (stagioni 3-in corso, ricorrente 1-2), interpretato da Peter Mackenzie
  • Charlie Telphy (stagioni 4-in corso, ricorrente 1-3), interpretato da Dean Cole

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo e casting[modifica | modifica wikitesto]

Kenya Barris, il creatore della serie

Il 16 gennaio 2014, l'emittente televisiva ABC commissionò la lavorazione di un episodio pilota.[12][13] Il primo attore ad entrare nel cast principale fu Anthony Anderson, al principio dell'ottobre 2013, nel ruolo di Andre Johnson Sr.[14] Due settimane dopo, Larry Wilmore diventò showrunner.[15] Nel febbraio successivo, vennero ingaggiati Laurence Fishburne e Tracee Ellis Ross, rispettivamente interpreti del padre e della moglie di Andre.[16][17][18]

L'8 maggio 2014 ABC, dopo aver approvato l'episodio pilota, ordinò ufficialmente di inserire la serie per la stagione televisiva 2014-2015. Qualche giorno dopo, Anderson rese noto che l'allora showrunner Larry Wimore dovette abbandonare il progetto a causa del lavoro ottenuto come presentatore del talk show The Nightly Show with Larry Wilmore.[19]

Rinnovi[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 maggio 2015, avendo registrato buoni ascolti nel corso della messa in onda, la serie è stata rinnovata per una seconda stagione. Questa, composta da 24 episodi, venne trasmessa dal 23 settembre dello stesso anno.[20]

Il 3 marzo 2016, la serie viene rinnovata anche per una terza stagione.[21] Essa vede la promozione a personaggio principale di Peter Mackenzie.[22]

Il 12 maggio 2017, la serie viene rinnovata anche per una quarta stagione.[23]

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Grown-ish.

Il 23esimo episodio della terza stagione, "Liberal Arts", ha funzionato come backdoor pilot per un potenziale spin-off dello stesso titolo, interpretato da Yara Shahidi.[24][25][26]

All'inizio di maggio 2017, l'ABC ha approvato il progetto, ma lo ha spostato nel canale Freeform.[27] Il 19 maggio 2017, Freeform ha ordinato ufficialmente 13 episodi sotto il titolo provvisorio di College-ish.[28] Nell'agosto 2017, la serie ha cambiato il titolo in Grown-ish e ha aggiunto Francia Raisa e Jordan Buhat come membri del cast.[29]

La serie ha debuttato il 3 gennaio 2018 con Parnell e Jackson che hanno ripreso i loro ruoli, mentre Emily Arlook sostituirà Mallory Sparks nel ruolo di Miriam.[30]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Messa in onda Inizio Fine Stagione televisiva Spettatori generali
Data Telepettatori Data Telespettatori
1 24 Mercoledì alle 21:30 24 settembre 2014 11.04[31] 20 maggio 2015 5.36[32] 2014-2015 8.49[33]
2 24 23 settembre 2015 7.30[34] 18 maggio 2016 5.05[35] 2015-2016 7.22[36]
3 24 21 settembre 2016 6.39[37] 10 maggio 2017 4.75[38] 2016-2017 6.61[39]
4 24 Martedì alle 21:00 3 ottobre 2017 4.71[40] - - 2017-2018 -

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La serie riceve ampi consensi da parte della critica specializzata. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes registra un indice di gradimento dell'86%, con un voto medio di 7.3 su 10 basato su 56 recensioni e un giudizio riassuntivo che recita: «Seppur non abbia un pubblico di riferimento, Black-ish ingrazia con un cast diverso e affascinanti questioni culturali».[41] Su Metacritic ottiene invece un punteggio di 77 su 100, basato su 31 pareri professionali.[42]

Stagione Accoglienza
Rotten Tomatoes Rotten Tomatoes - Punteggio del pubblico Metacritic Metacritic - Punteggio del pubblico
1 86% (56 recensioni) 67% (561 recensioni) 77 (31 recensionI) 6.2 (88 recensioni)
2 100% (8 recensioni)[43] 79% (96 recensioni) - 6.6 (17 recensioni)[44]
3 - 76% (29 recensioni)[45] - 7.3 (8 recensioni)[46]
4 100% (10 recensioni)[47] 57% (47 recensioni) - -

Il numero di Rolling Stone del 4 dicembre 2014 lo ha definito "una delle uniche commedie della rete che vale la pena guardare", lodando in particolare la performance di Laurence Fishburne.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Tracee Ellis Ross, grazie alla sua performance ha vinto nel 2017, il Golden Globe per la miglior attrice in una serie commedia o musicale.

La serie ha ricevuto ben 68 nomination, vincendo 22 premi (1 American Film Institute, 5 NAACP Image Award nel 2015, 1 Peabody Award, 6 NAACP Image Award nel 2016, 1 TCA Award, 1 Golden Globe, 6 NAACP Image Award nel 2017, 1 Young Artist Award e 1 MTV Movie & TV Awards)

Grandi elogi furono conferiti alle interpretazioni di Anthony Anderson e Tracee Ellis Ross, entrambi candidati ai Premi Emmy.[48][49] Ross, in particolare, è stata insignita del Golden Globe per la miglior attrice in una serie commedia o musicale nel 2017, dedicando il disco di ringraziamento alle persone di colore.[50]

Vinti[modifica | modifica wikitesto]

Contenuti di commento sociale e politico[modifica | modifica wikitesto]

Razzismo[modifica | modifica wikitesto]

Black-ish affronta non solo il razzismo che i Johnson affrontano come una famiglia afro-americana di classe medio-alta, ma include anche il razzismo degli afroamericani provenienti da una varietà di sfondi in America. L'episodio pilota inizia introducendo la paura di Dre che i suoi figli siano troppo assimilati al loro ambiente prevalentemente bianco, perdendo la loro cultura nera. L'episodio affronta anche il problema del razzismo che gli afroamericani affrontano sul posto di lavoro quando Dre si entusiasma per una promozione presso la sua agenzia pubblicitaria, che risulta essere vicepresidente senior della divisione urbana. In risposta, Dre domanda "Mi hanno appena incaricato delle cose nere?" Questo episodio solleva la questione di dove viene tracciata la linea in modo che tu non sia definito dalla tua razza, ma la tua cultura rimane comunque pertinente.[60]

Nel 1º episodio della seconda stagione, "The Word", Jack canta "Gold Digger" di Kanye West a scuola, dicendo la parola "negro". Il resto dell'episodio discute le prospettive generazionali e multiculturali della parola e come ha un significato diverso sulle persone.[61]

LGBT[modifica | modifica wikitesto]

Nel 22º episodio della prima stagione, "Please Don't Ask, Please Don't Tell", viene presentata la sorella minore di Dre, Rhonda, interpretata da Raven-Symoné. Rhonda è una lesbica ma non è mai uscita ufficialmente dalla sua famiglia. I membri della famiglia lo hanno capito a poco a poco grazie alla fidanzata di Rhonda, tuttavia nessuno lo ha mai riconosciuto. Andre ammette che l'omosessualità è un argomento che la maggior parte degli afroamericani preferisce evitare, a causa dell'omofobia, motivo per cui non ne parla mai con sua sorella. Questo porta Rhonda a non invitare nessuno dei suoi familiari al suo matrimonio e Andre alla fine parla con Rhonda della sua sessualità.[62]

Brutalità della polizia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'episodio "Hope" della seconda stagione, la serie affronta la brutalità della polizia e del Black Lives Matter mentre la famiglia guarda le notizie che riportano di un fatale scontro tra giovani, neri e uomini con la polizia. Sebbene il caso fosse fittizio, molti nomi reali, come Freddie Gray e Sandra Bland, furono inclusi nella discussione della famiglia. Il formato del dibattito dell'episodio è stato in grado di affrontare entrambi i lati della situazione e non deludere completamente le forze di polizia. Tuttavia, si è appoggiato di più verso il movimento Black Lives Matter. Il formato consentiva anche prospettive di diverse generazioni, sfondi e ideologie. La fine dell'episodio ruotava attorno a un messaggio di speranza e all'importanza di proteste, discussioni e atteggiamenti quando le persone si trovano di fronte a tragedie dalla brutalità della polizia, assassinii, ecc.[63]

Elezioni[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio "Lemons" della terza stagione affronta la questione delle elezioni presidenziali del 2016. L'episodio è caratterizzato da conversazioni con la famiglia Johnson sull'elezione di Donald Trump alla presidenza. È stato considerato il primo spettacolo mainstream per catturare i sentimenti e la realtà che stanno dietro le elezioni per molte persone. L'episodio è andato in onda poche settimane prima dell'elezione di Trump.[64]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nellie Andreeva, ABC Picks Up ‘Selfie’, ‘Forever’, Jeff Lowell Comedy, ‘Galavant’, ‘The Whispers’, ‘How To Get Away With Murder’, ‘American Crime’, ‘Black-ish’ To Series, in Deadline, 09 maggio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  2. ^ (EN) Cynthia Littleton, ABC Orders ‘Marvel’s Agent Carter,’ 4 Other Dramas and 4 Comedies, in Variety, 09 maggio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  3. ^ Shows A-Z - black-ish on abc | TheFutonCritic.com, su www.thefutoncritic.com. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  4. ^ (EN) ABC Fall Schedule: Shonda Rhimes Owns Thursdays, Black-ish Gets the Post–Modern Family Slot, in Vulture, 13 maggio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  5. ^ (EN) ABC Fall Schedule: Shonda Rhimes Rules Thursday, 'Black-ish' Gets 'Modern Family' Slot, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  6. ^ ABC Announces Fall Premiere Dates - Ratings | TVbytheNumbers.Zap2it.com, su tvbythenumbers.zap2it.com, 16 settembre 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2015).
  7. ^ (EN) Daniel Holloway, ABC Extends ‘Black-ish,’ ‘Grey’s Anatomy,’ ‘American Housewife’ Seasons, in Variety, 31 ottobre 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  8. ^ (EN) Michael Slezak, ABC's black-ish Casts Jenifer Lewis as Anthony Anderson's Mother, in TVLine, 30 settembre 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  9. ^ ABC Medianet, su abcmedianet.com, 03 settembre 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2014).
  10. ^ (EN) Erik Adams, Laurence Fishburne will be back for Hannibal’s third season, in News. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  11. ^ (EN) BLACKISH - ABC All Access, in ABC All Access. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  12. ^ (EN) Nellie Andreeva, Anthony Anderson Toplines ABC Comedy Written By Kenya Barris & Produced By Laurence Fishburne Who May Guest Star, in Deadline, 09 ottobre 2013. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  13. ^ (EN) Comedy Starring Anthony Anderson From Laurence Fishburne Gets ABC Pilot Order, 16 gennaio 2014. URL consultato il 15 ottobre 2014.
  14. ^ (EN) Nellie Andreeva, Anthony Anderson Toplines ABC Comedy Written By Kenya Barris & Produced By Laurence Fishburne Who May Guest Star, su Deadline, 8 ottobre 2013.
  15. ^ (EN) Nellie Andreeva, ABC’s Anthony Anderson/Kenya Barris Pilot Taps Larry Wilmore As Showrunner, in Deadline, 31 gennaio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  16. ^ (EN) The Deadline Team, Laurence Fishburne Set For ABC’s Anthony Anderson Pilot; Jade Catta-Preta Joins Jeff Lowell Comedy, in Deadline, 10 febbraio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  17. ^ (EN) Nellie Andreeva, Tracee Ellis Ross To Co-Star In Anthony Anderson Pilot; Ricky Blitt Pilot Adds One, in Deadline, 20 febbraio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  18. ^ (EN) Tambay A. Obenson, Tracee Ellis Ross Will Play Anthony Anderson’s Wife In ABC’s Kenya Barris Pilot, ‘Black-ish’, in IndieWire, 20 febbraio 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  19. ^ (EN) Jenna Marotta, Anthony Anderson Says Larry Wilmore Won't Executive-Produce ABC's Black-ish, su Vulture, 14 maggio 2014.
  20. ^ (EN) black-ish Season 2 Premiere Wednesday Sept 23 9, ABC, 15 settembre 2015.
  21. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, Grey's Anatomy, Scandal, S.H.I.E.L.D. and 8 Other Shows Renewed at ABC, su TVLine, 3 marzo 2016.
  22. ^ (EN) Sarah Hearon, TVLine Items: black-ish Promotion, Awkward Star to Hulu and More [collegamento interrotto], su TVLine, 21 giugno 2016.
  23. ^ ABC rinnova Agents of S.H.I.E.L.D., C'era una volta e altre 4 serie tv, in ComingSoon.it. URL consultato il 12 maggio 2017.
  24. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Black-Ish’ Spinoff Starring Yara Shahidi In Works At ABC From Kenya Barris & Larry Wilmore, in Deadline, 20 gennaio 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  25. ^ (EN) Nellie Andreeva, Chris Parnell Stars In ‘Black-ish’ Spinoff, Matt Walsh & Trevor Jackson Also Cast, in Deadline, 06 aprile 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  26. ^ Listings - BLACK-ISH on ABC | TheFutonCritic.com, su www.thefutoncritic.com. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  27. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Black-ish’ Spinoff Starring Yara Shahidi Eyes Series Order At Freeform, in Deadline, 11 maggio 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  28. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Black-ish’ Spinoff ‘College-ish’ Starring Yara Shahidi Gets Freeform Series Order, in Deadline, 19 maggio 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  29. ^ (EN) Denise Petski, ‘Grown-ish’: ‘Black-ish’ Spinoff Adds Francia Raisa & Jordan Buhat As Regulars, Chloe x Halle To Recur, in Deadline, 30 agosto 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  30. ^ (EN) Freeform's 'Black-ish' Spinoff Adds Trio to Cast, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  31. ^ Wednesday Final Ratings: ‘The Middle’, ‘The Goldbergs’, ‘Modern Family’, ‘Law and Order: SVU’, & ‘Red Band Society’ Adjusted Up - Ratings | TVbytheNumbers.Zap2it.com, su tvbythenumbers.zap2it.com, 1° gennaio 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2015).
  32. ^ Steve Baron, Wednesday Final Ratings: 'Survivor', 'Survivor: Reunion' & 'Modern Family' Adjusted Up, su TV By The Numbers, 21 maggio 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  33. ^ (EN) Lisa de Moraes, Full 2014-15 TV Season Series Rankings: Football & ‘Empire’ Ruled, in Deadline, 22 maggio 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  34. ^ Wednesday Final Ratings: ‘Survivor’, ‘Modern Family’ & ‘Law and Order: SVU’ Adjusted Up; ‘Nashville’ Adjusted Down, su TV By The Numbers, 24 settembre 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  35. ^ Rick Porter, Wednesday final ratings: ‘Empire,’ ‘Goldbergs,’ ‘SVU’ adjust up; ‘Arrow,’ ‘Supernatural’ adjust down, su TV By The Numbers, 19 maggio 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  36. ^ (EN) Lisa de Moraes, Full 2015-16 TV Season Series Rankings: ‘Blindspot’, ‘Life In Pieces’ & ‘Quantico’ Lead Newcomers, in Deadline, 26 maggio 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  37. ^ Rick Porter, Wednesday final ratings: ‘Empire’ adjusts up, ‘Designated Survivor’ adjusts down, su TV By The Numbers, 22 settembre 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  38. ^ Rick Porter, ‘Empire,’ ‘Modern Family,’ ‘Criminal Minds’ finale, ‘Chicago PD’ & ‘Speechless’ all adjust up: Wednesday final ratings, su TV By The Numbers, 11 maggio 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  39. ^ (EN) Lisa de Moraes, Final 2016-17 TV Rankings: ‘Sunday Night Football’ Winning Streak Continues, in Deadline, 26 maggio 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  40. ^ Rick Porter, ‘Fresh Off the Boat,’ ‘Voice’ adjust up, ‘Brooklyn Nine-Nine,’ ‘L&O True Crime’ adjust down: Tuesday final ratings, su TV By The Numbers, 04 ottobre 2017. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  41. ^ (EN) Black-ish: Season 1, Rotten Tomatoes.
  42. ^ (EN) Black-ish: Season 1, Metacritic.
  43. ^ (EN) black-ish: Season 2 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  44. ^ Black-ish. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  45. ^ (EN) black-ish: Season 3 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  46. ^ Black-ish. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  47. ^ (EN) black-ish: Season 4 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  48. ^ (EN) Emmy Award Nominations: Full List of 2015 Emmy Nominees, su Variety, 16 luglio 2015. (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2017).
  49. ^ (EN) Emmys 2016: The Full List of Nominations, su The Hollywood Reporter, 14 luglio 2016.
  50. ^ (EN) Yohana Desta, Golden Globes 2017: Tracee Ellis Ross Dedicates Her Win to People of Color, su Vanity Fair, 8 gennaio 2017.
  51. ^ (EN) Here Are the AFI AWARDS 2015 Official Selections, in American Film. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  52. ^ (EN) Variety Staff, ‘Get On Up,’ ‘Selma,’ ‘Dear White People’ Score NAACP Image Award Nominations (Full List), in Variety, 09 dicembre 2014. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  53. ^ (EN) Debra Birnbaum, ‘Black-ish,’ ‘Master of None,’ ‘Mr. Robot’ Among 2015 Peabody Awards Winners, in Variety, 22 aprile 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  54. ^ (EN) 'Creed,' 'Empire' Top NAACP Image Award Nominations; Full List, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  55. ^ (EN) Laura Prudom, ‘Mr. Robot,’ ‘The People v. O.J. Simpson’ Lead TCA Awards Nominations, in Variety, 22 giugno 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  56. ^ (EN) Variety Staff, Golden Globe Nominations: Complete List, in Variety, 12 dicembre 2016. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  57. ^ (EN) Beyoncé Leads the Pack of 2017 NAACP Image Awards Nominees, in EW.com. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  58. ^ (EN) Simon Tech, Winners - Young Artist Awards, su www.youngartistawards.org. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  59. ^ (EN) Get Out Leads the Nominations for MTV's First Ever Movie & TV Awards, in PEOPLE.com. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  60. ^ Review: A Family Seeks Its True Colors on black-ish, su Time. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  61. ^ (EN) The Story Behind Black-ish’s Provocative N-Word Episode, in Vulture, 24 settembre 2015. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  62. ^ (EN) 'Black-ish' Recap: 'Please Don't Ask, Please Don't Tell', in Essence.com. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  63. ^ (EN) Joanna Robinson, How Black-ish’s Searing Political Commentary Transcended “Very Special Episode” Territory, in HWD. URL consultato il 07 gennaio 2018.
  64. ^ (EN) In Praise of Black-ish’s Extraordinary Election Episode, in Vulture. URL consultato il 07 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione