Arcidiocesi di Natal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Natal
Archidioecesis Natalensis
Chiesa latina
Natal-Catedral.jpg
Regione ecclesiastica Nordeste 2
Diocesi suffraganee
Caicó, Mossoró
Arcivescovo metropolita Jaime Vieira Rocha
Arcivescovi emeriti Heitor de Araújo Sales,
Matias Patrício de Macêdo
Sacerdoti 195 di cui 164 secolari e 31 regolari
8.346 battezzati per sacerdote
Religiosi 37 uomini, 298 donne
Diaconi 86 permanenti
Abitanti 1.923.667
Battezzati 1.627.542 (84,6% del totale)
Superficie 25.153 km² in Brasile
Parrocchie 104
Erezione 29 dicembre 1909
Rito romano
Indirizzo Av. Floriano Peixoto 1060, C.P. 227, 59020-500 Natal, RN, Brazil
Sito web www.arquidiocesedenatal.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2005 (ch? · gc?)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Natal (in latino: Archidioecesis Natalensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Nordeste 2. Nel 2004 contava 1.627.542 battezzati su 1.923.667 abitanti. È retta dall'arcivescovo Jaime Vieira Rocha.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende i seguenti comuni dello Stato brasiliano di Rio Grande do Norte: Natal, Afonso Bezerra, Alto do Rodrigues, Angicos, Arês, Baía Formosa, Barcelona, Bento Fernandes, Bodó, Bom Jesus, Brejinho, Caiçara do Norte, Caiçara do Rio do Vento, Campo Redondo, Canguaretama, Ceará-Mirim, Coronel Ezequiel, Extremoz, Fernando Pedroza, Galinhos, Goianinha, Guamaré, Ielmo Marinho, Ipanguaçu, Itajá, Jaçanã, Jandaíra, Japi, Jardim de Angicos, João Câmara, Lagoa d'Anta, Lagoa de Pedras, Lagoa de Velhos, Lagoa Salgada, Lajes, Lajes Pintadas, Macaíba, Macau, Montanhas, Monte Alegre, Monte das Gameleiras, Nísia Floresta, Nova Cruz, Parazinho, Passa e Fica, Passagem, Pendências, Pedra Grande, Pedra Preta, Pedro Avelino, Pedro Velho, Poço Branco, Pureza, Riachuelo, Ruy Barbosa, Santa Cruz, Santa Maria, Santana do Matos, Santo Antônio, São Bento do Norte, São Bento do Trairi, São Gonçalo do Amarante, São José de Mipibu, São José do Campestre, São Miguel do Gostoso, São Paulo do Potengi, São Pedro, São Rafael, São Tomé, Senador Elói de Souza, Senador Georgino Avelino, Serra Caiada, Serra de São Bento, Serrinha, Sítio Novo, Taipu, Tangará, Tibau do Sul, Touros, Vera Cruz e Vila Flor.

Sede arcivescovile è la città di Natal, dove si trova la cattedrale della Presentazione al Tempio di Maria Vergine.

Il territorio è suddiviso in 67 parrocchie, raggruppate in 10 zone pastorali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Natal fu eretta il 29 dicembre 1909 con la bolla Apostolicam in singulis di papa Pio X, ricavandone il territorio dalla diocesi della Paraíba (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di San Salvador di Bahia.

Il 5 dicembre 1910 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Olinda (oggi arcidiocesi di Olinda e Recife), ma già il 6 febbraio 1914 divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Paraíba.

Il 28 luglio 1934 e il 25 novembre 1939 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Mossoró e di Caicó.

Il 16 febbraio 1952 la diocesi è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Arduum onus di papa Pio XII.

Il 5 marzo 2000 papa Giovanni Paolo II ha beatificato due sacerdoti dell'arcidiocesi di Natal, Andrea de Soveral e Ambrogio Francesco Ferro e altri ventotto loro compagni. I trenta martiri furono colpiti da soldati olandesi e portoghesi mentre assistevano alla messa nel 1645, alcuni morirono il 16 luglio, altri il 3 ottobre.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Joaquim Antônio d'Almeida † (23 ottobre 1910 - 14 giugno 1915 dimesso)
  • Antônio dos Santos Cabral † (1º settembre 1917 - 21 novembre 1921 nominato vescovo di Belo Horizonte)
  • José Pereira Alves † (27 ottobre 1922 - 27 gennaio 1928 nominato vescovo di Niterói)
  • Marcolino Esmeraldo de Sousa Dantas † (1º marzo 1929 - 8 aprile 1967 deceduto)
  • Nivaldo Monte † (6 settembre 1967 - 6 aprile 1988 ritirato)
  • Alair Vilar Fernandes de Melo † (6 aprile 1988 - 27 ottobre 1993 ritirato)
  • Heitor de Araújo Sales (27 ottobre 1993 - 26 novembre 2003 ritirato)
  • Matias Patrício de Macêdo (26 novembre 2003 - 21 dicembre 2011 ritirato)
  • Jaime Vieira Rocha, dal 21 dicembre 2011

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 1.923.667 persone contava 1.627.542 battezzati, corrispondenti all'84,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1965 700.000  ?  ? 65 43 22 10.769 34 9
1968  ?  ?  ? 62 45 17  ? 27 199 26
1976 906.321 946.221 95,8 63 49 14 14.386 19 215 39
1980 1.192.000 1.257.000 94,8 52 39 13 22.923 22 245 40
1990 1.280.000 1.440.000 88,9 61 45 16 20.983 30 265 48
1999 1.488.000 1.671.000 89,0 87 73 14 17.103 3 22 245 55
2000 1.200.000 1.539.608 77,9 103 86 17 11.650 13 25 245 56
2001 1.424.518 1.826.305 78,0 99 81 18 14.389 13 31 248 57
2002 1.965.834 2.520.300 78,0 100 83 17 19.658 19 28 219 61
2003 1.282.960 1.832.793 70,0 119 98 21 10.781 20 32 392 64
2004 1.627.542 1.923.667 84,6 118 98 20 13.792 25 37 298 67

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bandiera del Vaticano Arcidiocesi cattoliche del Brasile Bandiera del Brasile
Aparecida | Aracaju | Belém do Pará | Belo Horizonte | Botucatu | Brasília | Campinas | Campo Grande | Cascavel | Cuiabá | Curitiba | Curitiba degli Ucraini | Diamantina | Feira de Santana | Florianópolis | Fortaleza
Goiânia | Juiz de Fora | Londrina | Maceió | Manaus | Mariana | Maringá | Montes Claros | Natal | Niterói | Olinda e Recife | Palmas | Paraíba | Passo Fundo | Pelotas | Porto Alegre | Porto Velho | Pouso Alegre | Ribeirão Preto | Rio de Janeiro | San Paolo | San Salvador di Bahia | Santa Maria | São Luís do Maranhão | Sorocaba | Teresina | Uberaba | Vitória | Vitória da Conquista