Arcidiocesi di Cascavel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcidiocesi di Cascavel
Archidioecesis Cascavellensis
Chiesa latina
Catedral Nossa Senhora Aparecida.JPG
Regione ecclesiastica Sul 2
Diocesi suffraganee
Foz do Iguaçu, Palmas-Francisco Beltrão, Toledo
Arcivescovo metropolita Mauro Aparecido dos Santos
Arcivescovi emeriti Lúcio Ignácio Baumgaertner
Sacerdoti 71 di cui 38 secolari e 33 regolari
4.770 battezzati per sacerdote
Religiosi 49 uomini, 84 donne
Diaconi 1 permanente
Abitanti 451.601
Battezzati 338.700 (75,0% del totale)
Superficie 8.103 km² in Brasile
Parrocchie 33
Erezione 5 maggio 1978
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora Aparecida
Indirizzo Rua Maranhão 1595, 85801-051 Cascavel, PR, Brazil
Sito web www.arquicascavel.org.br
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Cascavel (in latino: Archidioecesis Cascavellensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Brasile appartenente alla regione ecclesiastica Sul 2. Nel 2016 contava 338.700 battezzati su 451.601 abitanti. È retta dall'arcivescovo Mauro Aparecido dos Santos.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende 16 comuni nella parte sud-occidentale dello Stato brasiliano del Paraná: Cascavel, Capitão Leônidas Marques, Boa Vista da Aparecida, Lindoeste, Santa Tereza do Oeste, Corbélia, Cafelândia, Iguatu, Braganey, Guaraniaçu, Ibema, Campo Bonito, Catanduvas, Três Barras do Paraná, Santa Lúcia, Anahy e Diamante do Sul.

Sede arcivescovile è la città di Cascavel, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora Aparecida (Nossa Senhora Aparecida).

Il territorio si estende su una superficie di 8.103 km² ed è suddiviso in 33 parrocchie.

Provincia ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

La provincia ecclesiastica di Cascavel, istituita nel 1979, comprende le seguenti suffraganee:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Cascavel fu eretta il 5 maggio 1978 con la bolla Cum Toletanus di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Toledo. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Curitiba.

Il 16 ottobre 1979 la diocesi fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Maiori Christifidelium di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Armando Círio, O.S.I. † (5 maggio 1978 - 27 dicembre 1995 ritirato)
  • Lúcio Ignácio Baumgaertner (27 dicembre 1995 - 31 ottobre 2007 ritirato)
  • Mauro Aparecido dos Santos, dal 31 ottobre 2007

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi nel 2016 su una popolazione di 451.601 persone contava 338.700 battezzati, corrispondenti al 75,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1980 425.000 463.000 91,8 44 14 30 9.659 55 68 23
1990 374.000 400.000 93,5 99 65 34 3.777 2 36 132 62
1999 280.478 377.311 74,3 53 19 34 5.292 40 112 29
2000 280.478 377.311 74,3 52 18 34 5.393 39 118 29
2001 285.857 381.143 75,0 53 19 34 5.393 69 110 29
2002 285.857 381.143 75,0 55 20 35 5.197 75 116 29
2003 285.857 381.143 75,0 57 21 36 5.015 74 115 29
2004 285.857 381.143 75,0 55 21 34 5.197 75 104 29
2006 292.000 390.000 74,9 60 22 38 4.866 68 111 30
2013 328.000 436.000 75,2 68 33 35 4.823 60 90 40
2016 338.700 451.601 75,0 71 38 33 4.770 1 49 84 33

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bandiera del Vaticano Arcidiocesi cattoliche del Brasile Bandiera del Brasile
Aparecida | Aracaju | Belém do Pará | Belo Horizonte | Botucatu | Brasília | Campinas | Campo Grande | Cascavel | Cuiabá | Curitiba | Curitiba degli Ucraini | Diamantina | Feira de Santana | Florianópolis | Fortaleza
Goiânia | Juiz de Fora | Londrina | Maceió | Manaus | Mariana | Maringá | Montes Claros | Natal | Niterói | Olinda e Recife | Palmas | Paraíba | Passo Fundo | Pelotas | Porto Alegre | Porto Velho | Pouso Alegre | Ribeirão Preto | Rio de Janeiro | San Paolo | San Salvador di Bahia | Santa Maria | São Luís do Maranhão | Sorocaba | Teresina | Uberaba | Vitória | Vitória da Conquista