The Walrus and the Carpenter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Illustrazione di John Tenniel del 1871

The Walrus and The Carpenter è il titolo di un poemetto nonsense scritto da Lewis Carroll e pubblicato nel 1871 in Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò.

È generalmente considerato uno tra i più illustri nonsense scritti in lingua inglese.

La composizione[modifica | modifica sorgente]

Il Tricheco e il Falegname è inclusa nel Capitolo 4 di Attraverso lo specchio. È formata da 18 strofe, ognuna di esse è composta da sei versi la cui rima è ABCBDB, per un totale di 108 versi. La storia, narrata da Piripipò e Piripipù (Tweedledum e Tweedledee nel testo inglese), parla di due personaggi, il Tricheco e il Falegname, a passeggio sulla spiaggia in una notte di luna col sole splendente, seguiti da quattro giovani ostriche, a cui si aggiunge un altro quartetto, e un altro ancora e il seguito cresce sempre più finché, dopo averle trascinate con loro per un miglio, i due si siedono su uno scoglio provvisti di una pagnotta, sale, pepe e aceto, e banchettano mangiandosi tutte le ostriche.

La narrazione lascia interdetta Alice che in un primo momento prende le parti del Tricheco e dei suoi sentimenti di pietà («Preferisco il Tricheco (...) perché era un po’ addolorato per le povere ostriche»), successivamente si schiera col Falegname, che «almeno ne ha mangiate meno del Tricheco», concludendo dopo una pausa di riflessione che «eran due tipi piuttosto antipatici»[1].

Le due figure sono state anche interpretate secondo un’ottica religiosa. Nell’introduzione al quinto capitolo di un testo su religione e cultura popolare, Il Tricheco e il Falegname è considerata un’accusa nei confronti delle religioni costituite. Il Tricheco è associato a Buddha o all’Induismo in generale, il Falegname invece richiama da vicino la figura di Gesù Cristo e si riferisce alle religioni occidentali[2].

Altre apparizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Tale poemetto viene citato durante i primi minuti del film Dogma di Kevin Smith ed interpretato tramite una visione allegorica, che vede il tranello attuato dal Carpentiere e dal Tricheco a svantaggio delle ostriche come l'inganno della religione organizzata verso i fedeli: il Carpentiere, lavoratore, rappresenterebbe la religione occidentale in quanto allegoria di Cristo, perché falegname come il padre; il Tricheco, invece, la religione orientale, per il rimando della sua stazza a quella del Buddha.
  • Il Tricheco della poesia di Carroll, trasfigurato secondo i canoni della psichedelia anni sessanta, è il soggetto della canzone I Am the Walrus dei Beatles.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lewis Carroll, Alice nel Paese delle Meraviglie e Attraverso lo Specchio, Einaudi, Torino, 1998, pag. 162.
  2. ^ (EN) R.W. Santana, G. Erickson, Religion and Popular Culture: Rescripting the Sacred, p. 89, Mc Farland. URL consultato l'11 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura