Spirito del tempo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Zeitgeist" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Zeitgeist.

Spirito del tempo, spesso reso in tedesco come Zeitgeist, è un'espressione adottata nella filosofia della cultura otto-novecentesca, che indica la tendenza culturale predominante in una determinata epoca.

Il termine originario rivestiva un concetto puramente scientifico. Divenne noto da uno scritto del filologo e filosofo Johann Gottfried Herder, diffuso nel 1760 da un lavoro polemico verso il filosofo Adolph Klotz, passando per la traduzione dell'espressione latina genius saeculi. Il termine quasi inalterato si ritrova in una frase di Faust nel Faust di Wolfgang Goethe (Was ihr den Geist der Zeiten heißt - quello che chiamate lo spirito dei tempi) ma è principalmente noto in ambito di analisi in Filosofia della storia, attraverso il pensiero di Hegel e le sue lezioni sull'argomento.

I filosofi materialisti in genere fanno risalire lo spirito del tempo a sovrastrutture (come le strutture politiche, gli ordinamenti costituzionali, le istituzioni, ecc.), mentre i filosofi spiritualisti legano lo sviluppo e la qualificazione dello spirito del tempo a fenomeni più sottili, come per esempio le pratiche culturali o in generale pratiche quotidiane, e la vita domestica.
Lo spiritualista Emerson, per esempio, dice in proposito: "Se un uomo vuole familiarizzarsi con la reale storia del mondo, con lo spirito del tempo, non deve andare prima alla state-house o alla court-room. Il sottile spirito della vita deve cercarsi in fatti più vicini. È ciò che è fatto e sofferto in casa, nella costituzione, nel temperamento, nella storia personale, ad avere il più profondo interesse per noi."