Chronon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il chronon è un quanto di tempo proposto, cioè una unità discreta e indivisibile del tempo facente parte di una teoria che rappresenta il tempo come non-continuo. Mentre il tempo è una quantità di continuo nella meccanica dei quanti standard, molti fisici hanno suggerito che un modello discreto di tempo possa lavorare, specialmente quando si viene a considerare la combinazione della meccanica dei quanti con relatività generale per produrre una teoria della gravità dei quanti.

Un tale modello fu introdotto da Piero Caldirola nel 1980. [1] Nel modello di Caldirola, un chronon corrisponde a circa 6.97×10 −24 secondi per un elettrone. Egli dichiara che il chronon ha importanti implicazioni per la meccanica dei quanti, in particolare il fatto che permette una chiara risposta alla questione se una particella libera caricata cadendo emetta o non emette radiazione. Questo modello presumibilmente evita le difficoltà incontrate dagli approcci al problema di Abraham-Lorentz e Dirac, e fornisce una naturale spiegazione della decoerenza dei quanti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) P. Caldirola, The introduction of the chronon in the electron theory and a charged lepton mass formula in Lett. Nuovo Cim., vol. 27, 1980, pp. 225–228, DOI:10.1007/BF02750348.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]