SIAI-Marchetti SM-1019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SIAI-Marchetti SM-1019
S1019-i.jpg
Descrizione
Tipo aereo da collegamento
Equipaggio 2
Costruttore SIAI-Marchetti
Data primo volo 24 maggio 1969
Data entrata in servizio 1976
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,52 m
Apertura alare 10,97 m
Altezza 2,23 m
Superficie alare 16,16
Peso a vuoto kg
Peso max al decollo kg
Capacità fino a 320 kg
Propulsione
Motore 1 turboelica Allison 250-B17B
Potenza 400 shp (298 kW)
Prestazioni
Velocità max 280 km/h
Autonomia km
Tangenza m
Note Dati riferiti alla versione SM.1019A

[senza fonte]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il SIAI-Marchetti SM-1019 era un aereo da collegamento monoplano ad ala alta a parasole, dotato di caratteristiche STOL, prodotto dall'azienda italiana SIAI-Marchetti negli anni settanta. Derivato dallo statunitense Cessna O-1 Bird Dog era stato proposto per equipaggiare l'Esercito Italiano con un velivolo leggero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

L'SM-1019 nasce dall'esigenza di dotare l'Esercito Italiano di un velivolo da collegamento dalle caratteristiche STOL. Al concorso partecipò l'Aermacchi che presentò il suo AM.3 mentre la SIAI-Marchetti presentò il proprio progetto basato sullo statunitense O-1 Bird Dog dotandolo di un nuovo e più potente motore turboelica in luogo dell'originario a pistoni e modificandone la coda. Il prototipo volò per la prima volta il 24 maggio 1969 e nelle valutazioni comparative risultò vincitore aggiudicandosi una fornitura di 80 esemplari.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Gli SM-1019 entrarono in servizio nel 1975 affiancando e sostituendo progressivamente i Cessna L-19 Bird Dog ed i Piper L-21B nei Reparti Aviazione Leggera (RAL) dell'esercito[1] dall'estate 1976[2].

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • SM-1019 - prototipo motorizzato con il turboelica Allison 250-B15C da 317 shp (236 kW), prodotto in un esemplare.
  • SM-1019A - modello di produzione in serie dotato del più potente Allison 250-B17B da 400 shp (298 kW), ridesignato SM-1019EI dall'Esercito Italiano, prodotto in 81 esemplari.
  • SM-1019B - prodotto in 4 esemplari

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La nostra storia in A.N.A.E. Associazione Nazionale Aviazione Esercito, http://www.anae.it/index.html, 18 ago 2009. URL consultato l'8 feb 2010.
  2. ^ IAI SM.1019 in Уголок неба.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Michael J. H. Taylor (1989). Jane's Encyclopedia of Aviation. London: Studio Editions.
  • (EN) The Illustrated Encyclopedia of Aircraft (Part Work 1982-1985). Orbis Publishing, 2856

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]