Paramedico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un paramedico ed un EMT soccorrono una donna a New York
Moto d'emergenza del West Midlands Ambulance Service

Il paramedico è un operatore del servizio di emergenza sanitaria extra-ospedaliera, specializzato nella medicina d'emergenza-urgenza e che opera sulle ambulanze e sugli altri mezzi d'emergenza.

Negli stati in cui la qualifica di paramedico esiste, è solitamente la più alta per il personale non sanitario operante nel sistema di emergenza. Può prestare servizio, volontario o meno, in squadre sia dedicate al soccorso sanitario sia come parte di altri servizi di emergenza, come nei vigili del fuoco, nelle forze di polizia o ancora nelle forze armate.

La figura del paramedico è riconosciuta e normata dalla legge in molti paesi anglofoni (Regno Unito, Irlanda, Stati Uniti d'America, Canada, Australia, Nuova Zelanda), mentre in altri è presente una qualifica sovrapponibile per formazione e responsabilità e impiego.

Compiti e formazione[modifica | modifica wikitesto]

I paramedici valutano le condizioni ed assistono i pazienti vittime di problemi di natura medica o traumatica: in base alle normative nazionali o locali, i paramedici sono formati alla rianimazione cardiopolmonare (Basic Life Support e ACLS), alla somministrazione di ossigeno, alla prevenzione ed al primo trattamento dello stato di shock, alla immobilizzazione di fratture e del rachide spinale.

Il paramedico è solitamente anche formato alla somministrazione (autonoma o autorizzabile) di farmaci cardiovascolari e, in generale, di quelli definiti "salva vita" sulla base di quanto previsto da protocolli per l'emergenza extraospedaliera redatti e validati a livello nazionale e internazionale[1].

Gli aspiranti paramedici frequentano corsi in genere della durata di 1500 ore, nei quali acquisiscono competenze nell'Advanced Life Support (ALS) e nel Soccorso vitale al traumatizzato. Viene loro insegnata l'applicazione di specifici protocolli e l'esecuzione di manovre specifiche quali l'intubazione endotracheale (per via orale e nasofaringea), l'utilizzo di dispositivi sopraglottici per la ventilazione invasiva, il posizionamento di una via intraossea (EZ-IO), oltre al posizionamento di accessi venosi periferici e all'utilizzo del defibrillatore, a volte manuale.

Impiego[modifica | modifica wikitesto]

Il personale paramedico può prestare servizio sulle seguenti unità, solitamente classificate come ALS (Advanced Life Support);

  • motociclette e biciclette allestite con il materiale per l'emergenza sanitaria;
  • ambulanze;
  • automediche, ovvero autovetture in grado di trasportare il personale di soccorso (anche un singolo paramedico) sul luogo dell'evento, indipendentemente dall'ambulanza;
  • elisoccorso.

I paramedici possono lavorare anche in equipe con personale di altri livelli: frequenti sono, ad esempio, le ambulanze con a bordo un paramedico e un soccorritore con anche il ruolo di autista.

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Germania[modifica | modifica wikitesto]

In Germania il livello più elevato di soccorso è offerto dai medici con specializzazione biennale in soccorso sanitario (Notarzt) e dai soccorritori di livello avanzato, che possono avvalersi di altre due categorie di soccorritori con formazione di livello inferiore (Rettungshelfer e Rettungssanitäter).

Quella di Rettungsassistent (RA) (assistente) è la qualifica massima, conseguibile attraverso un corso di formazione della durata di circa un anno, seguito da 1600 di tirocinio, coperte solitamente in un altro anno. Gli allievi paramedici che hanno già conseguito la certificazione di Rettungssanitäter (soccorso avanzato) devono affrontare solitamente un minore programma teorico, e a volte anche pratico, permettendo così di ottenere il diploma in minor tempo; se dotati di qualifiche inferiori, inoltre, possono combinare il tirocinio con il servizio effettivo come soccorritori, integrando le squadre di emergenza come secondi o terzi soccorritori. Le competenze avanzate dei paramedici si dividono tra quelle diagnostiche, come l'ECG e l'auscultazione, le manovre di soccorso invasive come l'intubazione endotracheale e l'applicazione di terapie IV, sottocutanee e intramuscolo.

Bisogna infine sottolineare che né i soccorritori avanzati né i paramedici sono autorizzati a compiere alcuna manovra invasiva se non sotto la supervisione diretta del medico, che deve quindi essere fisicamente presente sulla scena: solo allora possono mettere in atto le manovre apprese durante la loro formazione. Solo in casi eccezionali, in cui la vita del paziente è in serio pericolo, il paramedico o il soccorritore avanzato possono violare questa norma invocando lo stato di necessità; questa pratica, che consiste evidentemente nel violare la legge federale, è regolata da linee guida locali che non possono tuttavia renderla legale. L'opera autonoma del paramedico o del soccorritore avanzato in casi di emergenza è solitamente limitata a precisi protocolli[2], come la defibrillazione, l'intubazione endotracheale(senza rilassanti) e la somministrazione di farmaci in casi specifici[3], come adrenalina durante la RCP, destrosio per l'ipoglicemia, benzodiazepine in caso di attacchi epilettici, nitroglicerina in caso di infarto miocardico acuto (IMA), elettroliti IV per prevenire lo shock ipovolemico.

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Soccorritore.

La figura del paramedico come intesa in altre nazioni non esiste in Italia, dove il servizio di soccorso sanitario (118) impiega solamente soccorritori e personale sanitario[4], ovvero medici (spesso anestesisti-rianimatori) e infermieri.

In Italia, la qualifica di soccorritore (l'unica non sanitaria) è rivestita sia da personale dipendente che volontario e presenta differenze, anche notevoli, a livello regionale. I soccorritori sono generalmente formati attraverso un corso di circa 120 ore[5], durante le quali apprendono i protocolli e le manovre non invasive necessarie nel soccorso, tra cui il Basic Life Support.

Paragonando la realtà italiana a quella statunitense, la qualifica di soccorritore è equiparabile quindi a quella di EMT-B, e non a quella di paramedico

Stati Uniti d'America[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti d'America gli standard per quanto riguarda il soccorso pre-ospedaliero sono definiti a livello dei singoli stati, benché debbano rispondere comunque alle normative nazionali.

Quello di EMT-P (paramedic)[6] è il massimo livello conseguibile da un soccorritore, attraverso corsi di durata variabile tra gli 8 mesi e i 4 anni, che lo portano ad apprendere tutte le tecniche dell'Advanced Life Support, oltre ovviamente a quelle di base.

Il paramedico è tipicamente autorizzato ad effettuare interventi invasivi come la cricotiroidotomia, la toracotomia, l'iniezione intraossea, il posizionamento di un catetere venoso centrale (CVC) o la sutura di ferite; il paramedico è inoltre formato all'interpretazione di ECG a 12 derivazioni, alla defibrillazione manuale, alla cardioversione e alla somministrazione di numerosi farmaci (in alcuni stati addirittura di qualsiasi tipo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per le linee guida europee si veda il sito dell'European Resuscitation Council
  2. ^ (DE) Bundesärztekammer, Notfall: Notkompetenz I - Stellungnahme der Bundesärztekammer zur Notkompetenz von RAs und zur Delegation ärztlicher Leistungen im Rettungsdiens, 3 marzo 2009. URL consultato il 22 novembre 2010.
  3. ^ (DE) Bundesärztekammer, Notfall: Notkompetenz II - Medikamente, deren Applikation im Rahmen der Notkompetenz durchgeführt werden kann, 21 gennaio 2008. URL consultato il 22 novembre 2010.
  4. ^ Conferenza Stato Regioni, Accordo sul documento recante: "Linee guida su formazione, aggiornamento e addestramentopermanente del personale operante nel sistema di emergenza/urgenza", 22 maggio 2003. URL consultato il 26 agosto 2013.
  5. ^ Ad esempio, Giunta Regionale della Lombardia, Deliberazione IX/1964 in materia di Soccorso Sanitario Extraospedaliero, 6 luglio 2011. URL consultato il 26 agosto 2013.
  6. ^ (EN) NHTSA, EMT-Paramedic: National Standard Curriculum, DOT. URL consultato il 22 novembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]