Osvaldo Brandão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Osvaldo Brandão
Dati biografici
Nome Osvaldo Augusto Brandão
Nazionalità Brasile Brasile
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
Ritirato 1981
Carriera
Carriera da allenatore
1945 Palmeiras Palmeiras
1947-1948 Palmeiras Palmeiras
1948-1950 Santos Santos
1951-1953 Portuguesa Portuguesa
1954-1955 Corinthians Corinthians
1955-1956 Brasile Brasile
1957 Corinthians Corinthians
1958-1960 Palmeiras Palmeiras
1963 San Paolo San Paolo
1964-1966 Corinthians Corinthians
1967 Independiente Independiente
1968 Corinthians Corinthians
1969-1970 Penarol Peñarol
1971 San Paolo San Paolo
1971-1975 Palmeiras Palmeiras
1975-1977 Brasile Brasile
1977-1978 Corinthians Corinthians
1980 Palmeiras Palmeiras
1980-1981 Corinthians Corinthians
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 gennaio 2009

Osvaldo Agusto Brandão (Taquara, 18 settembre 1916San Paolo, 29 luglio 1989) è stato un allenatore di calcio brasiliano che ha allenato la Nazionale brasiliana in due occasioni, dal 1955 al 1956 e dal 1975 al 1977.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Fu l'allenatore del Palmeiras in varie occasioni, la prima nel 1945; conosciuto per il suo stile austero, non era un grande stratega, ma aveva grandi doti nel motivare i giocatori e nel tirarne fuori le loro qualità migliori. Vinse il campionato di calcio brasiliano 1972 e quello del 1973 con il Palmeiras di Ademir da Guia, Leivinha e Dudu; vinse inoltre lo storico Campeonato Paulista 1977 con il Corinthians, che pose fine ad un digiuno di titoli durato 22 anni per il club iniziato dopo la vittoria del Campeonato Paulista 1954, vinto proprio con Brandão sulla panchina.

Con il San Paolo, vinse il Campeonato Paulista 1971, diventando così l'unico allenatore a vincere tale titolo con tre delle maggiori squadre dello stato di San Paolo. Allenò anche il Peñarol, dal 1969 al 1970 e l'Independiente nel 1967, con la quale vinse il campionato di calcio argentino 1967.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Guidò la Nazionale di calcio del Brasile per la prima volta al Campeonato Sudamericano de Football 1957; convocò Garrincha e il veterano Zizinho, segnato dalla sconfitta del 1950. Tornò alla guida della nazionale negli anni settanta, ma subì forti critiche dalla stampa per aver convocato il terzino Wladimir del Corinthians ed averlo schierato titolare nello 0-0 con la Colombia, partita valevole per le qualificazioni al campionato del mondo 1978. Questo risultato causò le sue dimissioni nel 1977, venendo sostituito sulla panchina della Nazionale da Cláudio Coutinho.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Palmeiras: 1972, 1973
Santos: 1950
Corinthians: 1954, 1977
Palmeiras: 1959, 1972, 1974
San Paolo: 1971
Palmeiras: 1960
Independiente: 1967

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]