Jair Rosa Pinto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jair
Dati biografici
Nome Jair Rosa Pinto
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 168 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1963 - giocatore
? - allenatore
Carriera
Giovanili
1936
1937
Vasco da Gama Vasco da Gama
Barra Mansa Barra Mansa
Squadre di club1
1938-1943 Madureira Madureira  ? (?)
1943-1946 Vasco da Gama Vasco da Gama 71 (27)
1947-1949 Flamengo Flamengo 87 (62)
1949-1955 Palmeiras Palmeiras 241 (71)
1956-1960 Santos Santos 196 (34)
1961-1962 San Paolo San Paolo 31 (2)
1962-1963 Ponte Preta Ponte Preta  ? (?)
Nazionale
1940-1956 Brasile Brasile 39 (22)[1]
Carriera da allenatore
1963 San Paolo San Paolo
19?? Juventus-SP Juventus-SP
19?? Ponte Preta Ponte Preta
1971-1972 Vitoria Vitória
1975 Fluminense Fluminense
19?? Olaria Olaria
19?? Santos Santos
19?? Madureira Madureira
19?? Palmeiras Palmeiras
19?? Guarani Guarani
Palmarès
Coppa America calcio.svg Coppa America
Argento Cile 1945
Argento Argentina 1946
Oro Brasile 1949
W.Cup2.svg Coppa Rimet
Argento Brasile 1950
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jair Rosa Pinto, detto Jair (Quatis, 21 marzo 1921Rio de Janeiro, 28 luglio 2005), è stato un calciatore e allenatore di calcio brasiliano, di ruolo attaccante.

Noto anche come Jajá de Barra Mansa (poiché la natia Quatis, oggi cittadina a sé stante, all'epoca era un quartiere di Barra Mansa), fece parte per sedici anni della Nazionale di calcio brasiliana, nel corso di una carriera che ne durò venticinque; fu uno dei giocatori più celebri del suo tempo.[2] Morì a causa di un'embolia polmonare la mattina del 28 luglio 2005, che si verificò in seguito ad una operazione chirurgica che aveva subìto poco tempo prima, e dalla quale si stava riprendendo nell'ospedale di Lagoa, nella zona sud di Rio de Janeiro.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come attaccante,[4] più precisamente come ala sinistra,[3] ed era un ottimo tiratore di calci di punizione, grazie al suo tiro potente e carico d'effetto.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la carriera nel settore giovanile del Vasco da Gama,[6] società nella cui prima squadra giocava suo fratello Orlando,[5] ma lasciò il club per soprannumero di giocatori.[6]

Poco aiutato dalla minuta costituzione (a quindici anni pesava cinquanta chili),[5] vide la sua prima opportunità a livello professionistico nel Madureira, partecipando al campionato Carioca del 1938, formando con Lelé e Isaías il trio d'attacco.[5] Il Vasco da Gama gli offrì una seconda possibilità, stavolta nella squadra dei titolari, nel 1943; era il periodo in cui la squadra era denominata Expresso da Vitória. Nel 1946 lasciò nuovamente il club di Rio de Janeiro, non abbandonando però la città, dato che si trasferì al Flamengo. Le ragioni del suo allontanamento dal Vasco sono, secondo lo stesso giocatore, da ascrivere allo scarso salario che riceveva.[6] Il periodo al Flamengo, dopo un iniziale andamento positivo, fu però breve, visto che nel 1949, in seguito ad una sconfitta contro il Vasco per 5-2, la sua maglietta venne bruciata dai tifosi.[5][6][7]

Jair decise così di firmare per il Palmeiras, inaugurando una stagione di vittorie, visto che tra il 1950 e il 1951 vinse Campionato Paulista, Torneio Rio-São Paulo e Copa Rio. Nel 1956 venne ceduto al Santos, dove tra l'altro seguì il giovane Pelé con lezioni individuali su posizionamento in campo e tiro, specialmente nell'anno 1959.[3] Nel 1961 si trasferì al San Paolo, squadra in cui ebbe anche la sua prima esperienza da allenatore, prima di ritirarsi nel 1963.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato 41 partite per il Brasile, venendo incluso tra i convocati per varie competizioni; nel 1949 vinse il Campeonato Sudamericano de Football, aggiudicandosi inoltre il titolo di capocannoniere. Rimase particolarmente segnato dalla sconfitta nella finale del campionato del mondo 1950, tanto da dichiarare: «mi porterò questo dolore nella tomba, ma, una volta in cielo, chiederei a Dio perché perdemmo il titolo più importante».[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Vasco da Gama: 1945
Palmeiras: 1950
Santos: 1956, 1958
Palmeiras: 1951
Santos: 1959

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Palmeiras: 1951

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 41 (24) se si comprendono le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore brasiliana
  2. ^ (PT) Jair da Rosa Pinto, Museu dos Esportes. URL consultato il 9-4-2010.
  3. ^ a b c d (PT) Que Fim Levou? - Jair Rosa Pinto. URL consultato il 9-4-2010.
  4. ^ (EN) Sambafoot - Jair. URL consultato il 9-4-2010.
  5. ^ a b c d e (PT) Album dos saudosistas - Jair da Rosa Pinto, Museu dos Esportes. URL consultato il 9-4-2010.
  6. ^ a b c d (PT) Netvasco: Jair Rosa Pinto, uma lenda viva no Casaca no Rádio, netvasco.com.br. URL consultato il 10-4-2010.
  7. ^ (PT) Netvasco: Conheça mais sobre a carreira de Jair Rosa Pinto, netvasco.com.br. URL consultato il 10-4-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]