Nieuport 17

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nieuport 17
Nieuport 17
Nieuport 17
Descrizione
Tipo aereo da caccia
Equipaggio 1
Progettista Gustave Delage
Costruttore Francia Nieuport
Data primo volo gennaio 1916
Utilizzatore principale Francia Aéronautique Militaire
Altri utilizzatori Regno Unito RFC
Regno Unito RNAS
Sviluppato dal Nieuport 11
Altre varianti Nieuport 21
Nieuport 23
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5,77 m
Apertura alare 8,17 m
Altezza 2,444 m
Superficie alare 14,75 [1]
Peso carico 565 kg
Propulsione
Motore un rotativo Le Rhône 9J
Potenza 110 CV (81 kW)
Prestazioni
Velocità max 177 km/h [2]
Raggio di azione 250 km
Tangenza 5 300 m
Armamento
Mitragliatrici una Vickers calibro 0.303 in (7,7 mm)

i dati sono estratti da Aviafrance[3]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Nieuport 17 fu un caccia monomotore biplano sviluppato dall'azienda francese Société Anonyme des Établissements Nieuport negli anni dieci del XX secolo.

Introdotto nel 1916 venne impiegato inizialmente dalla Aéronautique Militaire, la componente aerea dell'Armée de terre (l'esercito francese), ed in breve tempo in entrambe le aeronautiche militari del Regno Unito, Royal Flying Corps (RFC) e Royal Naval Air Service (RNAS), durante le fasi della prima guerra mondiale rimanendo in servizio anche dopo il termine del conflitto in numerose forze aeree mondiali.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Rispetto al Nieuport 11 era più grande, con un motore più potente, ali più grandi e in generale possedeva una struttura molto più raffinata. In un primo tempo fu equipaggiato con un motore Le Rhône da 110 hp (82 kW), ma le versioni successive ospitarono a bordo una versione potenziata del propulsore 130 hp (97 kW). Il velivolo possedeva una grande manovrabilità e grande velocità di salita. La stretta ala inferiore risultava molto debole, a causa della scelta costruttiva di utilizzare un unico longherone, e tendeva a disintegrarsi; questo difetto si poteva riscontrare anche sul caccia nemico Albatros D.III.

Inizialmente il "17" era equipaggiato con lo stesso armamento dell'"11", ovvero una mitragliatrice Lewis calibro 7,7 mm montata sull'ala superiore, ma nel servizio operativo francese questa venne sostituita con la pari calibro Vickers montata sulla fusoliera abbinata ad un dispositivo di sincronizzazione che consentiva di sparare senza conseguenze attraverso il disco dell'elica.

Il Royal Flying Corps utilizzò una configurazione leggermente diversa, con l'arma montata sempre sull'ala superiore, ma rivolta verso il basso, in modo da consentire al pilota una facile manutenzione. Pochi aerei montarono due mitragliatrici perché questa configurazione peggiorava le prestazioni del velivolo.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Il 17 iniziò ad essere consegnato ai reparti da caccia francesi operanti sul fronte occidentale dal marzo 1916 sostituendo velocemente il precedente modello. Le prestazioni offerte dal velivolo in ambito operativo, rivelatesi superiori ai caccia a quel tempo in servizio, convinsero ben presto anche le autorità militari britanniche ad emettere un ordine di fornitura destinato ad equipaggiare i reparti aerei dell'British Army (esercito), il Royal Flying Corps (RFC), e della Royal Navy (marina militare), il Royal Naval Air Service (RNAS).

Le ottime caratteristiche del Nieuport 17 sono confermate dalla sua distribuzione che già durante il suo primo anno di introduzione lo vedeva utilizzato in tutti gli squadroni dell'aviazione francese. Gli esemplari che riuscirono ad essere catturati dalle truppe tedesco imperiali furono oggetto di studi approfonditi fornendo l'esperienza necessaria per sviluppare un nuovo modello al quale era fortemente ispirato, il Siemens-Schuckert D.I.

Tuttavia già nei primi mesi del 1917, il "17" era stato surclassato sotto molti aspetti dai nuovi mezzi aerei tedeschi. Furono prodotti allora nuovi modelli, quali il Nieuport 24 e il 27, nel tentativo di mantenere una certa supremazia aerea alleata. Comunque il Nieuport 17 era stato ormai sostituito dal SPAD S.VII in quasi tutti gli squadroni francesi.

Furono molti gli assi alleati che utilizzarono il Nieuport 17, tra i quali si ricordano il canadese Billy Bishop ed il britannico Albert Ball.

Analogamente ad altri modelli Nieuport, una volta rimosso dal servizio di prima linea il 17 venne utilizzato nel nuovo ruolo di addestramento avanzato nei reparti di formazione dei nuovi piloti da caccia.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

17
17bis
versione equipaggiata con un più potente motore Clerget 9B da 130 hp (96 kW).

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Un Nieuport 17 nella livrea della Squadriglia Lafayette in volo nel 2007.
Il profilo del Nieuport 17 utilizzato dall'asso dell'aviazione francese Charles Nungesser.
Il Nieuport 17 utilizzato dall'asso canadese Billy Bishop.
Belgio Belgio
Cile Cile
Colombia Colombia
Cecoslovacchia Cecoslovacchia
Estonia Estonia
Finlandia Finlandia
Francia Francia
bandiera Regno d'Italia
Paesi Bassi Paesi Bassi
Polonia Polonia
Regno Unito Regno Unito
Romania Romania
Impero russo Impero russo
RSFS Russa RSFS Russa
Siam Siam
Stati Uniti Stati Uniti
bandiera Ucraina
Ungheria Ungheria

Cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nieuport 17. URL consultato il 1 marzo 2013.
  2. ^ World aircraft encyclopedia by Enzo Angelucci p. 42.
  3. ^ (FR) Bruno Parmentier, Nieuport Nie-17 in Aviafrance, http://www.aviafrance.com, 18 maggio 2000. URL consultato il 26 agosto 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) J.M. Bruce, Nieuport Aircraft of World War One, Arms and Armour Publishing, 1988. ISBN 0-85368-934-2.
  • (EN) Kenneth Munson, Fighters, Attack and Training Aircraft 1914-19 (The Pocket Encyclopedia of World Aircraft in Colour), London, Bounty Books, 2004. ISBN 0-7537-0916-3.
  • (EN) Ray Sanger, Nieuport Aircraft of World War One, The Crowood Press Ltd, 2002. ISBN 1-86126-447-X.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]