Los Médanos de Coro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Deserto di Los Medanos
Tipo di area Parco nazionale
Superficie a terra 42.160 ha
Superficie a mare 49.120 ha
Gestore Stato Falcon
MedanosdeCoro.jpg
Sito istituzionale

Los Médanos de Coro è un deserto del nord ovest del Venezuela. Si trova nello stato Falcón. È circoscritto intorno ad un istmo e contiguo alla strada che da Coro, la capitale dello stato, raggiunge la penisola di Paraguaná. Un'autostrada che congiunge Coro con Punto Fijo, la città più importante della penisola data la sua vicinanza alle raffinerie di petrolio, taglia in due parti il deserto. Spesso nel loro spostamento le dune passano sopra la stessa autostrada. L'istmo comprende un'area di 30 km di lunghezza e 5 km di larghezza. Ha un'altezza media delle dune è di 20 metri. A causa del vento che soffia da est a ovest le dune si muovono in quella direzione molto velocemente. Non casualmente in lingua Arawak, parlata dagli indigeni di questa zona, la parola Coro significa vento. Los Medanos de Coro è stato dichiarato parco nazionale il 6 febbraio del 1974.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Los Medanos

Il deserto copre una superficie di 91.280 ettari, di cui 42.160 sono terraferma e 49.120 sono superficie del mare. Il deserto ha anche zone costiere e paludi salate. Le grandi dune ("Médanos") possono raggiungere anche i 40 metri di altezza. Le sabbie morbide e asciutte di questo parco sono il frutto di erosione del vento sulle rocce nel corso del tempo. I granelli di sabbia sono piccolissimi e con l'azione continua del vento si accumulano in mucchi, creando le dune le quali cambiano continuamente forma in quanto sono in costante movimento. Questo è anche il motivo per cui le dune di sabbia non possono diventare un punto di riferimento per chi si avventura in questo piccolo deserto.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

La fauna selvatica è piuttosto scarsa, si possono vedere rettili come lucertole, iguane, e insettovori come pipistrelli e formichieri (Tamandua tetradactyla). C'è abbondanza di piccoli mammiferi: volpe, coniglio Sabanero (Sylvilagus floridanus). Tra gli uccelli: Cardinale Coriano (Cardinalis phoenicea), falco, pernice, tortora, ghiandaia, pellicano (Pelecanus occidentalis), airone e piovanello. Oltre ad un tipo di avvoltoio che viene chiamato samuro.

Autostrada Coro-Puntofijo

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima del parco è uno dei più aridi del Venezuela. La temperatura media è uniforme durante tutto l'anno, va tra i 27 °C e 30 °C, con temperature estreme di 47 °C all'ombra e la minima 16 °C. Le precipitazioni sono rare: da 250 a 500 mm annui.

Archeologia[modifica | modifica sorgente]

Negli anni '70 fu avviata un'accurata ricerca nel deserto ricco di testimonianze di civiltà precolombiane. Intensa la produzione della terracotta, alcuni vasi con decorazioni tessili sono stati ritrovati durante questa campagna, oltre a delle calzature.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Goddard, D. e Picard, Y.X.: Los médanos de Coro: composición, granulometría y migración de las arenas., Ministerio de Energía y Minas, Venezuela, División de Geología Marina, Caracas 1973, 13 S.
  • Hernández Baño, A. e Trujillo, M.T.: Secretos de los Médanos de Coro. in Serie Historia regional no. 1, Coro, Instituto de Cultura del Estado Falcón, Instituto Nacional de Parques, Caracas 1986, 92 S.
  • Morales, P.R.:Estudio de los médanos de Venezuela: evidencias de un clima desértico in Acta Biológica de Venezuela, 1979, 10: 19–49.
  • Roa-Morales, P.: Génesis de los médanos de los Llanos de Venezuela., Universidad de Zulia, Maracaibo 1979, 4 S.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]