João Pedro Geraldino dos Santos Galvão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
João Pedro
Joao Pedro Geraldino.jpg
João Pedro con la maglia del Peñarol
Dati biografici
Nome João Pedro Geraldino dos Santos Galvão
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 184[1] cm
Peso 73[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Cagliari Cagliari
Carriera
Giovanili
2008-2010 Atletico Mineiro Atlético Mineiro
Squadre di club1
2010 Atletico Mineiro Atlético Mineiro 11 (0)
2010-2011 Palermo Palermo 1 (0)
2011 Vitoria Guimaraes Vitória Guimarães 6 (0)
2011-2012 Penarol Peñarol 15 (6)
2012 Desportivo Brasil Desportivo Brasil 0 (0)
2012-2013 Santos Santos 10 (0)
2013-2014 Estoril Praia Estoril Praia 28 (9)
2014- Cagliari Cagliari 9 (1)
Nazionale
2009 Brasile Brasile U-17 11 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2014

João Pedro Geraldino dos Santos Galvão, noto semplicemente come João Pedro (Ipatinga, 9 marzo 1992), è un calciatore brasiliano, centrocampista del Cagliari.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un carpentiere e di una casalinga, ha tre fratelli, uno dei quali è un calciatore come lui.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Di piede destro, è un centrocampista offensivo capace di giocare anche come mezzala in attacco,[2] anche se nelle giovanili dell'Atletico Mineiro giocava come attaccante puro; l'idea di cambiargli ruolo è stata dell'allenatore Vanderlei Luxemburgo.[3] Può giocare sia sulla fascia destra che su quella sinistra.[4]

Tecnicamente è veloce e forte sia fisicamente che nei contrasti,[3] e sa ben inserirsi nell'area avversaria.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Atlético Mineiro[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nell'Atlético Mineiro, dal 2008 al 2010 si è diviso fra Under-17, Under-18, Under-19 e Under-20, per arrivare definitivamente in prima squadra nella stagione 2010.

L'esordio arriva alla terza giornata del Campeonato Brasileiro Série A 2010 disputata il 25 marzo 2010, subentrando a Corrêa all'85' della partita vinta per 3-1 in casa contro l'Atlético Paranaense.[6]

L'esordio da titolare arriva tre giornate dopo, nella sconfitta per 2-1 in casa del Grêmio.[7]

Il 5 e il 12 agosto gioca da titolare le 2 partite del secondo turno di Copa Sudamericana contro il Grêmio Prudente: l'andata in trasferta si è conclusa con un pareggio a reti inviolate,[8] mentre la gara di ritorno giocata in casa termina con la vittoria per 1-0 della sua squadra.[9]

Lascia la società in cui è cresciuto, e di cui era considerato all'epoca un giocatore di spicco,[10] dopo 11 presenze nella prima stagione in massima serie e 2 nelle coppe internazionali; gioca l'ultima partita il 26 agosto in trasferta contro il Flamengo (pareggio 0-0).[11]

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 agosto 2010, un giorno prima della chiusura del calciomercato, viene ufficializzato il suo ingaggio da parte degli italiani del Palermo. Con la società rosanero – di cui ha scelto di vestire la maglia numero 7 – ha firmato un contratto quinquennale a duecentomila euro a stagione.[12] Il giocatore venne segnalato al Palermo tre anni prima, ma il vecchio direttore sportivo rosanero, Rino Foschi, si rifiutò di ingaggiare il giocatore.[13]

Esordisce in maglia rosanero il 16 settembre giocando l'incontro di Europa League Sparta Praga-Palermo (3-2) subentrando al 78' a Nicola Rigoni;[14] tale ingresso gli è valso anche il debutto nelle competizioni europee. Sempre in Europa League, nella partita del 15 dicembre 2010 valida per la sesta giornata, gioca la prima partita da titolare in maglia rosanero in trasferta contro gli svizzeri del Losanna (vittoria per 1-0).[15]

Il 16 gennaio 2011 esordisce nel campionato italiano, subentrando a Josip Iličič al 70' di Cagliari-Palermo (3-1), partita valida per la 20ª giornata di campionato.[16][17]

Impiegato anche con la formazione Primavera, nel derby di Sicilia disputato il 27 novembre 2010 contro i pari età del Catania ha realizzato una tripletta.[18]

Prestito a Vitória Guimaraes e Peñarol[modifica | modifica wikitesto]

Dopo 4 presenze complessive in prima squadra, il 29 gennaio 2011 il Palermo lo cede in prestito ai portoghesi del Vitória Guimaraes.[19][20] Esordisce con la nuova maglia, da titolare e per tutta la partita, in Vitória Guimaraes-Nacional (0-0), giocata il 6 febbraio e valida per la 18ª giornata di campionato.[21] L'esperienza in Portogallo si chiude già a inizio aprile per problemi disciplinari;[22][23] le presenze in campionato si fermano quindi a 6, più una partita nella Coppa del Portogallo.[24]

Finito il prestito fa ritorno al Palermo, che il 19 agosto lo cede con la stessa formula agli uruguaiani del Peñarol.[25] Nel campionato 2011-2012 gioca quindi 15 partite (con 6 reti) nel torneo di Apertura e 2 in quello di Clausura, prendendo anche parte a 8 incontri della Coppa Libertadores, in cui segna un gol nella partita del primo turno vinta per 4-0 sui venezuelani del Caracas il 26 gennaio.

Desportivo Brasil, Santos ed Estoril Praia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver rescisso il contratto con il Palermo,[26] il 4 luglio 2012 viene tesserato dal Desportivo Brasil e il giorno successivo passa il prestito al Santos, legandosi alla squadra fino al 2014.[27] La società bianconera ha prelevato dal Desportivo Brasil il 20% del cartellino del giocatore e può riscattare un altro 30% in un secondo momento.[27][26]

Dopo aver disputato 10 partite col Santos, nel 2013 si trasferisce ancora in prestito stavolta all'Estoril Praia, tornando a giocare in Portogallo dopo l'esperienza al Vitória Guimaraes. Viene poi riscattato per la stagione successiva.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º settembre 2014, nell'ultimo giorno di calciomercato, si trasferisce al Cagliari in uno scambio con Matías Cabrera,[28] tornando a giocare in Italia dopo l'esperienza al Palermo. Sceglie la maglia numero 10 per la stagione 2014-2015[29] ed esordisce con i rossoblù il 14 settembre nella partita di campionato Cagliari-Atalanta (1-2). Il 3 novembre 2014 segna il suo primo gol in Serie A nella sconfitta esterna contro la Lazio per 4-2.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha disputato il campionato sudamericano di calcio Under-17 2009.

Il 30 novembre 2010 è stato pre-convocato dalla Nazionale Under-20 per prendere parte alle partite del Campionato sudamericano Under-20 che si disputeranno in Perù nel mese di gennaio 2011,[30][31] salvo poi risultarne escluso dopo la restrizione della rosa dei convocati.[32]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 dicembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010 Brasile Atlético Mineiro A 11 0 - - - CS 2 0 - - - 13 0
2010-gen. 2011 Italia Palermo A 1 0 CI 0 0 UEL 3 0 - - - 4 0
gen.-giu. 2011 Portogallo Vitória Guimaraes PL 6 0 CP+TdL 1+0 0+0 - - - - - - 7 0
ago. 2011-2012 Uruguay Peñarol PD 15 6 - - - CL 8 1 - - - 23 7
2012 Brasile Santos A 10 0 - - - CL 0 0 RS - - 10 0
2013-2014 Portogallo Estoril Praia PL 25 8 CP+TdL 3+3 0+1 UEL 10[33] 0 - - - 41 9
ago.-set. 2014 PL 3 1 CP+TdL 0 0 UEL 0 0 - - - 3 1
Totale Estoril Praia 28 9 6 1 10 0 - - 44 10
set. 2014-2015 Italia Cagliari A 9 1 CI 1 0 - - - - 7 1
Totale carriera 81 16 8 1 23 1 - - 111 18

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Profilo su Ilpalermocalcio.it
  2. ^ Zamparini conferma Joao Pedro, ma non ricorda il nome Tuttosport.com
  3. ^ a b Mercato: la scheda di Joao Pedro Mediagol.it
  4. ^ Joao Pedro il colpo di Zamparini Palermo24.it
  5. ^ Palermo, Joao Pedro: l'ultimo prodotto della "fabbrica dei campioni" Tuttopalermo.net
  6. ^ Atlético Mineiro-Atlético Paranaense 3-1 Transfermarkt.it
  7. ^ Grêmio-Atlético Mineiro 2-1 Transfermarkt.it
  8. ^ Grêmio Prudente-Atlético Mineiro 0-0 Transfermarkt.it
  9. ^ Atlético Mineiro-Grêmio Prudente 1-0 Transfermarkt.it
  10. ^ Palermo, Zamparini conferma: preso Joao Pedro Corrieredellosport.it
  11. ^ Flamengo-Atlético Mineiro 0-0 Transfermarkt.it
  12. ^ Acquisito Joao Pedro in Ilpalermocalcio.it, 30 agosto 2010.
  13. ^ Quando Joao Pedro fu bocciato dallo staff di Foschi... Palermo24.net
  14. ^ Il Palermo si arrende a Praga it.uefa.com
  15. ^ Palermo fuori a testa alta it.uefa.com
  16. ^ Livia Taglioli, Il Cagliari stende il Palermo Pastore non brilla, Matri a quota 9 in Gazzetta.it, 16 gennaio 2011. URL consultato il 16 gennaio 2011.
  17. ^ Cagliari-Palermo 3-1 Ilpalermocalcio.it
  18. ^ Primavera: Palermo-Catania 4-2 Ilpalermocalcio.it
  19. ^ (PT) João Pedro é o último reforço Vitoriasc.pt
  20. ^ Preso Paolucci dal Siena. Joao Pedro ceduto in prestito Ilpalermocalcio.it
  21. ^ Guimarães-Nacional 0-0 Transfermarkt.it
  22. ^ Palermo, Pedro fuori squadra Tuttopalermo.net
  23. ^ Problemi per Joao Pedro al Vitòria Guimares, ma non può tornare Palermo24.net
  24. ^ Académica-Vitória Guimarães 0-0 Soccerway.com
  25. ^ Joao Pedro in prestito al Peñarol Ilpalermocalcio.it
  26. ^ a b Mercato: Pedro rescinde rosa per patria, dettagli Mediagol.it
  27. ^ a b (PT) Buscando reforçar equipe, Santos FC acerta contratações de Bruno Peres e João Pedro santosfc.com.br
  28. ^ Joao Pedro è del Cagliari, Cagliaricalcio.net, 1º settembre 2014. URL consultato il 1º settembre 2014.
  29. ^ Joao Pedro si presenta, cagliaricalcio.net, 2 settembre 2014. URL consultato il 5 novembre 2014.
  30. ^ (PT) Os vinte e cinco de Ney Franco cbf.com.br
  31. ^ Inter senza Coutinho a gennaio sportmediaset.mediaset.it
  32. ^ (PT) Três jogadores foram desconvocados cbf.com.br
  33. ^ 2 presenze nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]