Inguscezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repubblica di Inguscezia
repubblica
Республика Ингушетия
ГIалгIай Мохк
Repubblica di Inguscezia – Stemma Repubblica di Inguscezia – Bandiera
(dettagli)
Dati amministrativi
Stato Russia Russia
Distretto federale Meridionale
Capoluogo Magas[1]
Governatore Junus-bek Jevrukov (Russia Unita) dal 30 ottobre 2008
Primo ministro Abubakar Malsagov dal 19 settembre 2013
Lingue ufficiali russo, inguscia
Data di istituzione 4 giugno 1992
Territorio
Coordinate
del capoluogo
43°10′N 44°49′E / 43.166667°N 44.816667°E43.166667; 44.816667 (Repubblica di Inguscezia)Coordinate: 43°10′N 44°49′E / 43.166667°N 44.816667°E43.166667; 44.816667 (Repubblica di Inguscezia)
Superficie 4 000 km²
Acque interne Trascurabili
Abitanti 412 529 (2010)
Densità 103,13 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+4
ISO 3166-2 RU-IN
Targa 06
Regione economica Nord Caucaso
Inno Gosudarstvennyj Gimn Respubliki Ingušetija
Localizzazione

Repubblica di Inguscezia – Localizzazione

Sito istituzionale

La Repubblica d'Inguscezia (in russo: Республика Ингушетия; in inguscio: ГIалгIай Мохк) è una repubblica autonoma della Federazione Russa abitata dagli Ingusci.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

L'Inguscezia si trova sulle pendici settentrionali del Caucaso.

Fuso Orario[modifica | modifica sorgente]

RTZ2.png

L'Inguscezia si trova nel Fuso orario di Mosca (MSK/MSD). UTC +0300 (MSK)/+0400 (MSD).

Fiumi[modifica | modifica sorgente]

I fiumi principali comprendono:

Città[modifica | modifica sorgente]

Montagne[modifica | modifica sorgente]

Una parte del Caucaso, lunga 150 km, attraversa il territorio della repubblica.

Risorse naturali[modifica | modifica sorgente]

L'Inguscezia è ricca di riserve di petrolio e gas naturale.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima dell'Inguscezia è prevalentemente continentale.

  • Temperatura media in gennaio: -7 °C.
  • Temperatura media in luglio: +22 °C
  • Precipitazioni medie annue: 1.200 mm.

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

La divisione amministrativa di secondo livello della Repubblica dell'Inguscezia comprende 4 rajon (distretti) e 4 città sotto la giurisdizione della oblast'.

Rajon[modifica | modifica sorgente]

La Repubblica dell'Inguscezia comprende 4 rajon[2] (fra parentesi il capoluogo; sono indicati con un asterisco i capoluoghi non direttamente dipendenti dal rajon ma posti sotto la giurisdizione della oblast'):

Città[modifica | modifica sorgente]

I centri urbani della Repubblica dell'Inguscezia con status di città sono 4, tutte poste sotto la giurisdizione della Repubblica[2] e che pertanto costituiscono una divisione amministrativa di secondo livello:

Insediamenti di tipo urbano[modifica | modifica sorgente]

Nella Repubblica dell'Inguscezia non si trova alcun centro urbano con status di insediamento di tipo urbano.[2]

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Gli Ingusci sono strettamente imparentati con i Ceceni e parlano una lingua simile, appartenente alla famiglia linguistica delle lingue caucasiche nord-occidentali. Con 361.057 persone al censimento del 2002, costituiscono il 77% della popolazione della repubblica, seguiti da Ceceni (95.403 o 20,4%), Russi etnici (5.559 o 1,19%), Turchi (903 o 0,2%) e altri. In tutto, nella repubblica sono presenti 78 differenti gruppi etnici.

  • Popolazione: 467.294 (2002)
    • Urbana: 198.496 (42,5%)
    • Rurale: 268.798 (57,5%)
    • Maschi: 218.194 (46,7%)
    • Femmine: 249.100 (53,3%)
  • Femmine per 1000 maschi: 1.142
  • Età media: 22,2 anni
    • Urbana: 22,4 anni
    • Rurale: 22,1 anni
    • Maschi: 21,4 anni
    • Femmine: 22,9 anni
  • Numero di nuclei familiari: 64.887 (con 463.532 persone)
    • Urbani: 28.751 (con 197.112 persone)
    • Rurali: 36.136 (con 266.420 persone)

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ingush03.png

L'Inguscezia ha fatto parte della Russia fin dal 1810. Dal 1921 al 1924 fece parte della Repubblica Sovietica delle Montagne fondata nel Caucaso. L'Oblast' Autonomo Inguscio venne fondato nel 1924. Dal 1934 al 1992 venne unita alla vicina Cecenia, nella Repubblica Socialista Sovietica Autonoma Ceceno-Inguscia, ad eccezione di un breve periodo nel corso della seconda guerra mondiale, quando Josif Stalin accusò gli Ingusci di collaborare con i tedeschi e deportò l'intera popolazione nell'Asia Centrale. Il loro territorio autonomo venne dissolto, e il Distretto di Prigorodny venne trasferito alla confinante Ossezia Settentrionale. Gli Ingusci vennero riabilitati negli anni 1950 e poterono fare ritorno a casa, ma il Distretto di Prigorodny rimase parte dell'Ossezia Settentrionale, e gli Ingusci dovettero affrontare la notevole animosità degli Osseti che si erano insediati nel territorio.

La tensione esplose dopo il collasso dell'Unione Sovietica. Il Caucaso settentrionale fu teatro delle prime gravi violenze interetniche che piagano la Federazione Russa. Alla fine di ottobre del 1992, decine di migliaia di Ingusci vennero costretti a lasciare le loro case nel Distretto di Prigorodny. Il problema di questi rifugiati è da allora uno dei principali per il governo dell'Inguscezia, già confrontato con una disoccupazione crescente (fino al 50%), una crisi ecologica in peggioramento, un'alta concentrazione di truppe russe qui stazionate per via del conflitto con la vicina Cecenia, e il flusso di rifugiati ceceni provocato da tale conflitto. Anche se alcuni accordi sono stati raggiunti con l'Ossezia Settentrionale riguardo ai rifugiati Ingusci, la questione non è ancora prossima ad una conclusione.

La capitale venne spostata da Nazran a Magas nel dicembre del 2002.

Nel giugno 2004, circa 570 militanti ceceni hanno invaso la repubblica ed attaccato la città di Nazran, uccidendo più di 90 persone. La Russia ha incolpato il signore della guerra ceceno Šamil Basaev per l'organizzazione dell'attacco.[3].

Nel 2009 una serie di attentati terroristici ha colpito le più alte cariche della repubblica: il 10 giugno è stata uccisa Aza Gazgireeva, vice presidente della Corte suprema; il 13 giugno è stato ucciso l'ex vicepremier Bašir Ausgev; il 22 giugno il presidente della repubblica Junus-Bek Jevkurov è rimasto ferito in un attentato, mentre tre suoi agenti sono deceduti[4], il 12 agosto il ministro dell'edilizia, Ruslan Amerkhanov, è stato ucciso nel suo ufficio nella città di Maghas ed un suo collaboratore è stato ferito gravemente[5].

Politica[modifica | modifica sorgente]

Il capo del governo in Inguscezia è il presidente. Dall'ottobre 2008 tale carica è ricoperta da Junus-bek Jevkurov.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Con poche risorse naturali, l'Inguscezia è stata dichiarata zona di libero scambio per incoraggiare gli investimenti. Il governo locale sta considerando lo sviluppo del turismo, ma ciò è problematico a causa della tesa situazione politica della regione.

Religione[modifica | modifica sorgente]

La maggioranza degli Ingusci sono musulmani sunniti.

Varie[modifica | modifica sorgente]

L'Inguscezia è membro dell'Organizzazione delle Nazioni e dei Popoli non rappresentati.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fino al 2002 la capitale è stata Nazran'
  2. ^ a b c (RU) http://www.gks.ru/bgd/regl/b10_109/IssWWW.exe/Stg//%3Cextid%3E/%3Cstoragepath%3E::%7Ctabl-23-10.xls
  3. ^ Нападением на Назрань командовал Ассадула из Грозного, Lenta.ru, 23 giugno 2004
  4. ^ Inguscezia attentato contro il presidente, Corriere della Sera, 22 giugno 2009
  5. ^ [1]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia