Sebastopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Sebastopoli (disambigua).
Sebastopoli
città a statuto speciale
Севастополь
Sebastopoli – Stemma Sebastopoli – Bandiera
Sebastopoli – Veduta
Localizzazione
Stato Ucraina Ucraina[1]
Oblast Flag of Crimea.svg Crimea
Amministrazione
Amministratore locale Vladimir Yatsuba dal 25 febbraio 2014
Data di istituzione 1783
Territorio
Coordinate 44°36′N 33°31′E / 44.6°N 33.516667°E44.6; 33.516667 (Sebastopoli)Coordinate: 44°36′N 33°31′E / 44.6°N 33.516667°E44.6; 33.516667 (Sebastopoli)
Superficie 864 km²
Abitanti 346 070 (01 settembre 2014)
Densità 400,54 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 99000-99699
Prefisso +380-692
Fuso orario UTC+3
Targa CH (UKR); 92 (RUS)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Sebastopoli
Sebastopoli – Mappa
Sito istituzionale

Sebastopoli (in russo e in ucraino: Севастополь, Sevastopol', in tataro di Crimea Aqyar) è una città della Crimea.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Sebastopoli è situata sul Mar Nero, sulla baia omonima (in russo Sevastopol'skaja buchta), che si trova sulla costa sud-occidentale della penisola di Crimea.

La città era la base principale della Flotta del Mar Nero sovietica, mentre successivamente il porto militare è stato diviso fra la Marina russa e la Marina ucraina, fino al marzo 2014 presenti entrambe nella stessa rada; dall'aprile 2014 quest'ultima è stata trasferita nel porto di Odessa, a seguito del referendum sull'autodeterminazione della Crimea del 2014.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cherson (Crimea).

Fondata da coloni greci col nome di Cherson, divenne romana ma la sua importanza crebbe solo con il dominio dell'Impero bizantino, in quanto capoluogo della Crimea. Luogo di esilio e di frequenti sommosse era però vitale per l'impero, durante l'assedio di Costantinopoli rifornì la città di viveri finché non capitolò. Dopodiché divenne colonia genovese e fu distrutta dall'Impero ottomano.

Nel 1783 fu rifondata dai Russi che da poco avevano annesso la Crimea. Durante la guerra di Crimea subì un lungo assedio. Durante la seconda guerra mondiale, fra il 1941 e il 1942 sostenne un assedio di oltre otto mesi da parte delle truppe tedesche, poi venne liberata dalle truppe sovietiche solo dopo pesanti bombardamenti.

Nel 1954, per volere di Nikita Chruščëv, Sebastopoli passò a far parte, con tutta la Crimea, della Repubblica Socialista Sovietica Ucraina all'interno dell'URSS, mentre in precedenza faceva parte, sempre all'interno dell'Unione Sovietica, della Repubblica Socialista Sovietica Russa. Il regalo della Crimea da parte di Krusciov all'allora Repubblica Socialista Sovietica Ucraina voleva celebrare i 300 anni del trattato di Pereaslav, che suggellò l'unione dell'Ucraina alla Russia.

Dall'indipendenza dell'Ucraina nel 1991-92 e fino al marzo 2014 ha ospitato la flotta russa del Mar Nero, che ha coinvissuto con quella ucraina, e dall'aprile 2014 è sede d'attracco e stazionamento unicamente delle navi militari russe, poiché l'Ucraina ha spostato le proprie nel porto di Odessa.

Il 25 febbraio 2014 infatti la città è stata occupata dalle forze armate russe[2].

Il 7 marzo il consiglio comunale cittadino ha votato all'unanimità l'annessione alla Russia[3].

La popolazione parla principalmente il russo.

È una città dell'Ucraina con statuto autonomo, rivendicata però fin dal 1991-92 dal governo e dal parlamento di Mosca, al momento del dissolvimento dell'Unione Sovietica.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Museo a Sebastopoli
Altra veduta di Sebastopoli

Sebastopoli è situata all'estremo sud-occidentale della penisola di Crimea e la sua superficie di circa 864 km² è distribuita su 38 baie, la maggiore delle quali, quella di Sebastopoli, divide la città in due parti. Il centro della città si trova nella parte meridionale e si estende su diverse colline.

La città ha una superficie di dimensioni rilevanti: l'estensione sia da nord a sud, sia da est a ovest è pari a circa 50 km, raggiungendo dimensioni simili a quelle di Mosca, New York o Shanghai. A titolo di paragone, la città di Parigi ha un'estensione di soli 105,4 km².

La città è suddivisa in quattro rajon, Lenins'kyj, Nachimovs'kyj, Haharins'kyj e Balaklavs'kyj e comprende gli abitati delle città di Inkerman e Balaklava così come altri 46 villaggi che nel tempo sono stati inglobati. La periferia della città è caratterizzata da quartieri dormitorio, vigneti e infine quartieri di dacie.

Comuni confinanti[modifica | modifica wikitesto]

Sebastopoli confina con i seguenti comuni e città (in senso orario partendo da nord):
Beregovoe, Bachčysaraj, Sokolinoe e Foros.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima della città è quasi subtropicale, molto asciutto e ventilato. Le precipitazioni annue vanno dai 500 ai 700 mm.

D'estate le temperature possono raggiungere i 40 °C mitigati dalla brezza di mare che soffia durante il giorno e dalla brezza di terra che soffia nelle ore notturne. D'inverno le temperature oscillano tra i −2 °C e i 7 °C.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Città eroina - nastrino per uniforme ordinaria Città eroina
— 8 maggio 1965
Ordine di Lenin - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin
— 8 maggio 1965
Ordine della Rivoluzione d'Ottobre - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
Ordine della Bandiera rossa - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Bandiera rossa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ De facto controllata dalla Russia Russia dal 16 marzo 2014
  2. ^ Crisi Ucraina, la Russia si muove, blindati nel centro di Sebastopoli
  3. ^ Ucraina, Sebastopoli vota a favore dell'annessione alla Russia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina