Ico Migliore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ico Migliore
Dati biografici
Nome Lodovico Migliore
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 81 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala
Tiro Destro
Ritirato 1990
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Squadre di club0
1978-1980 Bolzano Bolzano  ? 0 0 0
1981-1982 Valpellice Valpellice 32 15 28 43
1982-1983 Bolzano Bolzano  ? 0 0 0
1983-1986 Mastini Varese Mastini Varese 98 58 106 164
1986-1990 Milano Saima Milano Saima 112+ 62 118 180
Nazionale
1978-1987 Italia Italia 17+ 2 9 11
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 giugno 2013

Lodovico Migliore, meglio conosciuto col soprannome Ico (Torino, 27 dicembre 1956), è un ex hockeista su ghiaccio, dirigente sportivo e architetto italiano, presidente dell'Hockey Milano Rossoblu.

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Migliore ha giocato nella massima serie con le maglie dell'HC Bolzano (1978-1980 e 1982-1983), dell'HC Valpellice (1981-1982), dei Mastini Varese (1983-86) e dell'HC Milano Saima (1988-1990), a cui si aggiungono due stagioni in B, sempre col Milano Saima (1986-88). Migliore ha vestito la maglia di capitano con i Mastini Varese e con HC Milano Saima.

Ha vinto due scudetti A1, entrambi col Bolzano (1978-79 e 1982-83) ed ha ottenuto due promozioni con il HC Valpellice[1] e il HC Milano Saima.

Ha a lungo vestito la maglia della nazionale italiana (esordio con gol il 20 febbraio 1978 in un'amichevole persa 8-3 a Lugano contro la Svizzera B[1]), disputando un'Olimpiade (Sarajevo 1984) e quattro mondiali (uno di gruppo A, 1983, e tre di gruppo B, 1985,1986 e 1987). In quest'ultimo, a Canazei, Migliore ha ricoperto il ruolo di capitano.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver smesso di giocare, Migliore è diventato un dirigente. Dapprima ha operato con il HC Milano Saima, fino allo scioglimento nel 1998, ha poi proseguito l'attività all'interno del sodalizio provvisorio tra Milano Vipers e Cortina denominato SG Cortina-Milano, e quindi nei Milano Vipers stessi, nel ruolo di vice presidente, direttore generale e responsabile tecnico, per dieci anni[2]. Con i Milano Vipers ha vinto, da dirigente, 5 scudetti consecutivi, 3 Coppe Italia e 3 Supercoppe italiane, oltre a una medaglia d'argento in Continental Cup nel 2002.

Dopo lo scioglimento dei Vipers da parte del presidente Alvise di Canossa[2], Migliore e Tiziano Terragni hanno dato vita all'Hockey Milano Rossoblu[3], che ha raccolto l'eredità dei Vipers ripartendo dalla serie A2[4].

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Al di là dell'attività hockeistica, Migliore è un architetto, specializzato nell'architettura temporanea[5] e nell'exhibition design[6], quali ad esempio Look of the city, gli allestimenti degli spazi urbani curati per la città di Torino in occasione delle Olimpiadi invernali 2006[5], che gli sono valsi, tra gli altri, il Premio Compasso d'oro 2008[7]. Ha un proprio studio, assieme a Mara Servetto, a Milano, Migliore+Servetto architetti associati[8].

Insegna Design degli Interni presso la Facoltà di Design del Politecnico di Milano ed è visiting professor all'Università di Tokyo e alla Kuwasawa design School sempre a Tokyo.[9]

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio Tommaso è un giocatore di hockey su ghiaccio.[5] La figlia Carola è una schermitrice, specializzata nella spada.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Federazione italiana sport ghiaccio. Hockey su ghiaccio. Nazionale italiana maschile: dal 1961 al 1980 (PDF). URL consultato il 29-08-2008.
  2. ^ Comunicato ufficiale Hockey Club Junior Milano Vipers, 12-06-2008. URL consultato il 28-09-2008.
  3. ^ Milano, quale futuro?, 18-07-2008. URL consultato il 28-09-2008.
  4. ^ Hockey Milano Rossoblu in A2, 31-07-2008. URL consultato il 28-09-2008.
  5. ^ a b c Stefano Mirti, Desing. Un gioco di specchi, abitare.it. URL consultato il 14-07-2011.
  6. ^ I soci - Lodovico Migliore - intervista. URL consultato il 14-07-2011.
  7. ^ Antonietta Demurtas, Il Compasso d'oro incorona Torino regina del design. URL consultato il 26-06-2013.
  8. ^ I soci - Lodovico Migliore. URL consultato il 14-07-2011.
  9. ^ Presentazione dei professori Giampiero Bosoni e Ico Migliore. URL consultato il 14-07-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 26250155 LCCN: n91128033