Hector Barbossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Bracciate il pennone sottospecie di mozzi! È il giorno della morte che dà alla vita il suo valore! »
(Capitan Barbossa in Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo)
Hector Barbossa
Capitan Barbossa nel primo film
Capitan Barbossa nel primo film
Universo Pirati dei Caraibi
Autori
Studio The Walt Disney Company
1ª app. in La maledizione della prima luna
Interpretato da Geoffrey Rush
Voce italiana Pietro Ubaldi
Abilità

Hector Barbossa, meglio noto come Capitan Barbossa, è un personaggio immaginario della saga cinematografica Pirati dei Caraibi, è interpretato dall'attore Geoffrey Rush[1]. È uno dei personaggi principali della saga e compare in tutti gli episodi (sebbene nel secondo film la sua presenza si riduca ad un breve cameo nella scena finale della pellicola).

Rappresenta il lato oscuro di Jack Sparrow[2], del quale è principale antagonista già dal primo film.

IGN ha classificato Barbossa al 13º posto nella classifica dei migliori 15 cattivi delle opere di fantasia[3].

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Aspetto e nome[modifica | modifica sorgente]

Indossa sempre gli stessi vestiti: un cappello nero a cui sono attaccate delle piume di struzzo blu al quale tiene molto (com'è fatto intuire nel primo film quando Jack gli dice che gli comprerà un cappello nuovo, anche quando gli taglia via delle piume nel primo duello, Barbossa si arrabbia molto), un grande anello raffigurante la testa di leone, e un cappotto nero con bottoni fabbricato con l'argento degli Inca.[4] La sua pistola, invece, apparteneva ad un pirata spagnolo che ha ucciso in duello.[4] Alcune di queste informazioni sono rivelate in Pirates of the Caribbean: The Visual Guide.[4]

Il nome Hector non viene mai pronunciato nei primi due film ma viene rivelato nella sezione dei contenuti speciali dell'edizione in DVD (la prima volta viene chiamato per nome da Jack Sparrow nello Scrigno di Davy Jones nel terzo film Ai confini del mondo), dove gli autori spiegano anche che il cognome sia derivato dal pirata Barbarossa; inoltre, il cognome Barbossa in italiano rispecchia alla perfezione la natura della maledizone di cui è schiavo nel primo film. Gli sceneggiatori Terry Rossio e Ted Elliott hanno rivelato che Johnny Depp, attore che interpreta Jack Sparrow, è stato di grande aiuto per l'ideazione del personaggio di Hector.[5]

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Barbossa è una sorta di eterno rivale-amico di Jack Sparrow (anche se nel primo film i due sono acerrimi nemici) ed è il pirata nobile del mar Caspio. Hector è un pirata che non conosce compromessi, e vede se stesso come uomo d'onore, nonostante la sua vocazione. Il suo pezzo da otto è un occhio di legno custodito da un membro della ciurma, Ragetti. La sua scimmietta di nome Jack, che lo accompagna sempre, tenta invano di restituirgli l'occhio rubandolo a Ragetti. Proprio come Jack Sparrow, Barbossa tiene molto alla Perla Nera e fa di tutto pur di sottrarla al rivale. L'attaccamento alla Perla è molto sottolineato nel quarto film, dove Barbossa è pronto a tutto pur di uccidere Barbanera, colpevole di avergli sottratto la nave (e la gamba). Quando si ritroverà contro il pirata, Barbossa lo infilzerà con la sua spada (alle spalle, cosa impensabile per un autoproclamato uomo d'onore, a sottolineare l'attaccamento al veliero), dedicando la vendetta alla nave ormai perduta. Dopo aver vendicato la nave, Barbossa prende la spada di Barbanera rivendicandone il potere e la ciurma del pirata defunto lo accetta come capitano. Con la spada, Barbossa conquista i poteri straordinari di Barbanera e si avvia con la sua nuova e festante ciurma verso Tortuga. Come quasi ogni pirata, inoltre, Barbossa ha una cattiva igiene personale e un insaziabile sete di rum. È anche molto ghiotto di mele.

Nel terzo film, Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo, l'attore Geoffrey Rush ha spiegato che il suo personaggio è diventato molto più politico e astuto rispetto al primo film[6].

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Poco si sa dell'infanzia di Barbossa, come del resto di quella di ogni altro personaggio della saga. Il cognome fa supporre che sia di origine portoghese, italiana o spagnola e, stando a informazioni fornite dall'attore Geoffrey Rush, l'infanzia di Hector è trascorsa in una famiglia poverissima sotto la tutela di un padre violento, ma a 13 anni Barbossa scappa di casa per farsi una propria vita. Affascinato dal mare decide di diventare marinaio e comincia a studiare i comportamenti degli ufficiali. Uomo retto e onesto inizialmente, si rende conto che vivrebbe molto meglio da fuorilegge, e decide di darsi alla pirateria.

Il Jolly Roger di Hector Barbossa nel primo film. Storicamente la bandiera era del pirata Calico Jack.

In un periodo precedente a quello in cui si svolge La maledizione della prima luna, Barbossa era primo ufficiale a bordo della nave pirata Perla Nera comandata da Jack Sparrow. Durante il terzo giorno di navigazione si ammutinò con il resto della ciurma, diventando capitano della nave e impadronendosi di un tesoro azteco su cui gravava una maledizione. A causa di questa maledizione, lui e la sua ciurma furono condannati a un'esistenza da non-morti, ed essere mostrati per quello che sono, ovvero scheletri vivi, alla luce della luna piena.

In La maledizione della prima luna, Barbossa è ancora capitano della Perla Nera, che Jack Sparrow intende recuperare. È accompagnato da una scimmia, anch'essa morta come il resto dell'equipaggio, che ha battezzato "Jack" in spregio del suo ex-capitano. Durante il film la maledizione del tesoro azteco viene infranta e Barbossa viene finalmente ucciso da Jack.

In Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma, Barbossa appare nell'ultima scena del film e viene resuscitato da Tia Dalma per comandare la spedizione che partirà alla ricerca di Sparrow, inghiottito nel frattempo dal mostruoso Kraken di Davy Jones.

« Orsù, ditemi, che ne è stato della mia nave !? »
(Capitan Barbossa ricompare alla fine di Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma)

In Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo, Barbossa è a capo della spedizione ai confini del mondo per salvare il capitano Jack Sparrow, con lui nell'avventurosa spedizione ci sono la vecchia ciurma di Jack e i pirati Will Turner e Elizabeth Swann. Barbossa intende risvegliare Calypso, un'antica dea del mare rinchiusa in un corpo umano anni or sono, per combattere la flotta di Lord Beckett e salvare Jack. Alla fine del terzo episodio si ripete un fatto ormai noto a tutti: Barbossa abbandona Jack in un porto partendo con la Perla Nera e la mappa per arrivare ad una fonte di eterna giovinezza sconosciuta e sperduta al largo di Cuba, ma poco dopo scoprirà suo malgrado che Jack Sparrow gli ha sottratto la mappa. Quest'ultimo, anzi, sembra già aver trovato la rotta giusta senza Barbossa.

In Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare, Barbossa ha perso la Perla Nera e una gamba durante una battaglia ed è diventato un corsaro al servizio della Corona inglese. Da Re Giorgio II viene incaricato di guidare una spedizione per giungere alla Fonte della giovinezza prima dei rivali spagnoli; per riuscirvi si serve delle istruzioni di Joshamee Gibbs. Barbossa pertanto si mette sulle tracce di Barbanera che, ricattando Jack Sparrow, si sta recando nel medesimo luogo. Tuttavia Barbossa non sta cercando la Fonte; in un momento in cui le strade sua e di Jack si reincrociano, egli spiega all'eterno rivale-amico che è stato proprio Barbanera a "catturare" la Perla Nera e ad uccidere tutta la sua ciurma mediante un maleficio, per liberarsi del quale Barbossa stesso è stato costretto ad amputarsi la gamba destra. Il suo vero scopo è quindi vendicarsi di Barbanera. Jack decide di aiutare Barbossa e lo conduce in segreto fino alla Fonte, dove ha portato anche Barbanera e la sua ciurma. Ne nasce uno scontro tra la ciurma di pirati e i soldati britannici e tra Barbanera e Barbossa; questi, seppur debilitato per via della gamba di legno, riesce infine a colpire a morte Barbanera (distratto dai sopraggiunti soldati spagnoli). Vendicatosi dell'umiliazione subita da sé e dalla Perla, Barbossa si appropria della ciurma, della nave e della spada (che ha il potere di controllare la nave) di Barbanera e abbandona le vesti di corsaro per riprendere quelle di pirata.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Barbossa appare anche in Kingdom Hearts 2 insieme agli altri personaggi e al suo mondo (Port Royal). Si allea immediatamente con Pietro Gambadilegno, il quale li avvisa che stanno per arrivare Sora, Paperino e Pippo che hanno il compito di chiudere la Serratura del suo mondo. Il trio si allea con Will Turner e con il suo nemico Jack Sparrow per poter salvare Elizabeth Swann. Dopo vari inseguimenti, affrontano Barbossa che si fa aiutare da un Heartless (Illuminatore) su consiglio di Pietro. Dopo un lungo scontro Barbossa viene definitivamente sconfitto.
  • Hector Barbossa (insieme a un altro membro dell'equipaggio della Perla Nera) è raffigurato sulla copertina della band WAS IST 71 Piraten[7].
  • Sono stati fabbricati diversi giocattoli dedicati al personaggio, tra cui il modellino di Barbossa nelle vesti di corsaro della corona inglese[8].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pirati dei Caraibi 4: Geoffrey Rush nel cast, Bad Taste, 24 settembre 2009. URL consultato il 24 settembre 2009.
  2. ^ La maledizione della prima luna Contenuti speciali - Commento audio: Gli sceneggiatori Stuart Beattie, Terry Rossio, Ted Elliott e Jay Wolbert
  3. ^ Orlando Parfitt, Top 15 Fantasy Villains in IGN, 12 novembre 2009. URL consultato il 2 febbraio 2011.
  4. ^ a b c http://www.pirates-shipwrecks-treasure-diving.com/dead-mans-chest.html
  5. ^ Scott Holleran, Interview: Ted Elliott & Terry Rossio on 'At World's End', Box Office Mojo, 31 maggio 2003. URL consultato il 6 giugno 2007.
  6. ^ Revealing the True Nature of all the Characters, Production Notes. URL consultato il 21 maggio 2007.
  7. ^ http://shop.pop.de/images/product_images/popup_images/3-78860-411-5.png
  8. ^ Compare Neca Pirates Of The Caribbean Cursed Sparrow Vs. Cursed Barbossa Box Prices - Shop Action Figures at mySimon

Filmografia e videografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema