Fix You

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fix You
Fix You.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Coldplay
Tipo album Singolo
Pubblicazione 6 settembre 2005
Durata 4 min : 55 s
Album di provenienza X&Y
Dischi 1
Tracce 4
Genere Alternative rock[1]
Indie rock[1]
Britpop[1]
Etichetta EMI
Produttore Coldplay, Ken Nelson
Formati 45 giri, CD, download
Certificazioni
Dischi d'oro Italia Italia[2]
(vendite: 15 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[3]
(Vendite: 7.500+)
Coldplay - cronologia
Singolo precedente
(2005)
Singolo successivo
(2005)

Fix You è un singolo del gruppo rock britannico Coldplay, secondo estratto dall'album X&Y, pubblicato nel 2005.[1]

Il singolo[modifica | modifica sorgente]

Il singolo di Fix You fu pubblicato il 6 settembre 2005 e raggiunse la quarta posizione nella UK Singles Chart. La copertina del singolo rappresenta, come le altre canzoni estratte dall'album, il titolo in Codice Baudot su sfondo verde

Il brano[modifica | modifica sorgente]

Il brano, scritto dal frontman del gruppo, Chris Martin, non è dedicato a una persona in particolare, ma potrebbe essere indirizzato alla moglie Gwyneth Paltrow dopo la scomparsa del padre di lei: fix you significa infatti consolarti.[4]

Il pezzo prende le mosse da un'introduzione dell'organo. Sullo stesso movimento accordale si sviluppa la prima strofa, composta dalla sola voce di Chris Martin accompagnata dall'organo, che porta al ritornello, nel quale si aggiunge anche il pianoforte a rafforzare l'organico. Dopo un breve passaggio melodico del pianoforte stesso ricomincia la strofa, accompagnata anche dalla chitarra acustica. Il secondo ritornello è analogo al primo, ma porta all'esplosione rock del pezzo, con la chitarra elettrica ad intonare un ostinato sull'accordo di Mi bemolle. Su questa base si stagliano i cori del gruppo che portano alla conclusione, un ritornello accompagnato dal solo pianoforte.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Fix You (single edit) - 4:37
  2. The World Turned Upside Down - 4:32
  3. Pour Me - 7:33
  4. Fix You - 4:54

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

Il videoclip del brano mostra Chris Martin mentre cammina su una strada cantando. Qui dal minuto 1:35 al minuto 2:27 è visibile, su un edificio, alle spalle di Chris la scritta "make trade fair" in Codice Baudot; codice usato anche nelle copertine dei singoli e dell'album per scrivere i rispettivi titoli. Nella parte finale, in concomitanza con l'inizio della parte della chitarra elettrica, inizia a correre e raggiunge il palcoscenico. L'ultima strofa è cantata assieme al pubblico: queste scene furono girate durante i concerti del 4 e 5 luglio 2005 al Reebok Stadium di Bolton, in Inghilterra.

Colonne sonore[modifica | modifica sorgente]

La canzone fa parte della colonna sonora di:[5]

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2005) Posizione
Australia[11] 25
Canada[12] 4
Italia[13] 13
Irlanda 8
Nuova Zelanda 17
Polonia[14] 4
Regno Unito 4
Stati Uniti 59
Stati Uniti (alternative) 18
Stati Uniti (pop) 42

Cover[modifica | modifica sorgente]

  • Gli Yellowcard hanno realizzato una cover di questa canzone come bonus track dell'album del 2012 Southern Air.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Fix You in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ Certificazione Italia, settimana 21. URL consultato il 5 giugno 2013.
  3. ^ Fix You disco d'oro in Nuova Zelanda (13/03/2011).
  4. ^ Fix You by Coldplay Songfacts
  5. ^ (EN) Filmografia dei Coldplay su IMDb
  6. ^ Episodio Guerre stellari
  7. ^ Episodio Il mio cavolo
  8. ^ Episodio Cargo
  9. ^ Episodio Episodi di Brothers & Sisters - Segreti di famiglia (terza stagione)
  10. ^ Episodio Episodi di The Newsroom (2012)
  11. ^ Coldplay charts, Austrian Charts. URL consultato il 12 febbraio 2011.
  12. ^ Coldplay > Charts & Awards, All Music Guide. URL consultato il 12 febbraio 2011.
  13. ^ Italian Singles Chart, Italian Charts. URL consultato il 12 febbraio 2011.
  14. ^ Polish Singles Chart. URL consultato il 12 febbraio 2011.
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock