Yellow (Coldplay)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yellow
Yellow Coldplay.png
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Coldplay
Tipo album Singolo
Pubblicazione 26 giugno 2000
Durata 4 min : 29 s
Album di provenienza Parachutes
Dischi 1
Tracce 3
Genere Alternative rock
Pop rock
Etichetta Parlophone
Produttore Ken Nelson e Coldplay
Coldplay - cronologia
Singolo precedente
(2000)
Singolo successivo
(2000)

Yellow è un singolo del gruppo musicale britannico Coldplay, il secondo estratto dal primo album studio Parachutes; venne pubblicato il 26 giugno 2000.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Yellow può essere interpretata in vari modi: quella più comune vede Chris Martin cantare le grazie della donna amata attraverso paragoni con le stelle; un'altra interpretazione è relativa al fatto che il brano venga dedicato a una ragazza anoressica e di conseguenza Yellow diventa il colore della pelle della ragazza malata e la canzone globalmente diventa una spinta a combattere la malattia. Una terza interpretazione suggerirebbe che la canzone sia stata dedicata alla madre di Martin, morta di cancro e perciò la sua pelle si è ingiallita a causa delle terapie.

Yellow è il brano che ha dato celebrità ai Coldplay, entrando direttamente in quarta posizione nella classifica inglese dei top 10 singoli. Per pura coincidenza, i Coldplay si stavano esibendo in Italia, a Misterbianco, in provincia di Catania, quando seppero del loro debutto in Top 5.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip, diretto da James & Alex di The Artists Company, è stato filmato alla Studland Bay, vicino a Swanage (Inghilterra), un'area particolarmente nota per le splendide spiagge. La struttura del video è molto semplice e minimalista e infatti mostra Chris Martin che cammina e corre sulla spiaggia mentre canta la canzone. Egli indossa un K-Way bagnato, dal quale si deduce che ha appena piovuto. Il video è formato da una sola scena in presa diretta senza tagli ed è stato girato a 50 frames per secondo, il doppio della velocità normale. Al momento di girare, quindi, Martin dovette cantare la canzone a velocità doppia (stratagemma usato anche in parte del video di Fix You) in modo che rallentando il video il parlato si sincronizzasse alla musica.

Per effettuare il caratteristico e molto suggestivo effetto di passaggio dalla notte (all'inizio del video) all'alba (alla fine) durante il processo di telecinema, un operatore ha aggiustato manualmente la quantità di colore in favore del blu all'inizio, rosso a metà, e, non a caso, giallo alla fine del video.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Durante il programma Storytellers di MTV, Chris Martin ha dichiarato che il titolo del brano, Yellow, gli è venuto in mente guardando le Pagine Gialle. Nello stesso programma ha dichiarato che la versione iniziale del pezzo era fortemente ispirata dalla musica di Neil Young
  • Inizialmente la sceneggiatura del video prevedeva che tutti i componenti del gruppo girassero la scena sulla spiaggia, ma in quello stesso giorno tutti i componenti, ad esclusione di Chris Martin, si recarono al funerale della madre di Will Champion, batterista del gruppo.
  • La Gatorade offrì un ricco contratto ai Coldplay per utilizzare il brano Yellow in un loro spot, ma la band rifiutò, ritenendo che l'accostamento avrebbe snaturato il significato della canzone.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Yellow, insieme a Clocks, è uno dei brani dei Coldplay che è stato più volte oggetto di cover. In particolare ricordiamo:

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Yellow – 4:35
  2. Help Is Round the Corner – 2:38
  3. No More Keeping My Feet on the Ground – 4:33

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria
2001 NME Awards Miglior singolo

Nomination[modifica | modifica wikitesto]

Anno Premio Categoria
2002 Grammy Awards Miglior canzone rock
2002 Grammy Awards Miglior canzone rock di un duo o di un gruppo con cantante
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock