FIAT 6614

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat OTO Melara Tipo 6614
FIAT Tipo 6614.jpg
Autoblindo FIAT 6614
Descrizione
Equipaggio 3
Dimensioni e peso
Lunghezza 5,86 m
Larghezza 2,5 m
Altezza 1,78 m
Peso a vuoto: 7200 kg a pieno carico: 8500 kg t
Propulsione e tecnica
Motore Fiat 8062.24 diesel sovralimentato, cambio manuale,4 cilindri , cil 5184 cm,serbatoio 143l
Potenza 160 hp
Rapporto peso/potenza 20
Trazione 4x4
Prestazioni
Velocità 100 km/h
Autonomia 700
Pendenza max 60 %
Armamento e corazzatura
Armamento primario 1 mitragliatrice da 12,7mm.
Corazzatura 8mm acciaio
Note Protezione NBC

[senza fonte]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

Il FIAT 6614 è un veicolo trasporto truppe blindato 4x4, prodotto da una collaborazione tra FIAT e l’OTO Melara.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Un LAV-25 dei Marines statunitensi e un 6614 dell'Esercito Italiano durante l'Operazione Restore Hope in Somalia.

All’inizio degli anni settanta, la FIAT e l’OTO Melara svilupparono l’autoblindo tipo 6616 e il veicolo corazzato da trasporto truppe Tipo 6614. Per entrambi la FIAT fornì il motore e le componenti automobilistiche mentre l’OTO Melara realizzò lo scafo e la torretta blindati.

Il primo prototipo del 6616 venne completato nel 1972 e 40 veicoli vennero successivamente ordinati dal governo italiano per la Polizia di Stato, seguì un altro ordine per 110 esemplari per l'Aereonautica Militare che li impiegò presso i raparti VAM a difesa degli aeroporti militari. Un certo numero di 6616 dell'Aereonautica fu poi ceduto, come misura d'urgenza, all'Esercito per le operazioni di peacekeeping venendo assegnati a reparti di Cavalleria , la 6616 fu estensivamente testata anche dalle truppe Alpine e ne fu ordinato un piccolo lotto di 14 esemplari che si andò ad aggiungere a quello ceduto dall'Aereonautica. Lo scafo del 6614 è di acciaio saldato con uno spessore uniforme di 8 mm. Il posto del pilota è sul davanti del veicolo a sinistra ed è provvisto di episcopi che consentono l’osservazione davanti del veicolo e ai lati. Il motore con la trasmissione sono situati nella parte frontale destra del mezzo onde lasciare il maggior spazio possibile alla squadra di soldati trasportati nella parte posteriore, dotata di portellone per lo sbarco/imbarco rapido degli uomini. La Blindo è armata con una semplice torretta (abbattibile per facilitarne il trasporto strategico) ad azionamento manuale (la stessa del VCC-1 Camillino) dotata di mitragliatrice pesante da 12,7 mm, inoltre presenta una botola sul cielo del mezzo e delle feritoie laterali e posteriori dotate di blindovetro con estrattore di fumi dal vano di combattimento che permettono l'utilizzo in sicurezza dell'armamento personale dal personale trasportato, su ciascun lato della torretta vi è infine una installazione per tre lanciagranate nebbiogene azionati elettricamente.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

L'Esercito Italiano e l'Aereonautica hanno ormai cessato l'utilizzo dell'autoblindo FIAT 6614, sostituito dagli VTLM "Lince" e i Puma (sia 6x6 che 4x4); esso è tuttavia ancora in carico alla Polizia di Stato anche se raramente impiegato per la vigilanza perimetrale degli scali internazionali. L'utilizzatore principale fu comunque la Corea del Sud ove venne costruito su licenza con il nome di KM900 in 400 esemplari. Si tratto comunque di un prodotto con un discreto successo di vendite ove si considerino anche gli altri utilizzatori, Argentina(25), Libia(200), Perù(15), Somalia(270), Tunisia(110) e Venezuela(24). In tutto furono costruiti circa 1.210 esemplari


Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra