Félix Bracquemond

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Félix Bracquemond

Félix Bracquemond (Parigi, 1833Sèvres, 1914) è stato un pittore francese.

Vita e opere[modifica | modifica sorgente]

Bracquemond studiò come litografo fino a che Joseph Guichard, a sua volta allievo di Jean-Auguste-Dominique Ingres, lo prese come allievo nel proprio studio: lì, produsse alcune opere giovanili tra cui, all'età di diciannove anni, un ritratto di sua nonna che, esposto al Salon, attirò l'attenzione di Théophile Gautier.

Bracquemond si dedicò all'incisione fino al 1853 e svolse un ruolo fondamentale nel revival di questa forma artistica in Francia; inoltre produsse numerose opere pittoriche tra cui ritratti, paesaggi, scene di vita, studi di ornitologia e reinterpretazioni di opere di altri artisti, tra cui Jean-Louis-Ernest Meissonier, Gustave Moreau e Jean-Baptiste Camille Corot.

Dopo un breve periodo presso una manifattura di porcellane a Sèvres nel 1870, accettò un posto di direttore artistico presso l'atelier parigino di Haviland de Limoges. Divenne così intimo amico di Édouard Manet e James Abbott McNeill Whistler, e sostenne l'impressionismo fino alla morte, avvenuta nel 1914.

Musei[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Galleria[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 64059337 LCCN: n84161760