Zacharie Astruc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zacharie Astruc dipinto da Manet nel 1864

Zacharie Astruc (Angers, 1835Parigi, 1907) è stato uno scultore, pittore, musicista, critico d'arte e poeta francese.

Fu una delle figure più attive del XIX secolo, difendendo pittori come Manet, Monet, Fantin-Latour ecc. Partecipò alla prima esposizione impressionista del 1874 e posò per Henri Fantin-Latour nel quadro Un atelier a Batignolles.

Nel 1863 in occasione del Salon, Astruc creò il quotidiano Le Salon de 1863, in cui esprimeva le proprie impressioni artistiche riguardo alla mostra.

Il mercante di maschere

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Sculture[modifica | modifica wikitesto]

Pitture[modifica | modifica wikitesto]

  • Interno parigino (1874) acquerello, Musée de l’ancien évêché, Évreux, Francia (esposto nel 1874 all’Esposizione Impressionista)

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Les 14 stations du Salon, 1859, suivies d’un récit douloureux, Paris, Poulet-Malassis et de Broise, 1859, con una prefazione di George Sand.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9877616 LCCN: n78013262