Episodi de I Soprano (prima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: I Soprano.

La prima stagione de I Soprano è andata in onda negli USA dal 10 gennaio al 4 aprile 1999 sulla rete HBO. In Italia è stata trasmessa su Canale 5 dal 22 maggio al 25 agosto 2001.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Sopranos Affari di famiglia 10 gennaio 1999 22 maggio 2001
2 46 Long Lo sgarro 17 gennaio 1999 9 giugno 2001
3 Denial, Anger, Acceptance Un rifiuto inaccettabile 24 gennaio 1999 16 giugno 2001
4 Meadowlands Addio Jackie 31 gennaio 1999 23 giugno 2001
5 College Un conto da saldare 7 febbraio 1999 30 giugno 2001
6 Pax Soprana Confessioni 14 febbraio 1999 7 luglio 2001
7 Down Neck Padri e figli 21 febbraio 1999 14 luglio 2001
8 The Legend of Tennessee Moltisanti La crisi di Christopher 28 febbraio 1999 21 luglio 2001
9 Boca L'avvertimento 7 marzo 1999 28 luglio 2001
10 A Hit is a Hit Urla nella notte 14 marzo 1999 4 agosto 2001
11 Nobody Knows Anything La spia 21 marzo 1999 11 agosto 2001
12 Isabella L'attentato 28 marzo 1999 18 agosto 2001
13 I Dream of Jeannie Cusamano Un'inquietante scoperta 4 aprile 1999 25 agosto 2001

Affari di famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Edie Falco nel 2008. Foto di David Shankbone

Tony Soprano è il boss della famiglia mafiosa dei DiMeo del New Jersey: dopo essere svenuto per un attacco di panico si reca per la prima volta da una psicologa, la dottoressa Jennifer Melfi. Nascondendole inizialmente la sua vera attività (che la Melfi comunque conosce) le parla dei suoi motivi di stress: i rapporti, spesso conflittuali, con la moglie Carmela (in perenne litigio con la figlia adolescente Meadow) e quelli col nipote Christopher Moltisanti, giovane poco riflessivo e desideroso di bruciare le tappe all'interno della Famiglia. Durante il lungo colloquio, Tony racconta alla Melfi un episodio accaduto nella sua piscina, ossia l'arrivo di alcune anatre e che lui nutriva tutti i giorni. Il primo attacco di panico di Tony avviene subito dopo che le anatre, una volta cresciute, volano via. La dottoressa sospetta che la partenza delle anatre rappresenti figurativamente il motivo scatenante delle preoccupazioni di Tony, in quanto la loro partenza mette in luce i timori della sua precaria situazione familiare. Per tenere a bada gli attacchi gli prescrive il Prozac.

Nel frattempo, Christopher compie il suo primo omicidio nel retro della salumeria Da Satriale. Lo zio di Tony, Corrado "Junior" Soprano, anche lui caporegime dei DiMeo e geloso della rapida del nipote, progetta l'omicidio del suo nemico storico "Little Pussy" Malanga nel ristorante Il Vesuvio di proprietà di Artie Bucco, amico d'infanzia di Tony. Per evitare che la reputazione del ristorante di Artie sia rovinata da un omicidio, Tony (che passa molte notti con l'amante russa Irina) decide di far saltare in aria il locale per mano del suo braccio destro, Silvio Dante, nella vana speranza che Artie possa ricevere rapidamente i soldi dall'assicurazione. La situazione lascia tutti scontenti, in particolar modo zio Junior, che inizia a meditare di sbarazzarsi del nipote.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Per questo episodio David Chase venne nominato agli Emmy Awards del 1999 sia per la miglior regia che per la miglior sceneggiatura.
  • Questo primo episodio fu filmato nel 1997, mentre il secondo quasi un anno più tardi. In alcuni personaggi, particolarmente in Meadow ed A.J., è evidente il cambiamento di età.
  • Alla fine dell'episodio appare brevemente Drea de Matteo, nei panni della receptionist di un ristorante. A David Chase l'entusiasmo dell'attrice piacque fino al punto da affidarle il ruolo di Adriana La Cerva, fidanzata di Christopher Moltisanti, a partire dall'episodio successivo e per 5 stagioni.
  • Irina, l'amante russa di Tony, è interpretata qui dalla bionda Siberia Federico. Dal secondo episodio in poi, Irina è interpretata da Oksana Babiy.
  • Padre Intintola, è interpretato qui da Michael Santoro. Dal secondo episodio in poi, sarà interpretato da Paul Schulze.

Lo sgarro[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Christopher e il suo amico Brendan Filone iniziano un'attività di assalto di camion: la cosa desta le ire di zio Junior, visto che questi viene pagato per proteggere la compagnia di camion: ne discute con il boss Jackie Aprile Sr. e con Tony. A Jackie è stato diagnosticato un cancro e sta pensando al nome del suo successore. Christopher e Brendan decidono di assalire un altro camion della compagnia; la sera del colpo Chris, ritornato sobrio e lucido, si tira fuori per evitare problemi mentre Brendan assale il camion; qualcosa và storto e il guidatore viene ucciso.

Per risolvere i problemi scolastici di A.J. Tony ordina a Pussy Bonpensiero e a Paulie Gualtieri di recuperare l'auto rubata del suo professore di scienze, ma invece di quella rubata gli portano indietro un'auto nuova. Livia dà fuoco accidentalmente alla sua cucina e al rifiuto di andare a vivere con il figlio le viene affidata una badante, ma alle accuse di furto dell'anziana la nuova badante decide di licenziarsi. Dopo aver investito per errore una sua amica, Tony decide di mettere la madre nella casa di riposo Green Groove. Nelle sedute con la dottoressa viene portato alla luce il rapporto di Tony con la madre e la sua mancanza di felicità nell'infanzia.

  • Unico episodio della serie che presenta una scena prima dei titoli di testa
  • Compare in un veloce cameo il regista Martin Scorsese, regista del film Quei bravi ragazzi che ha in gran parte influenzato la serie televisiva.

Un rifiuto inaccettabile[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Zio Junior è infuriato per il fatto che Chris e Brendan abbiano assaltato i furgoni sotto la sua giurisdizione e medita vendetta insieme al killer Mickey Palmice. Meadow e la sua amica Hunter Scangarello, stremate dallo studio, decidono di prendere della droga da Chris per prepararsi in fretta per gli esami del giorno dopo. Chris dapprima è riluttante, ma poi si convince a dare la droga a Meadow, affinché lei e la sua amica non la prendano da spacciatori di strada e le fa promettere di non dire niente a Tony. Intanto, Tony e i suoi devono occuparsi di una spinosa faccenda con il proprietario di un hotel, l'ebreo Shlomo Teittleman: suo genero non vuole divorziare da sua figlia senza mantenere una quota degli interessi dell'hotel. Se Tony riuscirà a convincerlo, riceverà una quota di compartecipazione nell'hotel. Tony riesce a convincerlo a tirarsi fuori dall'affare minacciando di evirarlo. Il boss Jackie Aprile è ancora in ospedale malato di cancro. Zio Junior, su istigazione di Livia, fa uccidere Brendan da Mickey Palmice e ordina una finta esecuzione contro Chris.

  • Guest star: Michael Rispoli

Addio Jackie[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il pensiero che qualcuno dei suoi amici, o dei nemici, possa scoprire che si reca da una psicologa mette in agitazione Tony. Attratto sempre più dalla dottoressa, e preoccupato che lei ne parli con qualcuno, Tony chiede al detective corrotto Vin Makazian di seguirla e controllare le sue mosse. Makazian, persona assai complessa, si lascia prendere la mano e arriva al punto da fermarla di sera mentre è in auto con un amico, aggredendo quest’ultimo con una scusa. Carmela insiste con Tony perché continui la terapia (la moglie del boss è ancora convinta si tratti di un maschio, visto che Tony non ha mai specificato nient’altro). A.J. nel frattempo cerca di elaborare il fatto che il padre è un criminale: dopo aver fatto a pugni con un compagno di classe, alla “resa dei conti” quest’ultimo retrocede e A.J. comincia a rendersi conto che porta un cognome che nel New Jersey è sinonimo di paura. Christopher, spaventato a morte dalla sua finta esecuzione, scopre con Adriana il cadavere di Brendan Filone nella vasca da bagno del suo appartamento. Quando scopre che i responsabili sono zio Junior e Mikey Palmice, Christopher chiede il permesso di uccidere il sicario del vecchio boss per vendicarsi dell’amico, permesso negato da Tony per il fatto che Mikey è un uomo d’onore e per non scatenare una guerra intestina con lo zio. La morte di Jackie Aprile Sr. crea un vuoto di potere nell'organizzazione. Tony, con l’appoggio degli altri capitani e “ispirato” dalla dottoressa Melfi, dà al vecchio “l’illusione del comando”. Zio Junior diviene così formalmente, il nuovo boss dei DiMeo.

Un conto da saldare[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Un conto da saldare.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony e Meadow sono in viaggio per visitare alcuni college in cui la ragazza medita d'iscriversi. Durante il viaggio, la giovane chiede al padre se è vero che fa parte della mafia; Tony prima nega poi in parte conferma. Ad una stazione di rifornimento, il boss scorge il volto familiare di Fabian Petrulio, ex membro della famiglia DiMeo, incastrato per spaccio di eroina e diventato informatore dell’FBI. Tony lo insegue in auto, quindi, su insistenza della figlia, si ferma al motel dove avevano prenotato. A cena, Tony, dopo aver telefonato a Chris per cercare conferme sulla spia, approfitta per cercare informazioni su Fabian, che si fa chiamare Peters e gestisce un'agenzia di viaggi in un luogo appartato in campagna. Fabian a sua volta riesce a scorgere il boss e, senza farsi vedere, lo segue fino al motel, in tempo per vedere padre e figlia che rientrano dalla cena. Nel frattempo, nel New Jersey, Carmela riceve la visita di padre Phil, mentre A.J. è a dormire da un amico. Tra il prete e la donna s'innesca una situazione ambigua ed equivoca. Carmela riceve inoltre la telefonata della dottoressa Melfi che chiama per disdire un appuntamento con Tony, e scopre quindi che si tratta di una donna. Scoppia quindi in lacrime, lasciandosi andare a confidenze con padre Phil, rivelando i suoi problemi matrimoniali e l'incapacità di accettare a pieno la presenza della figura criminale del marito: padre Phil la confessa e le dà l'eucarestia. I due, all'apice della tentazione, stanno per baciarsi quando il prete si sente male e corre in bagno. Il mattino seguente Tony, mentre la figlia è in vista a una altro college, si reca all'agenzia di Fabian e lo strangola. A casa Soprano, padre Phil si sveglia dalla sbornia e cerca confusamente di giustificarsi con Carmela, che dal conto suo ammette che non è successo nulla di male. Quando Tony e Meadow ritornano a casa, Carmela rivela a Tony che il prete ha passato la notte a casa loro e tra i due inizia un battibecco, con reciproche accuse.

  • L'episodio ha vinto 2 Emmy Awards e la regia di Allen Coulter ha ricevuto una nomination ai Directors Guild of America Awards 2000. Sia il Time che Entertainement Weekly lo hanno definito come il migliore episodio dell'intera serie. Tv Guide USA lo ha inserito al 2º posto tra i 100 episodi televisivi migliori di sempre.

Confessioni[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Junior Soprano è ora il nuovo boss della famiglia del New Jersey, ma si fa subito notare perché non rispetta gli accordi presi in precedenza con gli altri capitani, pretendendo che essi lo paghino più del dovuto. Fa anche uccidere uno spacciatore, che aveva venduto droga al nipote di un suo amico (il quale si era poi suicidato), senza prima parlarne con gli altri capi. Essi vorrebbero che fosse Tony ad occupare la posizione di boss, ma questi decide di lasciare spazio a suo zio, la cui proclamazione a boss avviene durante una festa in presenza di tutti gli altri capi e dell'ambizioso viceboss della famiglia Lupertazzi, Johnny Sack Sacrimoni, mentre agenti infiltrati dell'FBI scattano le foto dei presenti. Intanto, Tony inizia a fare sogni erotici con protagonista la dottoressa Melfi. Ad una seduta le confessa il suo amore, ma lei sostiene che l'infatuazione è data dagli aspetti positivi della terapia.

Padri e figli[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anthony Jr. e i suoi amici rubano e bevono il vino della cappella della scuola. Come punizione, Tony e Carmela lo obbligano ad andare a visitare Livia a Green Grove, oltre ad essere sottoposto a delle sedute con lo psicologo della scuola. Mentre è dalla nonna, A.J. si lascia sfuggire che suo padre va in terapia e Livia è sconvolta. In terapia, Tony ricorda episodi della sua infanzia: la scoperta che il padre era coinvolto nella mafia, la crudezza della madre che una volta l'aveva minacciato con una forchetta e i litigi tra sua madre e suo padre, ricordandosi di quando Livia aveva detto che avrebbe preferito soffocare i suoi stessi figli piuttosto che trasferirsi nel Nevada, dove il padre di Tony voleva recarsi per sbarcare il lunario. Quando Tony parla con la madre di quest'episodio, ella nega di aver mai detto cose simili. Più tardi, tenta di dire a Junior quanto comunicatole da A.J., ma non vi riesce.

La crisi di Christopher[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al matrimonio della figlia di Larry Boy Barese, questi informa i membri dei DiMeo che presto l'FBI inizierà una retata. I capitani iniziano quindi a nascondere ogni prova. Tony chiede a Carmela di portare Livia fuori in modo tale che lui possa nascondere il denaro e le pistole nell’appartamento dell'anziana madre a Green Grove. Il giorno seguente Junior visita Livia, che gli dice che Tony va da una psicologa, secondo quanto le ha detto A.J. Al loro appuntamento in terapia, Tony dice alla dottoressa Melfi che potrebbe non venire al prossimo appuntamento. Tony salta l’appuntamento con la Melfi, perché viene trattenuto dall’FBI, che arriva a casa sua con un mandato di perquisizione. Nel frattempo Christopher, che cerca a fatica di scrivere una sceneggiatura basata sulla sua esperienza nella mafia, inizia a soffrire di incubi riguardanti il primo uomo che ha ucciso, Emil Kolar. La situazione peggiora quando Christopher vede un notiziario e scopre che Brendan Filone viene riconosciuto come un socio morto della famiglia DiMeo. Tony chiama Christopher per farlo venire al Bada Bing per perlustrare il locale in caso vi fossero dei microfoni nascosti e gli chiede di portare dei pasticcini; dal panettiere Christopher mostra la sua frustrazione sul commesso, sparandogli al piede per non averlo servito subito. Il giorno dopo, Christopher riceve una chiamata di sua madre, che gli dice che il suo nome compare nell’articolo sullo Star Ledger: per Christopher è un momento di trionfo.

L'avvertimento[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'amica e compagna nella squadra di calcio di Meadow, Ally Vandermeed, tenta il suicidio mentre si trova al parco con le compagne, proprio quando il loro allenatore, Don Hauser, ha appena deciso di mollare la squadra. Tony, Silvio e Artie Bucco, che ammirano l'uomo per le sue abilità sportive, vorrebbero che egli rimanesse e tentano di convincerlo con ogni mezzo, anche minacciandolo. Quando Meadow gli riferisce del tentato suicidio di Allie, a causa della relazione con l'allenatore, Tony cambia opinione e medita di farlo fuori. Nel frattempo, Bobbi, l'amante di zio Junior, dopo una vacanza a Boca Raton, diffonde il pettegolezzo secondo cui il vecchio Soprano si diverte, nei momenti d'intimità, a farle il cunnilingus. Quando Tony lo viene a sapere, la presa in giro durante una partita di golf si tramuta in una vecchia resa dei conti fra i due, con rinfacciamenti e minacce. Zio Junior si reca nell'ufficio di Bobbi e, colpendola con una meringa al limone in faccia, tronca definitivamente la relazione. Alla seduta con la dottoressa Melfi, parlando della volontà di vendicare l'onore di Ally, la Melfi discute con Tony sul perché dovrebbe assumersi il peso di vendicare i torti della società, e dopo aver sentito l’appoggio di Artie per la giustizia, Tony revoca l’omicidio e l’allenatore viene arrestato dalla polizia.

Urla nella notte[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tony viene invitato ad un barbecue dal suo vicino di casa, il dottor Bruce Cusamano e successivamente ad una partita di golf con i colleghi di quest'ultimo: dopo le titubanze iniziali accetta, ma si accorge che vogliono solo prenderlo in giro per il suo accento e per farsi raccontare storielle sulla mafia. Nella seduta di terapia con la dottoressa Melfi, Tony paragona l'episodio a quando lui e i suoi amici, da ragazzini, prendevano in giro un coetaneo, tale "Jimmy Biascica", per i difetti di pronuncia. Per "vendicarsi" della beffa subita, dà al dottor Cusamano un pacco pieno di sabbia, facendogli credere che dentro vi possa essere qualcosa di pericoloso, che prima o poi tornerà a riprendersi, buttando il medico e la moglie nel panico. Nello stesso tempo, Christopher decide di aiutare Adriana a sfondare come produttrice discografica, promuovendo una band dalle scarse qualità. A loro si unisce un rapper di colore, Massive G, che sembra però più interessato ad Adriana che al progetto. Si scopre che Hesh ha un debito con lui, ma esso verrà annullato quando Tony e i suoi scoprono a loro volta che un parente di Massive G era indebitato col vecchio usuraio. Adriana invece accantona il suo progetto, delusa dalla gelosia di Christopher nei confronti di Massive G e dalla scarsa fiducia nelle sue capacità.

  • Il titolo originale allude alla frase con cui Hesh stronca le canzoni del gruppo promosso da Adriana. In italiano, si riferisce invece alle urla che la dottoressa Melfi, a cena dai Cusamano, sente provenire da casa Soprano e che, come si scopre alla fine, sono dovute agli sforzi di Tony mentre solleva pesi alla panca.
  • La scena in cui Tony chiede a Bruce di tenergli nascosto il pacco è un chiaro omaggio alla scena de Il padrino - Parte II in cui De Niro nasconde le armi del vicino.

La spia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jimmy Altieri e Pussy Bonpensiero vengono arrestati dall'FBI. Qualche giorno dopo, l'agente Vin Makazian riferisce a Tony che Pussy potrebbe essere un informatore, ma Tony non gli crede sia perché si fida di Pussy sia perché scopre che Makazian ha un grosso debito col suo amico. Ciononostante incarica Paulie di indagare su Pussy, il quale, dopo essere stato scarcerato, comincia a comportarsi in modo strano, finché non sparisce dalla circolazione, rendendosi irreperibile. L'agente Makazian, accusato di corruzione dalle autorità, per sottrarsi all'onta dell'arresto, si suicida gettandosi da un ponte. Tony, che l'aveva sempre trattato con disprezzo, nonostante egli gli riferisse delle informazioni importanti, si rattrista quando viene a scoprire dall'amante dell'agente che egli lo considerava un amico.

  • Note: nell'edizione in dvd del 2008 l'episodio è stato reintitolato Il microfono
Maria Grazia Cucinotta-Isabella

L'attentato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Zio Junior, aizzato dalle chiacchiere di Livia, che gli rivela che Tony e alcuni capitani della famiglia si erano incontrati nell'ospizio a sua insaputa, decide di eliminare il nipote. Tony, intanto, si trova in un pietoso stato depressivo e finisce col dipendere del tutto dalle medicine. Un giorno, si accorge che nel giardino dei Cusamano vi è una bella donna vestita di bianco. Uscito di casa, la incontra ed ella gli rivela di chiamarsi Isabella e di essere una studentessa. Poco dopo, Tony sogna che Isabella sta allattando un bambino di nome "Antonio" che culla dolcemente. Per riscuotersi dalla depressione, allora, Tony esce da solo e va comprare del succo d'arancia da una bancarella. Così, i killer mandati da Junior che l'avevano seguito aprono il fuoco e tentano di ucciderlo. L'attentato fallisce per un pelo e Tony riporta delle ferite dovute ad un incidente d'auto. Carmela, che lo assiste in ospedale, è sconvolta. L'agente Harris si reca in ospedale ed offre a Tony l'alternativa di entrare nel programma protezione testimoni, scampando così ad un possibile secondo attentato di Junior, ma egli rifiuta. Tornato a casa, scopre che Isabella se ne è andata. Quando ne parla con Cusamano, questi nega di aver mai prestato la propria casa ad Isabella. A colloquio con la Melfi, Tony scopre che Isabella non era altro che un'allucinazione dovuta all'abuso di psicofarmaci. Dopo aver parlato con la Melfi, Tony riacquista fiducia in se stesso e decide di vendicarsi di Junior.

Un'inquietante scoperta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Con il consenso di zio Junior, Jimmy Altieri, ormai riconosciuto come un informatore dell'FBI, viene ucciso da Silvio in un hotel dove era stato attirato con una scusa da Chris. Nella seduta con la dottoressa Melfi, quest’ultima dice a Tony che il suo sogno su Isabella indica che il suo subconscio lo sta mettendo in guardia sui problemi con sua madre Livia. Poiché la vita di Tony è in pericolo, la psicologa suggerisce che sua madre potrebbe essere stata coinvolta nella decisione di attentare alla sua vita. Sentendo questa incredibile rivelazione, Tony va su tutte le furie, scagliandosi sulla dottoressa e arrivando quasi a colpirla, andandosene a stento e in preda all'ira. Carmela si rende conto che le sue attenzioni nei confronti di padre Phil non sono ricambiate, quando questi sembra essere molto più attento alle cure di Rosalie Aprile, che gli ha persino regalato l'orologio del defunto marito, Jackie. Più tardi, Carmela accusa padre Phil di aver provato a manipolarla. Gli agenti Harris e Grasso fanno incontrare il capitano Frank Cubitoso con Tony: nella riunione, l'FBI fa sentire a Tony una registrazione nella quale si sentono chiaramente Junior e Livia pianificare l'attentato contro di lui: un’ondata di sentimenti contrastanti travolge il boss, che mantiene tuttavia la lucidità per non parlare con gli agenti. Artie si reca a far visita in ospedale a Livia, che sembra soffrire di vuoti di memoria: l’anziana gli rivela che dietro l'incendio del suo ristorante c’è la mano del figlio. Artie, in preda alla furia, va allora da Tony con un fucile, ma Tony riesce a convincerlo che non c'entra nulla con l'incendio del ristorante: è la goccia che fa traboccare il vaso, già colmo, della pazienza del boss verso la madre e lo zio. Inizia così la sua vendetta. Insieme a Silvio, si reca al porto e uccide il sicario Chucky Signore sulla sua barca: Christopher e Paulie, dopo un lungo inseguimento tra i boschi, fanno fuori Mikey Palmice. Consapevole del fatto che la Melfi avesse ragione, Tony va a trovarla, chiedendole scusa. In più le consiglia di andarsene per un po', magari di continuare la sua attività lontano dallo studio, perché teme per la sua vita. Al Bada Bing, Tony confessa a Silvio, Paulie e Chris di essere in terapia da diversi mesi. Mentre Silvio e Paulie sembrano condividere la scelta del loro capo, Chris si mostra contrariato e se ne va. Al mattino l'FBI arresta Junior e alcuni suoi affiliati, di fatto salvandoli dalla rappresaglia di Tony. Quando il procuratore federale cerca di obbligare il vecchio a collaborare, Junior si chiude nel suo silenzio. Tony va da sua madre Livia, a Green Grove, con l'idea di soffocarla con un cuscino, ma quando arriva viene informato che lei ha appena avuto una crisi respiratoria. La incontra in corridoio mentre la stanno trasferendo, su una barella. Mentre il figlio la minaccia e le grida la sua indignazione per i recenti avvenimenti, Livia non è neanche in grado di rispondergli. Tony viene alla fine trascinato via di forza dallo staff medico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Scheda della stagione IMDb - Consultato il 22 gennaio 2012
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione