Dodge Durango

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dodge Durango
98-03 Dodge Durango.jpg
Dodge Durango prima serie
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  Dodge
Tipo principale Sport Utility Vehicle
Produzione dal 1998
Sostituisce la Dodge Ramcharger
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.910 - 4.915 mm
Larghezza 1.811 - 1.816 mm
Altezza 1.778 - 1.852 mm
Passo 2.951 mm
Massa 2.321 kg
Altro
Note dati della prima serie
04-06 Dodge Durango 2.jpg
Durango seconda serie
Durango seconda serie restyling

La Durango è un'autovettura SUV di grosse dimensioni presentata nel 1998 dalla casa automobilistica statunitense Dodge. È un veicolo dall'impostazione "vecchio stile": il telaio è a longheroni e al retrotreno c'è un ponte rigido; la trazione è integrale o posteriore.

La seconda serie della Durango è in produzione dal 2004 e ha subito un restyling nel 2007.

Due i motori disponibili:

Terza generazione (dal 2010)[modifica | modifica sorgente]

Dodge Durango terza serie

La terza generazione della Dodge Durango viene anticipata nell'estate del 2010 e la presentazione ufficiale avviene nella fine dello stesso anno: totalmente rinnovata viene costruita sulla nuova piattaforma comune alla Jeep Grand Cherokee WK2 di origine Mercedes-Benz[1]. Per la prima volta adotta un telaio a monoscocca e non più una piattaforma a longheroni derivata dai pick-up. La terza serie viene progettata all'epoca della DaimlerChrysler tra il 2008 e il 2009 ma a causa del fallimento della stessa Chrysler il progetto viene ultimato soltanto verso l'inizio delle 2010 in seguito all'accordo tra la Fiat e la stessa Chrysler; più grande e spaziosa rispetto la precedente generazione la nuova Durando è parente stretta della dell'ultima serie della Jeep Grand Cherokee, il nuovo telaio a scocca portante inoltre rende la vettura più comoda sull'uso su strada e più vicina ad una vocazione automobilistica infatti viene definita come CUV ovvero Crossover Utility Vehicle[2], inoltre l'intero progetto che ha visto nascere la Durango viene orientato verso una maggiore qualità sia dal punto di vista dell'assemblaggio che nei materiali utilizzati per la ricostruzione dell'intera vettura. Numerosi organi meccanici sono di origine Mercedes e condivisi con i modelli tedeschi come le ultime Classe M e Classe GL. La produzione della terza serie di Durango parte nel dicembre del 2010 presso lo stabilimento Jefferson North di Detroit: Il gruppo Chrysler ha investito 700 milioni di dollari per allestire le due nuove linee produttive nell'impianto (che già produce la Grand Cherokee) per portare la capacità produttiva a regime di 250 mila vetture l'anno.

Il design[modifica | modifica sorgente]

Lo stile della Durango terza serie segna un netto distacco rispetto le precedenti versioni e si allinea al design della gamma contemporanea Dodge ricalcando il disegno dell'ultima serie di Charger; nel particolare le linee spigolose da fuoristrada della vecchia serie vengono completamente abbandonate per adottare un disegno morbido caratterizzato da linee curve con un massiccio frontale dominato dalla classica calandra Dodge, il marchio della casa viene sostituito dalla targhetta Dodge scritta a caratteri cubitali e posizionata nella parte bassa della calandra, nella parte bassa del paraurti è presente un ampio fascione che integra i fendinebbia. La fiancata risulta più semplice nel design con una sola nervatura presente nella parte bassa e una cromatura che intercorre nella zona inferiore degli sportelli. Gli specchietti retrovisori integrano gli indicatori laterali di direzione. La coda invece, più squadrata rispetto il resto della carrozzeria, presenta dei fanali collegati da un baffo cromato sul quale è presente la targhetta Dodge a caratteri cubitali. Globalmente lo stile della Durango appare più sportivo rispetto le versioni precedenti ma anche tradizionale.

L'abitacolo possiede sette posti disposti su tre file di sedili e configurabili in 22 posizioni diverse. La plancia per la prima volta utilizza materiali morbidi al tatto[3], possiede un disegno classico con il sistema multimediale posizionato nella parte centrale che integra tutti i comandi del sistema audio, navigazione e climatizzatore. I diffusori dell'aria sono posti agli estremi del sistema multimediale. Nuovo il volante e completamente inedita è la strumentazione, numerose sono le rifiniture disponibili per la plancia disponibile anche in tinta bicolore e con inserti in pelle, radica o alluminio. L'illuminazione del quadro strumenti è autoregolabile.

La meccanica[modifica | modifica sorgente]

La terza serie di dura e lunga 5,075 m, più grande rispetto alle precedenti. La vettura si potrebbe definire come la sorella maggiore della Grand Cherokee proprio per le dimensioni più generose e per l'abitacolo sette posti, anche il passo è stato allungato fino a 3,045 m (lo stesso della Mercedes Classe GL) in modo da offrire uno spazio interno maggiore. L'altezza della vettura e pari a 1,925 m mentre la larghezza è di 1,801 m, le versioni più sportive invece possiedono un'altezza leggermente inferiore per via dell'assetto ribassato. La nuova piattaforma a scocca portante di origine Mercedes risulta estremamente raffinata perché adotta sospensioni a quattro ruote indipendenti (le vecchie generazioni invece utilizzavano un telaio derivato dal Dodge Dakota con sospensioni posteriori a ponte rigido); il nuovo telaio ha permesso di ottenere un avantreno a schema a quadrilateri alti deformabili mentre al retrotreno è stato adottata una sospensione multilink a cinque bracci. Il sistema di trazione integrale invece è meno raffinato rispetto a quello della Jeep Grand Cherokee proprio per mantenere distanti le due autovetture infatti la Jeep è stata orientata verso una vocazione fuoristradistica mentre la Durango è più indicata per un uso stradale quindi una vocazione più automobilistica in pieno stile crossover. I modelli d'accesso inoltre sono disponibili anche con le soli due ruote motrici posteriori.

La Durango nei media[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dodge Durango primi dettagli
  2. ^ Prime immagini della terza serie
  3. ^ Dudge Durango interni
  4. ^ http://www.youtube.com/watch?v=HgMmlKIHNeE

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili