Costituzione del Regno Unito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno Unito
Coat of Arms of the UK Government

Questa voce è parte della serie:
Politica del Regno Unito


  • Leggi istituzionali








Altri stati · Atlante

La costituzione del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord costituisce l'insieme delle leggi e dei principi attraverso cui il Regno Unito viene governato[1].

A differenza di molte altre nazioni, il Regno Unito non possiede un singolo documento costituzionale (costituzione). La costituzione del Regno Unito, infatti, prende corpo in forma scritta attraverso un insieme di statuti (per esempio la Magna Carta o l'Act of Settlement), trattati e decisioni giuridiche. Essa è costituita anche da altre fonti di natura orale, come le convenzioni costituzionali del parlamento e le prerogative reali.

Uno dei principi fondamentali della costituzione del Regno Unito è la sovranità del parlamento, secondo la quale gli statuti approvati dal parlamento rappresentano la fonte suprema e definitiva delle leggi. Da ciò segue che ogni legge approvata dalla maggioranza del parlamento ha implicitamente valore costituzionale. Nel Regno Unito, perciò, non esiste differenza tra legge ordinaria e legge costituzionale. Essendo la violazione di principi costituzionali attraverso leggi ordinarie tecnicamente impossibile, nel Regno Unito non esiste un organo equivalente alla Corte Costituzionale presente in molti paesi. Essendo in contrasto con i principi costituzionali della maggior parte dei paesi dell'Unione Europea, di cui il Regno Unito fa parte, la validità del principio di sovranità del parlamento è stata oggetto di dibattito in tempi recenti[2].

Principi[modifica | modifica wikitesto]

Supremazia del parlamento e stato di diritto[modifica | modifica wikitesto]

I due pilastri della costituzione del Regno Unito sono la sovranità del parlamento e lo stato di diritto. Il primo sancisce che il parlamento è l'organo legislativo supremo, i suoi atti rappresentano la fonte legislativa di più alta importanza dello Stato. Il secondo principio stabilisce che tutte le leggi e le azioni di governo devono essere conformi ad un insieme di principi fondamentali e immutabili.

Stato Unitario[modifica | modifica wikitesto]

Secondo questo principio, il Regno Unito è costituito da quattro nazioni distinte (Inghilterra, Galles, Scozia, Irlanda del Nord). Allo stesso tempo, il Regno Unito è anche uno stato unitario. Il Regno Unito non è uno stato federale (come per esempio la Germania, la Svizzera o gli Stati Uniti d'America) e nemmeno una confederazione (come per esempio la Comunità degli Stati Indipendenti).

Monarchia Costituzionale[modifica | modifica wikitesto]

Il Regno Unito è una monarchia costituzionale. L'ereditarietà al trono è destinata al primogenito maschio.

Governo e primo ministro[modifica | modifica wikitesto]

Il Primo Ministro è nominato dal sovrano. Nei casi in cui un partito abbia ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi nella Camera dei Comuni, il leader di quel partito è nominato Primo Ministro. Se ciò non succede (in inglese hung parliament) o se l'identità del leader del partito di maggioranza assoluta non è chiara (come per esempio nel caso del Partito Conservatore fino alla metà del ventesimo secolo), la scelta del Primo Ministro è più complessa e spesso determinata dalle alleanze stabilite dai partiti dopo le elezioni (questo è stato il caso, per esempio, della nomina del Primo Ministro David Cameron in seguito alle elezioni del maggio 2010, avvenuta dopo la stipula dell'alleanza tra il Partito Conservatore, di cui Cameron era il leader, e i Liberal Democratici).

Potere giudiziario[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa Anglicana[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prof. Dr. Helmut Weber: "Who Guards the Constitution?", versione inglese di un articolo presentato il 22 ottobre 1999 al Centre for British Studies, Humboldt University Berlin, Colloquium of the Graduiertenkolleg „Das neue Europa“ [1]
  2. ^ Colin Turpin, Tomkins, Adam, British government and the constitution: text and materials, Cambridge, Cambridge University Press, 2007, p. 41, ISBN 978-0521690294.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]