Costituzione della Repubblica Ceca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Repubblica Ceca

Questa voce è parte della serie:
Politica della Repubblica Ceca


  • Costituzione



TOP 09, ODS, ÚSVIT, KDU-ČSL




Altri stati · Atlante

La Costituzione della Repubblica Ceca (in ceco Ústava České republiky) è la fonte più importante del diritto Ceco. È stata adottata ufficialmente il 16 dicembre 1992 e ha sostituito la vecchia costituzione della Cecoslovacchia[1], dopo la divisione di essa in Slovacchia e Repubblica Ceca, attraverso il cosiddetto Divorzio di velluto[2].

la Costituzione si occupa della sovranità statale, dell'integrità territoriale e definisce le istituzioni che governano lo stato, mentre i diritti umani e civili sono definiti dalla Carta dei diritti e delle libertà fondamentali, un atto costituzionale importante quanto la costituzione.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Il documento è suddiviso in otto capitoli. Ogni capitolo si occupa di un argomento diverso. Il capitolo finale tratta una serie di argomenti "intermedi", che sono stati in gran parte risolti entro il 31 dicembre 1993 e attualmente valgono ben poco sul governo della Repubblica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Che prevedeva una forma di governo comunista.
  2. ^ Il Divorzio di velluto è avvenuto dopo la creazione di una legge apposita, che dichiarava separate le due repubbliche, deliberata il 1º gennaio 1993.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]