Arcidiocesi di Westminster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Westminster
Archidioecesis Vestmonasteriensis
Chiesa latina
Westminster.cathedral.frontview.london.arp.jpg
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Diocesi suffraganee
Brentwood, East Anglia, Northampton, Nottingham
Arcivescovo metropolita e primate cardinale Vincent Nichols
Ausiliari John Arnold,
John Sherrington,
Nicholas Gilbert Hudson
Arcivescovi emeriti cardinale Cormac Murphy-O'Connor
Sacerdoti 629 di cui 366 secolari e 263 regolari
757 battezzati per sacerdote
Religiosi 356 uomini, 1.109 donne
Diaconi 10 permanenti
Abitanti 4.726.206
Battezzati 476.647 (10,1% del totale)
Superficie 3.634 km² in Inghilterra
Parrocchie 216
Erezione 1622
Rito romano
Indirizzo Ambrosden Avenue, Westminster, London SW1P 1QJ, England, Great Britain
Sito web www.rcdow.org.uk
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Inghilterra
Cattedrale di Westminster, Londra: Facciata e campanile

L'arcidiocesi di Westminster (in latino: Archidioecesis Vestmonasteriensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2010 contava 476.647 battezzati su 4.726.206 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Vincent Nichols.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende i boroughs della Grande Londra situati a nord del fiume Tamigi ed a ovest dei boroughs di Waltham Forest e di Newham, come anche i distretti di Staines e di Sunbury-on-Thames, e la contea di Hertfordshire.

Sede arcivescovile è la città di Londra.

Il territorio si estende su 3.634 km² ed è suddiviso in 216 parrocchie.

Cattedrale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cattedrale di Westminster.

La cattedrale di Westminster dedicata al Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo è stata costruita fra il 1895 e il 1903. È stata realizzata in stile bizantino sotto la direzione di John Francis Bentley e la sua navata centrale è per ampiezza la più grande dell'Inghilterra[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La presente arcidiocesi deriva dall'antica diocesi di Londra, il cui ultimo vescovo morì incarcerato nel 1569.

Nel 1622 fu eretto il vicariato apostolico d'Inghilterra e il 30 gennaio 1688 il vicariato fu diviso in quattro distretti, ciascuno avente a capo un vicario apostolico.

I cattolici di Londra ebbero un considerevole vantaggio sul resto dell'Inghilterra: la presenza delle ambasciate dei Paesi cattolici, come la Spagna, il Portogallo e la Repubblica di Venezia, comportò la presenza di cappelle regolarmente officiate e talvolta aperte al pubblico. Quindi a differenza del resto dell'Inghilterra il culto cattolico poteva avvenire in modo non clandestino anche durante il XVII e XVIII secolo.

Le leggi di tolleranza del 1778 e del 1791 permisero la libertà di culto e di insegnamento per i cattolici. Tuttavia le leggi di emancipazione trovarono un'intensa opposizione anticattolica, che provocò nel 1780 lo scoppio delle sommosse di Gordon. Siccome a Londra non esistevano all'epoca chiese cattoliche, le sommosse presero di mira e distrussero le cappelle all'interno delle ambasciate del Regno di Sardegna e del Regno di Baviera.

Un periodo di particolare interesse nella storia del cattolicesimo a Londra fu quello in concomitanza con la Rivoluzione francese. A Londra affluirono i prelati francesi in esilio: ad un certo punto si trovarono a Londra ben 5 arcivescovi, 27 vescovi e 5 000 presbiteri. Furono aperte nuove cappelle, che però furono quasi tutte chiuse dopo che il clero francese rientrò in patria nel 1814.

Nel 1829 fu promulgata una legge di emancipazione dei cattolici, che favorì la crescita numerica della comunità cattolica, in anni in cui le conversioni erano frequenti.

Nel 1840 i vicariati apostolici inglesi da quattro divennero otto.

Il 29 settembre 1850 con il breve Universalis Ecclesiae di papa Pio IX fu restaurata la gerarchia cattolica in Inghilterra e Galles e fu eretta l'arcidiocesi di Westminster, che divenne l'unica sede metropolitana per l'Inghilterra e il Galles, con dodici suffraganee. Il distretto londinese fu diviso in due diocesi: oltre all'arcidiocesi di Westminster, fu eretta la diocesi di Southwark (oggi arcidiocesi).

Il ristabilimento della gerarchia fu accompagnato da sinodi provinciali nel 1852, 1855 e 1859, in cui furono definite numerose questioni circa i capitoli, i rettori delle missioni, i collegi e i seminari. I sinodi erano presieduti dal cardinal Wiseman, che introdusse a Londra la pratica devota delle Quarantore, si operò per la diffusione dei Vespri cantati e dell'adorazione eucaristica. Si impegnò anche a favore dell'istruzione delle classi povere e fondò anche il primo riformatorio cattolico inglese. Inoltre chiamò a Londra molti ordini religiosi, che intrapresero un'intensa opera pastorale.

L'istruzione fu al centro anche delle iniziative del suo successore, il cardinal Manning, che ne discusse nel sinodo provinciale del 1873. Intuì già dal 1864 la necessità di un'università cattolica, nel 1866 riformò il Venerabile Collegio Inglese di Roma, nel 1869 riorganizzò il seminario arcivescovile, dotandolo di una nuova sede e rendendolo un «vero seminario tridentino». Nel 1867 pose la prima pietra della pro-cattedrale di Kensington.

Le opere nel campo dell'istruzione furono proseguite anche dal cardinal Vaughan, che nel 1902 rimosse il divieto per i cattolici di frequentare le università pubbliche. Fu lui a porre la prima pietra per la costruzione della cattedrale di Westminster nel 1895, che fu consacrata dal suo successore il cardinal Bourne nel 1903.

Il 28 ottobre 1911 la giurisdizione metropolitica di Westminster si ridusse in seguito all'erezione i tre nuove province ecclesiastiche in Inghilterra e Galles.

Il 20 luglio 1917 l'arcidiocesi cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Brentwood.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 4.726.206 persone contava 476.647 battezzati, corrispondenti al 10,1% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 315.000 4.518.489 7,0 707 431 276 445 370 2.500 164
1970 484.680 4.491.760 10,8 431 431 1.124 208
1980 476.378 4.468.400 10,7 775 303 472 614 6 472 216
1990 449.191 4.520.000 9,9 838 394 444 536 5 586 1.842 215
1999 460.000 4.415.000 10,4 770 378 392 597 4 507 1.394 213
2000 501.895 4.435.000 11,3 800 416 384 627 4 589 1.396 214
2001 501.900 4.435.000 11,3 771 370 401 650 4 592 1.322 214
2002 462.072 4.435.000 10,4 766 363 403 603 4 588 1.310 214
2003 430.000 4.420.000 9,7 753 348 405 571 4 570 1.201 214
2004 465.587 4.613.284 10,1 743 345 398 626 4 552 1.194 214
2010 476.647 4.726.206 10,1 629 366 263 757 10 356 1.109 216

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) http://www.westminstercathedral.org.uk/art/art_briefhist.html Cattedrale di Westminster

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi