Conte di Shrewsbury

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coronet of a British Earl.svg
Conte di Shrewsbury
Parìa Parìa d'Inghilterra
Data di creazione 1074
Creato da Guglielmo il Conquistatore
Primo detentore Roger Mortimer, I conte di Shrewsbury
Attuale detentore Charles Henry John Benedict Crofton Chetwynd Chetwynd-Talbot, XXII conte di Shrewsbury, XXII conte di Waterford, VII conte Talbot
Cronologia 1074 (I creazione)
1442 (II creazione)
Confluito nei titoli del Duca di Shrewsbury (1698-1718)
Trasmissione al primogenito maschio
Titoli sussidiari Conte di Waterford (1442)
Conte Talbot, Barone Talbot, Visconte di Ingestre (1856)
Predicato d'onore Right Honourable

Conte di Shrewsbury, è un titolo ereditario della nobiltà inglese della Parìa inglese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima creazione[modifica | modifica wikitesto]

La prima creazione del titolo risale al 1074 quando Guglielmo il Conquistatore creò il titolo di Conte di Shrewsbury per il suo principale consigliere, Roger Mortimer, I conte di Shrewsbury. Roger divenne così uno dei più importanti magnati d'Inghilterra con possedimenti nello Shropshire ed in altre undici contee. Roger venne succeduto nel 1094 dal suo figlio minore Hugh, mentre suo figlio maggiore Robert di Bellême gli succedette nei suoi possedimenti in Normandia. Alla moerw si Hugh nel 1098, ad ogni modo, la contea passò a suo fratello Robert.

Il titolo venne annullato nel 1102 quando il III conte, Robert, si ribellò ad Enrico I ed aderì all'invasione dell'Inghilterra promossa da Roberto II di Normandia nel 1101.

Seconda creazione[modifica | modifica wikitesto]

George Talbot, VI conte di Shrewsbury

Il titolo venne creato una seconda volta nella Parìa d'Inghilterra nel 1442 quando John Talbot, VII barone Talbot, generale inglese nella guerra dei cent'anni, venne creato Conte di Shrewsbury. Egli divenne anche Lord High Steward d'Irlanda e, nel 1446, Conte di Waterford (motivo per cui queste due contee vennero concesse sempre assieme da questo punto in poi). John Talbot, il primo conte, venne succeduto da suo figlio John, il quale succedette anche come Barone Furnivall alla morte della madre nel 1433.

Dopo altre successioni, alla morte del settimo conte, deceduto senza eredi nel 1616 le baronie di Talbot, Strange di Blackmere e Furnivall passarono alle sue tre figlie le quali le portarono poi in dote a tre rispettive famiglie. Ai suoi titoli succedette invece il fratello che venne nominato ottavo conte il quale, deceduto a sua volta senza eredi, venne succeduto da un lontano parente (discendente da sir Gilbert Talbot, morto nel 1518, terzo figlio del secondo conte di Shrewsbury). La famiglia acquistò Barlow Woodseats Hall nel 1593 come parte dei propri possedimenti.

Il dodicesimo conte fu un altro personaggio di spicco come uomo politico. Egli fu uno dei Sette immortali che nel 1688 invitarono Guglielmo d'Orange a invadere l'Inghilterra e a deporre suo suocero Giacomo II. Egli prestò servizio dunque sotto il regno di Guglielmo III e sua moglie Maria Stuart come segretario di stato per il dipartimento meridionale e poi per quello settentrionale. Nel 1694, in riconoscimento del ruolo politico ricoperto, venne creato Marchese di Alton e Duca di Shrewsbury sempre nella Parìa d'Inghilterra. Il duca morì senza figli ed alla sua morte nel 1718 entrambi questi titoli si estinsero.

Egli venne succeduto negli altri suoi titoli dal suo cugino primo, poi tredicesimo conte, il quale era figlio di Gilbert Talbot, secondo figlio del decimo conte. Questi non poté sposarsi in quanto era di religione cattolica ed aveva preso i voti e come tale alla sua morte venne succeduto dal nipote George, quattordicesimo conte, il quale era figlio a sua volta di George Talbot. Questi morì senza eredi e venne succeduto da suo nipote Charles (figlio a sua volta di Charles Talbot). Alla morte di quest'ultimo i possedimenti passarono al nipote John, figlio di John Joseph Talbot, il quale venne poi succeduto da suo cugino Bertram, pronipote di George Talbot.

Bertram non si sposò mai e morì nel 1856. Per sua volontà egli lasciò la sua residenza a Lord Edmund Howard (poi Talbot), figlio del Duca di Norfolk, ma il suo testamento venne contestato da tre parenti distanti e dopo una lunga e dispendiosa causa legale la Camera dei Lords stabil nel 1860 che il titolo dovesse essere concesso a Henry John Chetwynd-Talbot, III conte Talbot, il quale divenne così XVIII conte di Shrewsbury e Waterford. Egli era discendente di Sir Gilbert Talbot (m. 1518), terzo figlio del secondo conte di Shrewsbury (vedi Conte Talbot). Egli ottenne anche il titolo di Barone Talbot di Hensol nella contea di Glamorgan, e Visconte di Ingestre, di Ingestre Hall nella contea di Stafford.

Attualmente il conte di Shrewsbury è il maggiore dei conti della Parìa d'Inghilterra per antichità di concessione del titolo. La contea di Waterford è sovente definita come la "Prima contea d'Irlanda", ed è a tutti gli effetti la più antica contea creata sul suolo irlandese.

La sede dei conti di Shrewsbury è stata Alton Towers sino a che non è stata venduta a The Tussauds Group. L'attuale sede della famiglia è Wanfield Hall nello Staffordshire.

Conti di Shrewsbury, prima creazione (1074)[modifica | modifica wikitesto]

Conti di Shrewsbury, seconda creazione (1442)[modifica | modifica wikitesto]

Duchi di Shrewsbury (1694)[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles Talbot, I duca di Shrewsbury, XII conte di Shrewsbury, XII conte di Waterford (1660–1718)

Conti di Shrewsbury, seconda creazione (1442; ricreata)[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kidd, Charles, Williamson, David (editors). Debrett's Peerage and Baronetage (1990 edition). New York: St Martin's Press, 1990.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]